Parrucchiera 2.0

Dopo che ho scoperto che pure il mio prof (e anche il secondo supervisor più giovane) ha una pagina su Facebook mi sono reso conto di essere ormai l’unico sul pianeta Terra a non essere su Facebook. Ho decine di inviti mandati con e-mail, centinaia di richieste personali, ma non ho mai ceduto: io e Facebook non ci incontreremo mai. Dicono che sia il futuro del web (addirittura è primo rispetto ai siti porno… Non c’è più l’internet di una volta!) ma soprattutto viene visto come l’apporto del mondo femminile al web 2.0. I maschi hanno dominato per anni con navigazioni tradizionali come il porno, il porno e… il porno. Ora le teenagers hanno capito come si usa internet e dopo averci rotto i maroni con blog di myspace pieni zeppi di problemi giovanili, mestruazioni mentali e poesie che nessuno andava mai a leggere ora sono riuscite a portare l’atmosfera della parrucchiera sul web. Infatti FB non è altro che l’evoluzione del salone della parrucchiera. Un posto dove tutti parlano di tutti, tutti sanno tutto di tutti e dove si è in una piazza pubblica. Cosa insopportabile per il sottoscritto, perché se il bello di internet era quello di essere anonimi e di rivelare la propria identità a pochi intimi FB scombina le carte e rende il mondo virtuale reale. Il tuo nome e cognome sono lì in bella mostra e chiunque, dall’Italia alla Cina, dall’Antartide al Mozambico, ti trova, ti linka e ti chiede di essere suo amico. Magari è un tuo vecchio amico delle medie che non vorresti risentire, magari è il bulletto della strada che non avresti voluto rivedere, ma loro ti scovano, ti stanano e se li inserisci nella tua lista è finita. E’ vero, sei tu che decidi che foto mettere, cosa scrivere eccettera, ma non sempre è così. Infatti la gente con cui magari hai festeggiato il sabato sera selvaggio mette le foto dell’ubriacatura (non è il mio caso perché non bevo) sul web e tutto il mondo saprà cosa hai fatto. La cosa non mi tange granchè fino a quando la gente non ne abusa. Ecco prendete il mio collega che è venuto a trovarmi in Sardegna quest’estate: ha uploadato 50 foto con il mio viso, senza selezionarle, con l’abbronzatura da mozzarella, l’occhio da ghiozzo appena sveglio e cose del genere. Intitola l’album di foto: Le mie vacanze in Sardegna, ma di lui manco l’ombra. Cioé la gente può pensare che quello sia il mio FB con un nome indiano tamil! 😦 La cosa è stata risolta pacificamente obbligando il collega con una canna di pistola sulla tempia a uploadare anche foto dove ci sia anche la sua di faccia, non solo la mia. 😉 A parte gli scherzi, mi chiedo se questo modo di usare il web non abbia già portato a denunce o risarcimenti intorno al mondo. Perché io la prendo in modo scherzoso tra amici, ma cosa capita se qualcuno per esempio mette la foto e il nome di qualcuno ubriaco che non sarebbe dovuto essere stato a quella festa di striptease abbracciato alle tette di qualcuna, e la moglie le vede?

N.B.

Alcune foto di ragazze inglesi dopo il sabato sera su Facebook.

Annunci

24 commenti

Archiviato in da ridere

24 risposte a “Parrucchiera 2.0

  1. Paolo

    Eravamo in tre….io proprio da poco ho ceduto e ne sono contento; ho ritrovato tanti vecchi amici che non credevo di poter rintracciare e mi ha fatto immensamente piacere.

  2. FB è seduto sulla riva dell’Avon…

  3. Corrado

    Io sono lì lì per cedere… ma resisteremoooooo!!!

  4. @ Hronir

    allora c’e’ ancora qualcuno la’ fuori!

    @ Paolo

    tanto lo so che anch’io cedero’…

    @ Ferrista

    …e vedro’ il suo cadavere passare prima o poi.

