Sensibilizzazione

In questi giorni sul Corriere.it (ma immagino che si trovi un po’ dappertutto) campeggia un video promosso dal Governo della Romania. Un po’ come fanno i governi occidentali in Afghanistan per sensibilizzare la popolazione sui diritti e doveri democratici e il rispetto per le donne. O come ai tempi del Piano Marshall quando gli americani insegnavano a noi europei come funziona uno stato democratico. Insomma una campagna del genere è utile per far comprendere a popolazioni arretrate i valori democratici e liberali degli stati moderni.

In pratica, se non lo avete capito, i rumeni ci stanno insegnando la civiltà.

Annunci

9 commenti

Archiviato in Italia provinciale, tristezze

9 risposte a “Sensibilizzazione

  1. Pingback: Non molto credente : Illusi

  2. io avevo capito che era una campagna pubblicitaria per alzare un po’ il livello di simpatia dei romeni agli italiani

  3. infatti: spiega agli italiani che non bisogna essere razzisti e che le colpe degli individui delinquenti non devono ricadere su un intero popolo. si chiama civilta’.. 😉

  4. sam

    pare che insieme al video abbiano inviato casse di banane, ma la fonte non è certa.

  5. E anche sussidiari per i bambini delle elementari, nonche’ penne, matite e alcuni desalinificatori… 😀

  6. Corrado

    sarò controtendenza, ma a me sembra molto una mossa politically correct e basta. Così come non ha senso la politica che mette in cattiva luce i rumeni in generale per la colpa dei singoli delinquenti, non mi piace neppure la pubblicità della serie”siamo tutti amici”, perchè posso dire senza tema di essere smentito, visto che al lavoro ne ho conoscuti a bizzeffe che da parte loro, se alcuni hanno intenzione di integrarsi, moltissimi hanno un razzismo vero e proprio nei confronti degli italiani(oltre a dire che, e ancora una volta controtendenza, una buona parte di quelli che ho conosciuto hanno molta poca professionalità e voglia di fare, pur senza escludere delle persone eccezionali e fantastiche!).

  7. Vabbé il post voleva essere ironico eh…

  8. Corrado

    Ellosò Fabry… io capisco che tu l’abbia fatto ironicamente. purtroppo nella nostra Repubblica delle banane abbiamo la strana tendenza di essere esterofili a priori, tirarci giù le braghe quasi incoscientemente davanti a ogni idea, persona o cosa straniera, salvo poi esasperare gli animi e stupirsi quando la situazione troppo calda esplode.

    questi spot sono una sorta di pezza che si sta cercando di mettere dopo che, in un primo tempo si è fatto entrare cani e porci in Italia(qualcuno andato a prendere in acque internazionali, al confine con altri Paesi che quasi ci hanno affondato le motovedette), il passo successivo che sarebbe dovuto essere fatto è la scrematura dei meritevoli dai manigoldi, ma anche sta volta il buonismo ci ha impedito di cacciare a calci i delinquenti. Poi è partita una campagna mediatica che ha trasformato tutti gli Extracomunitari in delinquenti agli occhi della gente. e per finire, ora che la situazione è suppurata e la gente sta cominciando davvero a comportarsi da razzista e la situazione sta per esplodere, Parte una controcampagna come questa che trasforma tutti in santi.

    Ma non sarebbe più facile insegnare alla gente a vedere il prossimo come persona e non come appartenente a una razza? E non sarebbe naturale applicare il”Chi sbaglia paga”senza giustificare qualcuno solo perchè straniero(o drogato, o alcolista, o ex detenuto)?

    sono sempre più dubbioso sul futuro di questa ItaGlia.

  9. Magari ci insegnassero anche il 20% di tasse e i semafori con il cronometro salva multe.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...