Non l’ho capita #1

Il Ministro della Giustizia Alfano per questo episodio avrebbe potuto procedere in due modi:

A) dare l’autorizzazione a procedere e la Guzzanti avrebbe potuto passare da uno a cinque anni in carcere.

B) non procedere per varie ragioni:

I. la legge che equipara il papa al capo della Repubblica Italiana e’ frutto di un accordo tra lo Stato Pontificio e lo Stato Fascista del 1929 (a me basterebbe questo), illiberale e in palese contrasto con l’art. 21 della Costituzione Italiana.

II. non sussiste il fatto. Cioe’ dire che una persona dopo la morte andra’ all’inferno e subira’ la pena del contrappasso da parte delle categorie che ha offeso per anni non e’ offesa. Facendo sfoggio di grande cultura potrebbe leggere i passi danteschi della Divina Commedia dove il padre della lingua italiana si augura che decine di papi arrostiscano all’Inferno. D’altronde per l’indagata l’Inferno e’ solo un mito, una metafora che usa per fini politici non denigratori.

Questo in un paese normale, ma nel nostro?

“Nonostante il parere favorevole sulla procedibilità – ha spiegato Alfano– ho deciso di non concedere l’autorizzazione ben conoscendo lo spessore e la capacità di perdono del Papa che prevalgono alle offese stesse”.

Non so se il ministro si sia laureato in Scienze delle Merendine ma a quanto mi ricordo le categorie di “conoscenza”, “fiducia” e “perdono” non sono contemplate dal sistema giudiziario italiano.

Quindi un ministro puo’ decidere di non procedere con la giustizia nel caso conosca l’imputato o la vittima? E nel caso la vittima perdonasse l’indagato il reato scompare? E da dove deriva la fiducia nel “perdono” papale? Dov’e’ la prova oggettiva del perdono, puo’ essere messo a verbale? Il Perdono (qualsiasi cosa significhi) ha capacita’ purificatoria nei confronti del reato nella Giustizia italiana? E se il papa invece domani dicesse che non perdona chi lo ha offeso allora il Ministro sara’ costretto a procedere contro la Guzzanti? D’altronde e’ questa la motivazione ufficiale. Quindi se il perdono papale non sussiste, logica vuole che la Guzzanti deve essere processabile.

E per assurdo se il papa commette un reato su territorio italiano, il ministro continuera’ a “fidarsi” delle capacita’ di perdono papale e non procedera’ contro di lui?

Chiedere al ministro di giustizia di prendere la laurea in giurisprudenza un’altra volta (*) e’ troppo?

(*)

Mi informano che il ministro e’ laureato in Giurisprudenza.

Annunci

11 commenti

Archiviato in anticlericalismo, da ridere, Italia provinciale, politica

11 risposte a “Non l’ho capita #1

  1. La cosa inquietante è che il ministro Alfano ce l’ha, la laurea in giurisprudenza – almeno sceondo Wikipedia

  2. Ops allora aggiungo “un’altra volta” all’ultima frase. 😦

  3. Evidentemente c’è chi è fannullone al lavoro
    e chi era fannullone a scuola…

  4. Frank77

    In realtà il ministro Alfano è addirittura avvocato,anche se non so se abbia mai esercitato.

  5. c.d.

    e’ una situazione intollerabile, questi fanno e disfano le leggi e la giustizia in base al catechismo e al supposto “perdono” del santo padre, che nessuno ha nemmeno mai richiesto.

    bisognerebbe cominciare a fare proteste serie, tipo qualche decina di persona che a turno passa tutta la giornata alle porte del vaticano a urlare insulti al papa, vediamo poi come riescono a insabbiare tutto…

  6. @ c.d.

    Ehm guarda che tutto il casino lo ha fatto la giustizia italiana. Il Vaticano qua c’entra poco. Ci sono solo degli ominicchi, degli uomini piccoli e viscidi che non hanno una spina dorsale e neppure una cultura.

  7. Quest’ultima proposta non mi sembra granchè intelligente, a dire il vero. L’unica arma che hai a disposizione è la cultura e il ragionamento; se questo non è sufficiente alla gente per non votare Berlusconi, vuol dire che l’Italia è un paese destinato alla rovina.

  8. Non capisco di quale proposta parli?

  9. c.d.

    “Ehm guarda che tutto il casino lo ha fatto la giustizia italiana. Il Vaticano qua c’entra poco.”

    servirebbe appunto a desensibilizzare la giustizia italiana: alle porte del vaticano non vengono a prenderti le guardie svizzere, ma la polizia italiana. poi voglio vedere in base a quale legge, o si mettono a invocare il perdono papale per tutti? e’ proprio per far capire la follia della dichiarazione di alfano che bisognerebbe tentare di riprodurre lo stesso reato inesistente in massa.

    “Quest’ultima proposta non mi sembra granchè intelligente, a dire il vero. L’unica arma che hai a disposizione è la cultura e il ragionamento”

    immagino ti riferisca alla mia proposta.
    la mia e’ una proposta del piffero che mi e’ venuta in mente in un secondo, giusto per sfogare la mia frustrazione. e’ quindi probabile che sia poco intelligente, inoltre io sto a 600km da roma e non penso sul serio che si possa trovare abbastanza gente sufficientemente determinata per fare qualcosa del genere.
    tuttavia non credo neanche sia cosi lontana dai tuoi canoni di cultura e ragionamento: quando gli inglesi hanno proibito agli indiani di farsi il sale gandhi ha scarpinato per decine di chilometri fino al mare col preciso scopo di farsi bastonare dagli inglesi; a prima vista non sembra una roba molto intelligente da fare, ma ha funzionato. allo stesso modo, se abbiamo appena scoperto che in italia e’ vietato dire che il papa andra nel girone dei sodomiti, e se il ministro della giustizia si rifiuta di chiarire la questione, la prima cosa che mi e’ venuta in mente e’ quella di violare in massa una legge ridicola, cosi vediamo chi ha ragione: se la legge c’e bisogna ovviamente lottare per farla abrogare, se non c’e e’ bene che si sappia, se ci sono modi migliori per farlo capire al telespettatore medio del tg4 sono tutto orecchi, ma per l’appunto una cosa del genere E’ un ragionamento, e a suo modo farebbe anche parte della cultura della disobbedienza civile.

  10. c.d.

    che poi sarebbe una figata, si mobilita la “blogosfera” (o almeno quel tantino di buono che c’e) a produrre molte e divertenti parodie della divina commedia con ratzinger al posto di bonifacio ottavo e roba del genere, ci si piazza alla fine di via della conciliazione (conciliazione un piffero…), dove i turisti entrano in piazza san pietro, ci si mette a declamare le parodie a squarciagola, nel migliore dei casi arriva la polizia e/o qualche giornalista…
    vi ricordo che la vicenda e’ arrivata perfino in america, ne hanno parlato al talk show per casalinghe “the view” mentre era c’era mccain in studio, bisognerebbe battere il ferro finche e’ caldo, altroche…
    ok ok basta, viaggio troppo con la fantasia… e’ che sta storia del papa che secondo alfano perdona la guzzanti proprio non mi va giu…

  11. Ciao c.d.,

    quello che non mi piace della tua proposta è il carattere insultante. E il paragone con Gandhi mi sembra, francamente, irrispettoso. Perchè lui si faceva prendere a bastonate, mentre tu vorresti prendere a bastonate (verbali).

    A presto
    Stefano

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...