Veltroni iscriviti al solarium!

Invece del solito post di analisi sulle elezioni americane (i pro-McCain il giorno dopo dicono che l’america e’ una democrazia perche’ ha fatto presidente un mulatto [perche’ lo chiamano nero?]; i pro-Obama che fino al giorno prima dicevano che l’america era una merda ora dicono che e’ la democrazia piu’ figa dell’universo) divertiamoci leggendo questi gioielli di pura comicita’ presi da Spinoza.it:

Prima dei risultati.

I sondaggisti si sbilanciano, ma nulla è ancora deciso. Tuttavia il segnale più evidente del vantaggio di Obama è che a Dallas i poligoni di tiro hanno raddoppiato le iscrizioni.

I residenti all’estero hanno già votato per corrispondenza. Le poste italiane respingono le accuse di disservizi: al momento, lo spoglio dei voti pervenuti dal nostro paese vede Truman in lieve vantaggio.

Intanto, il ministro degli esteri Frattini dichiara che Berlusconi e Obama sarebbero simili sotto molti aspetti. Sì, avete letto bene: Frattini è ministro degli esteri.

Il bello è che era serio! “I punti di contatto tra i due sono evidenti”. Fra gli altri l’età, l’altezza e il colore della pelle. Più un’altra cosa che Berlusconi vanta di avere in comune coi negri.

Il PD si riunisce a Roma per seguire in tempo reale l’esito del voto. Della serie: proviamo a vincere almeno le elezioni degli altri.

Tagliato fuori dai pronostici, McCain sfodera le ultime armi per tentare di recuperare consensi. Ha dichiarato che voterà per Obama.

Dopo i risultati.

Dopo la sconfitta, caos nel partito repubblicano. “Sono pronto a tornare in pista” ha dichiarato Giorgio La Malfa.

Il nuovo presidente ha 47 anni. Hanno fatto notare a Berlusconi che Obama potrebbe essere suo figlio e lui ha risposto “Può essere, nel ’60 sono passato da quelle parti”.

Il Pd italiano festeggia. Sembrano quei tizi che si vedono nei telegiornali, che stappano lo spumante dopo che è uscito il sei al superenalotto: cantano e ballano, ma non hanno vinto un cazzo.

Anche Veltroni ha fiutato il cambiamento del clima politico. Si è iscritto a un solarium.

Una domanda per Obama. Ci invadete spontaneamente o dobbiamo proprio rifarlo tutto, il fascismo?

Annunci

7 commenti

Archiviato in da ridere, politica

7 risposte a “Veltroni iscriviti al solarium!

  1. yoshi

    ahahhaha 🙂

  2. mashiro

    AH AH AH!

    Ma anch’io adesso ci credo veramente. perché insieme persone ordinarie possono fare cose straordinarie. E allora gridiamo tutti assieme:

    YES WEEKEND!

  3. Guardate ragazzi sto ancora ridendo come un cretino. Lacrime su lacrime. Quella di Truman e quella di Berlusca che dice che Obama è suo figlio sono le più belle.
    Oddio fermatemi!! 😀

  4. Grazie per la citazione: ogni tanto ne infiliamo qualcuna carina, e su queste elezioni c’era tanto da dire. Purtroppo, ora che non c’è più Bush, la satira sugli Usa perde la maggiore fonte di ispirazione 🙂

    Ciao e a rileggerci
    Stark

  5. Grazie a voi ragazzi. Vi seguo da tempo e siete geniali. Gli ultimi due post erano perfetti. Continuate così. 😉

  6. Sì, hai ragione, quella di Truman e di Berlusconi sono strepitose. 😀
    Da seguire questo blog Spinoza, davvero.

  7. e poi dicono che mancano le menti, è il ricambio che in Italia non c’è

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...