Clerikalia

1. Il papa benedice Berlusconi e il suo governo ufficialmente a meno di dieci giorni dall’incontro bilaterale tra Stato della Santa Sede e Stato Italiano (violazione del Concordato del 1929 e della sua revisione del 1984 tra Santa Sede e Stato italiano).

2. Fa l’elenco delle sue richieste tra cui soldi per le scuole private cattoliche e leggi clericali (violazione del Concordato del 29 tra Santa Sede e Stato italiano).

3. Bagnasco interviene ogni giorno sulla politica italiana come unico governo ombra. Interviene su politica interna, tasse, immigrazione, sicurezza e etica (violazione del Concordato del 29 tra Santa Sede e Stato italiano. Violazione art. 7 Costituzione Italiana).

4. Dopo che il Comune di Roma aveva dato l’autorizzazione al Gay Pride di Giugno, dopo che tutto era stato organizzato per bene, il Vaticano decide di fare un concerto lo stesso giorno e nella stessa piazza. E il Comune di Roma offre la piazza al Vaticano e la toglie al Gay Pride.

A me pare una cosa sconcertante. Ci stiamo abituando a tutto e’ vero ma esiste sempre un limite.

Arrivati a questo punto il Vaticano puo’ indire concerti, messe, cori o manifestazioni quando vuole e dove vuole semplicemente per il gusto di bloccare altri manifestazioni “concorrenti”.

Ah e se volete sapere perche’ esiste il Gay Pride e quale e’ il suo significato leggetevi questo.

.

Riassunto: monopartito, opposizione scomparsa, gerarchie ecclesiastiche che comandano e dettano leggi, leggi contro minoranze etniche, discriminazione sessuale e religiosa. Ho un deja vu’…

Annunci

5 commenti

Archiviato in anticlericalismo, Italia provinciale, politica

5 risposte a “Clerikalia

  1. Paolo

    A Bagnà se ti piacciono tanto i clandestini potresti invitarne qualcuno alla Santa Sede!

  2. Ecco giusto! Perché il Vaticano non regolarizza i clandestini e li fa lavorare nei giardini vaticani o nei musei vaticani.

  3. LibnonLab

    Questo revival vaticanofilo è la corrente del momento. Non preoccuparti, sono solo sintomi passeggeri, come è passata la moda (ben più “febbrile”) di sinistra anni 70′,prima o poi verrà il grande freddo anche per questa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...