Arriva l’uomo nero

Approfitto di questo bel post di Cachorro per scrivere qualcosa che avevo in mente alcuni giorni fa. Dal settembre 2001 a questa parte ormai ci siamo sverginati un po’ tutti e credo che quello che è successo nei giorni scorsi sia chiaro a tutti. Governo, magistratura e giornali hanno creato dal nulla una situazione d’allarme sull’onda degli attacchi a Mumbai. Tutto prestabilito, impacchettato da chissà quanti mesi, in attesa che un atto terroristico facesse bel risalto nell’opinione pubblica. Non dico che questi due marocchini non progettassero qualcosa ma il modo in cui è stato rivelato ai cittadini e la strumentalizzazione successiva sono palesi e francamente disgustosi. Vediamo passo dopo passo cosa è successo:

1. le intercettazioni si conoscevano da tempo.

2. l’attacco di Mumbai è perfetto e si sfrutta questo per dire che in Italia non siamo da meno.

3. giusto per aumentare la tensione si centellinano le notizie in un climax crescente, giorno dopo giorno. Infatti, prima ci dicono che sono dei terroristi incapaci e fantozziani e vogliono usare le bombole d’ossigeno per farle scoppiare in un supermercato Esselunga di un paesino. Il giorno dopo (ovviamente ai giornali sono state date notizie centellinate) ci dicono che volevano far scoppiare anche la questura di Milano. Il terzo giorno le caserme e infine il Duomo di Milano. Eccezionale, politici, magistrati e giornalisti sono una squadra perfetta.

4. dopo aver spaventato le persone con notizie gonfiate, manipolate e volute, si incomincia a parlare di allarme terrorismo anche in Italia con dibattiti, talkshow e straordinari editoriali sui giornali.

5. ultimo passo: tirare fuori la carta della repressione. Cioè il motivo per cui tutto il teatro di prima era stato confezionato. La moratoria sulle moschee. A parte che Pannella non sarebbe fiero dell’uso improprio di moratoria che ormai viene utilizzato dappertutto, come possono questi imbecilli pretendere un decreto tanto liberticida e anticostituzionale? Sarebbe fiato sprecato poi ricordare che le chiese cattoliche vengono costruite coi soldi dello stato mentre le altre confessioni devono pagarle coi propri soldi. Fiato sprecato perché l’Italia è una Repubblica Cattolica come tutti i costituzionalisti ormai riconoscono.

Questa cosa della moratoria sulle moschee è fatta a posta dai leghisti per stuzzicare i musulmani. Cioè la lega non fa che aspettare da anni che qualche disgraziato si faccia esplodere. E un decreto del genere non farebbe altro che aumentare le probabilità ce qualcuno lo faccia davvero. Cioè io sono incazzato per questa faccenda ma se fossi musulmano lo sarei ancora di più.

Annunci

7 commenti

Archiviato in Uncategorized

7 risposte a “Arriva l’uomo nero

  1. Post assolutamente condivisibile.
    Ma non trovi qualche similitudine con il pericolo rumeno, quando si arrivò a chiedere leggi a misura di etnia?
    Questa non solo è una repubblica cattolica, ma è anche, sempre più, un paese molto indulgente verso le tentazioni illiberali (del resto le due cose vanno perfettamente d’accordo) della nostra classe politica.

  2. Sì feci decine di post sull’argomento rumeno. Stesso meccanismo, stessa strategia del terrore, ahimè da migliaia di anni a questa parte i governi usano queste strategie. Ma una delle cose che pensavo non potessero accadere è vederle in atto in una democrazia. Un altro motivo per indicare quest’ultimo governo come la palese dimostrazione che un regime esiste anche senza soppressione dell’opposizione. (Malvino docet)

  3. cachorroquente

    …e quello che mi chiedo è: se, dio ce ne guardi, l’attentato in Italia ci fosse veramente? Caccia all’islamico? Pogrom?

    Grazie comunque!

  4. Gia’ che decreti eccezionali questo governo approverebbe in quel caso senza il passaggio in Parlamento? Io credo che farebbe peggio di quello che fece Bush dopo l’11 settembre, in cui comunque cheise il parere del Senato.
    Ormai in italia i governi vanno avanti a decreti senza l’approvazione del parlamento.

  5. Condivido anche io.

    Fabristol, sai se Cachorro scrive anche su qualche altro blog?

  6. No, Cachorro scrive solo come ospite su Snow Crash.

  7. z3ruel

    In realtà la Lega è l’archetipo del funzionamento della figura del politico. L’uso dell’allarmismo che giustifica le restrizioni delle libertà è comune in ogni campo della politica, non solo per quel che riguarda la libertà di culto. Il global warming è un altro esempio. Pian piano, a furia di andare dietro a questi furbastri ci faremo piantare un microchip sottopelle e ne saremo persino felici. In fondo verrà proposto con la “giusta” motivazione della nostra sicurezza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...