    @ Corrado

    No corrado non cedere al lato oscuro!!! Non scegliere la via piu’ facile e veloce per raggiungere gli amici.

  5. A me gente sconosciuta chiede di diventare mio/a amico/a. Che fare?

  6. eh sì fabri, non puoi resistere oltre l’imperturbabile tao.

  7. Paolo

    Se sono ragazze anche se non le conosco ovviamente accetto ^_^

  8. cachorroquente

    Negli USA pare che i selezionatori delle aziende private e dei college guardino spesso e volentieri i profili FB dei candidati.

    In realtà non so bene come facciano, visto che per vedere un profilo devi essere un amico e anche alle foto ci puoi arrivare al limite tramite amici di amici…

  9. Ecco questo e’ un altro punto importante di FB: la gnocca. Conosco colleghi che fanno lo screen giornaliero su centinaia di contatti degli amici degli amici per vedere chi e’ single e chi no.
    Tra l’altro appena qualcuno rompe una relazione la prima cosa che fa e’ andare sul profilo di FB e’ cambiare a “single”. Un modo geniale per dire: sono disponibile per una relazione, sono sessualmente ricettivo/a.

  10. fabri, la più *divertente* che ho sentito per radio è di un avvocato londinese (mi par di ricordare) che ha saputo di essere stato mollato dalla fidanzata quando ha visto cambiare lo status sul di lei profilo di FB.

    sublime

  11. a me adinolfi ha chiesto di diventare amico, cioè, non come yoshi che gli compariva tra le persone che poteva conoscere, me lo ha proprio chiesto ma non avendolo mai visto in 3d e avendo letto in tutta la vita bloggare circa 3 post suoi l’ho defenestrato, probabilmente anche lui non ha la più pallida idea di chi sia io.

  12. astro, insomma tu e adinolfi non siete più insieme.

  13. fors eè più corretto dire che ci ha provato con me ma si è ritrovato con un due di picche 🙂

  14. che poi gli approcci così finiscono nella solita e triste one byte stand”

  15. mashiro

    One Byte Stand? Ah ah ah ah ah!

  16. Luca

    In inghilterra molta gente è stata licenziata per il problema che mettevi in luce tu di FBK.

  17. mate

    fabry, io resisto ancora e resistero’ sempre, ma purtroppo non c’e’ scampo a fb e tutta montreal sa cosa faccio per via del malefico tagging (che e’ fra l’altro quello che ti permette di balzare da un profilo all’altro anche non essendo amici, un buco nel sistema, insomma). NON CEDERE!!! 😉

  18. Cornel

    Bravo Fabri. Io continuero a usare il porno come ai vecchi tempi.

  19. Per Mary

    Giusto ieri tramite collegamenti strani sono venuto in possesso di una foto di un prof di una mia conoscente, nudo con reggiseno e mutandine di pizzo che fa la lap dance ubriaco. Miracoli di Facebook…

    Per Cornel

    Bravo Cornel!! Tu si che sei un bravo ragazzo! Tradizionalista e attaccato ancora ai vecchi valori del web…;)

  20. Isa

    …beh…

    …la foto della tizia nel carrello della spesa pero’ e’ simpatica, dai!

    …che tristezza! Specie quando cose simili le vedi “live” piu’ o meno ogni fine settimana… ¬_¬

  21. @ Isa

    Isa quando capitera’ anche a te una foto come quella del carrello tanto io lo verro’ a sapere tramite FB degli altri!! ah ahh 😉
    Attenta alle troppe birre…

  22. Isabella

    Deheheh! Dubito che vedrai mai *me* dentro un carrello…

    …ma se vuoi vedere una foto in cui ne spingo uno con un tizio dentro, ti accontento quanto prima… :p

  23. Pingback: Facebook va contro i diritti umani!* « Fabristol

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...