Siamo soli

pais

Siamo soli. Parlavo infatti di minoranza minacciata dalla maggioranza l’altro giorno. Domani saremo sempre meno. Il PD e l’Italia dei Valori, per quanto i loro capi hanno detto di votare no al ddl, voteranno con liberta’ di coscienza. In parole povere significa lasciare liberta’ di voto agli infiltrati papisti dei propri partiti. Dicono che per i temi eticamente sensibili non ci possono essere prese di posizione nette dei partiti. Poi ci si chiede come sia possibile che siano i giudici a dover riempire un buco legislativo grande come una casa. Se questo e’ modo di governare un partito.

Da domani niente sara’ come prima. Il Rubicone sta per essere attraversato. Cio’ che mi rattrista e’ che pochi se ne stanno accorgendo, tutti presi dalle tette del Grande Fratello o dal campionato di calcio. Beh almeno queste persone da vecchi potranno dire che quel giorno l’hanno presa nel culo con un sorriso ed un erezione tra le gambe.

Siamo soli. Quattro radicali spennacchiati, qualche ex-fascista o ex-comunista della prima repubblica*, uno sparuto gruppetto di cattolici con le palle (Mancuso fra tutti), pochi comunisti, contro un branco di pecore idrofobe che sputano sentenze da piazzale Loreto, “assassini”, “vomitevoli”, “nazisti”, “calunniatori”, “mistificatori”. Ho visto una donna inginocchiata pregando davanti alla clinica impugnando un cartello con la foto di Giovanni Paolo II, colui che chiese gli venissero tolti i tubi per l’alimentazione e idratazione. Sappiamo bene quanto e’ brutta l’ignoranza. Siamo nelle mani di gente ignorante e spesso squilibrata, primo fra tutti il presidente del consiglio.

Siamo soli.

Pochi a difendere la Costituzione, unica sintesi che ha potuto tenere e puo’ tenere uno Stato cosi’ diviso e complesso come l’Italia. Pochi a difendere la divisione dei tre poteri (legislativo, giudiziario ed esecutivo), la base del vivere civile in tutte le democrazie moderne. Pochi a difendere la liberta’ di ogni individuo di essere sovrano su se stesso, sul proprio corpo e sulla propria mente.

Siamo soli. E pero’ possiamo andare in giro a testa alta. Abbiamo dalla nostra orgoglio e rettitudine morale. So che molti tra noi si stanno disperando, altri sono frastornati, confusi. Non mollate. Non demordete. Stringete i denti. Negli anni a venire molti di noi verranno ripudiati da amici e familiari, altri verranno minacciati, altri ancora finiranno in prigione, i propri diritti calpestati. Non fatevi travolgere dalle loro risse. Non aspettano altro che una testa calda faccia qualche stupidaggine. Non aspettano altro.

Ma verra’ un momento (fra molti anni) in cui tutto questo sara’ finito, la gente si guardera’ indietro e si chiedera’ come sia potuto accadere. E noi saremo gli unici a non arrampicarci sugli specchi per trovare giustificazioni perche’ eravamo gli unici ad aver visto giusto.

p.s.

Ho messo il titolo del giornale spagnolo El Pais perche’ mi sembra l’unico giornale che abbia compreso la gravita’ della situazione italiana. Il titolo e’ eloquente e non ha bisogno di traduzione. Forse solo stando fuori dal sistema Italia si puo’ comprendere cio’ che sta succedendo.

*Perfino Andreotti, ogni schiaffeggiato dai papisti

Annunci

18 commenti

Archiviato in anticlericalismo, Italia provinciale, tristezze

18 risposte a “Siamo soli

  1. I denti, li stringo.
    Ma avremo consolazione, dalla nostra rettitudine, guardando le macerie attorno a noi?
    Siamo soli, è vero.

  2. flavio72

    Sono anni che ce la stanno mettendo nel culo
    ma la storia li ricorderà per quello che sono e che stanno facendo.
    Flavio

  3. ilferrista

    la notte della repubblica (cit.)

  4. Corrado

    Meno male. Era ora. Povera anima liberata!

  5. Gian

    Non siamo soli…siamo pochi…siamo persone che sanno che esiste altro rispetto al proprio orticello..siamo persone che sono in grado di dire “ora mi fermo perché sennò ti pisterei i piedi e non VOGLIO farlo” o che sanno dire “io non sono nessuno per dirti cosa fare tantomeno per obbligarti a farlo”…siamo pochi ma l’ignoranza e la superstizione non regneranno in eterno; la storia lo dimostra: siamo riusciti a far capire che è la terra e ruotare intorno al sole ed abbiamo fatto rivoluzioni…quelli eravamo noi anche allora eravamo pochi, ma mai del tutto soli…

  6. Sarò provocatorio, ma della storia non me ne può fregare di meno.
    Io sono qui, ora, e questi qui stanno ipotecando la mia vita qui e ora.
    Censurare internet, mandare il paese allo sfascio economicamente, tenere in croce un mio caro per la LORO idea della vita, permettere al Papa di rovinare la mia vita se mi si rompe un preservativo al momento sbagliato e non trovo un fottuto medico che mi prescrive la pillola del giorno dopo… qui, ora, a me e ai miei cari.
    Dolore vero, di persone vere, non l’idea di una parola scritta sui loro catechismi.

  7. Ho la sensazione che il caso Englaro sia una trappola, che ci siamo cascati in pieno (io per primo) e che adesso che siamo degli assassini matricolati, oltre che dei laicisti dogmatici, sarà molto più facile far passare una legge sul finto testamento biologico.

  8. @ferrigno
    “sarà molto più facile far passare una legge sul finto testamento biologico”
    ???
    Domando scusa, perch´ fino a ieri quali altri ostacoli c’erano? Napolitano con il beau geste, che comunque ormai non può più giocarsi, come il Matto ai tarocchi? Altri non me ne vengono in mente…

  9. Ancora più soli.
    Leggo ora che il PD ha approvato una mozione in cui considera l’eutanasia un reato. La mozione è stata votata dal PD ad eccezione dei Radicali.
    A questo punto era meglio senza legge…

  10. Per Weissbach

    sì ho letto. Grazie del link. Mi sa che mando qualche e-mail.

  11. Corrado

    sono tentato di fuggire prima e più lontano possibile.

  12. Massì, cugino di adamastor, hai ragione. Al mio paese si dice curnuti e vastunati.

  13. stavo facendo un piccolo riassunto della situazione sul mio blog.
    il tuo mi sembra fatto meglio però.
    siamo soli.

  14. clap clap… sigh!

  15. soli e con una pazienza infinita.

  16. Bellissimo scritto.
    Grazie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...