La periferia di Villa Certosa

1182856134715_lavillaOggi e’ una giornata triste per la politica italiana. Non solo per chi ha perso ma anche per chi ha vinto. Per quanto sia stato sempre critico in passato per alcune scelte di Soru, in queste elezioni regionali non avevo dubbi su chi avrei votato se fossi stato in Sardegna. Quello che ha vinto (chi e’? da dove e’ uscito fuori? cosa vuole? quale e’ il suo programma?) e’ stato solo una pedina della grande scacchiera ordita da Berlusconi. Il monarca assoluto d’Italia ormai sceglie tra i propri amici e parenti chi mettere ad amministrare le proprie baronie. Caduto l’Abruzzo, presa la Sardegna, fra un po’ una spinta alla Campania e Berlusconi regnera’ su tutto e su tutti. Ecco perche’ dico che questo e’ un giorno triste anche per chi ha vinto. Perche’ una democrazia liberale e’ tale solo quando vi e’ pluralita’. Altrimenti diventa dispotismo oligarchico. Per quanto Soru potesse avere alcuni difetti, aveva in mente un’idea del futuro della Sardegna e la voleva portare avanti con passione e impegno. Si puo’ avere rispetto di un uomo coraggioso come lui anche quando non lo si appoggia apertamente. Ma come possiamo avere rispetto di un manichino, una marionetta, un cortigiano di un monarca? Cosa sara’ ora della Sardegna amministrata direttamente da Porto Cervo o da Arcore? La Sardegna sara’ il giocattolo di una persona; la periferia della sua Villa Certosa. C’e’ poco da gioire.

E c’e’ poco da gioire perfino per quello che significa a livello nazionale per l’opposizione. Un’altra debacle vergognosa del PD e di Veltroni che in un paese normale si sarebbe gia’ dimesso. Nello stesso giorno tra l’altro un berlusconiano DOC come Renzi veniva eletto alle primarie del PD di Firenze. L’onda lunga sta arrivando perfino nelle regioni piu’ rosse. La Toscana sara’ la prossima a cadere nelle mani del berlusconismo di sinistra rutelliano, o forse addirittura di destra.

L’UDC prende piu’ del 10% nelle elezioni sarde dando un segnale chiaro a Berlusconi. Se l’UDC tornera’ nel centrodestra Berlusconi potra’ contare sul 70% del potere partitico piu’ gli infiltrati dell’opus dei rutelliani nel PD. Un potere immenso senza argini.

Annunci

27 commenti

Archiviato in Italia provinciale, politica, tristezze

27 risposte a “La periferia di Villa Certosa

  1. Andrew

    L’intelligenza dei Sardi mi ha colpito ancora una volta. Bastava seguire non dico giornalmente, ma almeno ogni tanto il sito governativo della nostra Regione per ammirare gli sforzi di una politica che aveva deciso con grande coraggio di spostare il timone in una direzione importante. Cosi non é stato. Mai una regione aveva investito tante risorse nello sviluppo delle qualitá umane, e non delle qualitá paesaggistiche. Qualcuno é ancora convinto che l’unica speranza per la nostra isola sia quella di vivere di turismo,di alberghi e ville sulle nostre meravigliose coste. Ma per quanto ancora si potrá costruire? Per quanto ancora potremmo scendere nelle nostre spiagge libere prima che siano di proprietá dei Russi e Inglesi? In questi cinque anni sará una corsa contro il tempo. Partirá giá da domani la riforma del piano paesaggistico, tanto caro al Presidente de Consiglio, per liberalizzare una cementificazione senza fine la dove il tempo in centinaia di anni aveva salvaguardato la natura che cosi tanto ci vantiamo di aver conservato intatta nei secoli. Tanti auguri alla Sardegna. Tanti auguri a coloro che ambiscono a lavorare come servi nelle strutture gestite da altri, e non da Sardi. Tanti auguri ad una Sardegna ricca di storia e tradizione ma povera, poverissima di obbiettivitá intellettuale. Auguri Sardegna.

  2. sam

    E’ veramente un brutto momento.

  3. … già, gli mancava lo sbocco al mare. Mi ricorda Neum, 5o metri di Bosnia sulla costa della Croazia…

  4. juhan

    la sardegna diventerà come rimini, ma più moderna e trendy!

