Si comincia!

revolution1

Su Progetto Galileo (no, non e’ ancora morto) e’ cominciato un progetto a lungo termine, Progetto Darwin o (R)evolution 2009, per festeggiare i 200 anni dalla nascita di Charles Darwin. Una serie di articoli daranno nuova luce all’evoluzionismo e all’uomo Darwin da un punto di vista multidisciplinare. Spero possa interessarvi. Qui la presentazione e al piu’ presto i primi articoli.

Annunci

8 commenti

Archiviato in scienza

8 risposte a “Si comincia!

  1. è anche il 150simo dell’Origine della specie.

  2. sam

    Ottima iniziativa. nel nostro piccolo, a Torino con l’UAAR, si cerca di dedicargli almeno una via…

  3. Sinceramente non ho mai capito perche’ l’UAAR e con loro tutti gli atei abbiano preso come figura protettrice Darwin, che proprio ateo non era. E che per tutta la vita ha sempre cercato di evitare di mettersi in mezzo nella diatriba tra credenti e non credenti.
    Tra l’altro e’ questo comportamento degli atei ad essere stato controproducente per la teoria scientifica dell’evoluzionismo. Se non ci fosse stata quest adiatriba e questo tirare la giacchetta al povero darwin quand’era in vita e ora da morto, probabilmente l’evoluzionismo non avrebbe mai avuto alcun problema ad essere accettato.

  4. No, dai, fabristol, non dire così!
    Non è certo stato il comportamento degli atei a rovinare la reputazione dell’evoluzione, su! E’ chiaramente, semplicemente, una riproposizione — ancora più forte perchè ancora più profonda — del vecchio caso copernicato dello spodestamento dell’uomo dal centro del creato. E’ questo che ha fatto di Darwin e della sua teoria il nemico numero uno della chiesa, quale che fosse la posizione personale dell’uomo Charles in merito a Dio. Quella degli atei è una semplice reazione…

  5. Guarda, quello che sta succedendo oggi e’ una fotocopia di quello che accadde in Inghilterra nel 1859. Gruppi di religiosi contro gruppi di non credenti. E Darwin trovava insopportabile tutto questo. Molti atei gli scrissero e tentarono in tutti i modi di portarlo dalla propria parte. Proprio a causa di tutto questo Darwin conio’ il termine agnostico. E il mito di Darwin ateo o addirittura che invento’ la teoria dell’evoluzione per disintegrare il pensiero religioso e’ rimasto anche grazie a tutto questo.

  6. @ Fabristol sulla questione UAAR

    …perché temo che siano passati dalla rivendicazione di un’idea, e quindi di un modo di vivere la vita, alla fondazione di una vera religione atea, hanno bisogno dei loro santi e dei loro dèi. Lo so che definirli una “religione atea” significa usare gli stessi epiteti coniati dagli integralisti (orrore!), ma francamente credo che affannarsi a dimostrare la non esistenza di un dio svilisca l’ateismo stesso.
    In sintesi: sei credente? Ok, ma non mi imporre nulla in nome del tuo credo. Sei ateo? Ok, ma fa’anche tu la stessa cosa. E hai ragione a porre l’accento sulla questione. Concordo, per favore non si violenti la scienza, grazie, soprattutto perché che Darwin (o chi per lui) fosse ateo o meno, non mi interessa granché, di solito mi emoziono e mi accontento della scoperta o dell’invenzione in sé.
    D’altra parte il fatto che lo stesso Darwin si fosse chiamato fuori dalla diatriba dimostra ulteriormente la sua enorme saggezza di grande scienziato!!!

  7. c.d.

    “Se non ci fosse stata quest adiatriba e questo tirare la giacchetta al povero darwin quand’era in vita e ora da morto, probabilmente l’evoluzionismo non avrebbe mai avuto alcun problema ad essere accettato.”

    -a parte che l’uaar e’ associazione di atei e _agnostici_
    -a parte che per trovare la differenza tra un ateo e un agnostico bisogna spesso spaccare il capello
    -a parte che personalmente non vedo in che modo gli atei oggi prendano darwin come “figura protettrice”, anzi semmai c’e la volonta di proteggere un’idea giusta dalle distorsioni e dalle censure dei clericali.

    a parte tutto questo, non mi pare che gli atei abbiano mai tirato la giacchetta alle femministe inglesi del primo novecento, o agli inventori delle pillole anticoncezionali negli anni 60, al movimento omosessuale degli anni 80, ecc… eppure femminismo, anticoncezionali, omosessualita e compagnia bella sono messi regolarmente nello stesso calderone con evoluzione e ateismo dai fondamentalisti religiosi.

    non sara forse che la colpa e’ SOLO dei fondamentalisti religiosi? non sara forse che starsene zitti e buoni non e’ una buona strategia sul lungo periodo? dopotutto il creazionismo e’ tornato di moda in america assieme all’ascesa della destra cristiana a partire dagli anni 70-80, a guerra fredda ancora in corso, quando non c’erano molti atei a tirare giacchette…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...