  5. Per Weissbach

    si, ho letto stamattina sul giornale. Non mi si venga a dire che ad Ala’ dei Sardi erano esacerbati dall’immigrazione clandestina e dagli stupri delle donne del luogo. In genere sono queste le giustificazioni che portano avanti. Il fatto che queste cose avvengano perfino in una regione dove c’e’ la minore immigrazione straniera e la piu’ bassa criminalita’ fa capire quanto il paese stia cadendo in una spirale di violenza inaudita.

  6. Non ne so a sufficienza della realtà sarda per addentrarmi in una analisi ma ho un serio timore nella capacità di rinnovamento della sinistra, che peraltro avrebbe già dovuto essere in atto da tempo e trova invece i soliti personaggi pronti a dividersi più o meno su tutto.

  7. marcoboccaccio

    la sinistra non c’è più. il pd è un partito di centro, forse di destra, vista l’egemonia rutelliano-vaticana e l’incapacità della dirigenza di opporvisi. o più che incapacità, sarebbe da dire l’acquiescenza alla chiesa. ché in italia, che è il giardino del papa, senza la chiesa non si governa. tanto che scrivere che dio non esiste non si può perché pare che offenda le coscienze, mentre a me che sono ateo è vietato offendermi se qualcuno afferma che dio esiste o espone materiale di propaganda in tal senso. se potessi me ne andrei.

  8. Caro Fabristol, la tua analisi è lucida e condivisibile. Personalmente ho un solo rammarico, quello che la sinistra della nostra regione abbia imparato bene e velocemente i meccanismi di quella nazionale. Mi spiego meglio, tutti sapevamo che le segreterie, quelle piccole, quelle di paese non gradivano Soru, allora perchè mai lui ben sapendo questo ha infierito sul pd ricandidandosi? smanie di protagonismo o cosa? un saluto amareggiato.

  9. Nikkey

    Hola, Fabristol…
    Ci sono rimasto male per la vittoria del nano in sardegna, li facevo piu scaltri.
    Cos´e´successo, so´che in sardegna l´analogico tv non c´e´piu´, ma solo digitale terrestre, hanno messo 3 film e un po di veline per convincerli a votare il nano ? I casi sono 2: silvio ha imbrogliato sui risultati dello spoglio delle schede, oppure peggio, lo hanno votato. C´e´un po´di piu´nella sconfitta di Soru: lui porto internet in italia, con video on line, quando le ditte dei telefoni non ci pensavano proprio; silvio invece sta´rintronando l´italia da 30 anni con: dallas,dinasty,falcon crest,sentieri,beautyful(la summa del puttanismo),costanzoscio´,forum,studio aperto,amici,tg4… Come dice moretti, berlusconi ha cambiato le teste a tutti, non siamo piu´quelli di prima; noi siamo gli ultimi moicani che ricordano un mondo pre-silvio…
    E´una scelta quella sarda. TV win.

  10. Nikkey

    @ juhan

    >la sardegna diventerà come rimini, ma più >moderna e trendy!

    O forse rimini diventera´ come la sardegna ?

    Ma poi siete instancabili:
    – un milione di posti di lavoro
    – citta´piu sicure
    – la cordata italiana per alitalia
    e molte altre che non ricordo
    cosa vi fa´pensare che questa volta truffolo manterra´le sue promesse ?
    Ciao.

  11. Scusami caro Fabristol se mi permetto di dissentire per non dire altro, con il tuo commentatore Nikkey, se lui vive di tv, vorrei spiegarli che in Sardegna gli abitanti, hanno appunto, altri mezzi per informarsi.

  12. Corrado

    Uolter si dimette.

    Francamente in queste elezioni non mi sentivo rappresentato da nessuno. mi spiace solo di non essere andato a votare: l’avrei fatto per Gavino Sale o uno dei partiti minori. Voto di protesta.
    Cappellacci non mi piaceva.
    Però ora voglio vedere quanto ci mette Soru a iniziare a darsi all’edilizia costiera.
    Io credo che il risultato politico così netto non possa implicarsi solo al discorso che fai tu, Fizio, o a quanto dice Nikkey(che trovo molto riduttivo, per non dire offensivo). Penso che l’amminisrazione Soru abbia sbagliato pesantemente tagliando in maniera insensata in certi settori chiave(Sanità in primis)e abbia fatto spesso una politica di abbellimento di facciata, sempre nella questione Sanità.
    Bisognerà continuare a resistere e cercare di andare avnti, ma penso che qualunque risultato sarebbe stato ugualmente fallimentare!

  13. Nikkey

    Attenzione: non volevo e non voglio offendere nessuno; credo che allo stato attuale se si rifacessero le elezioni domani, rivincerebbe silvio. D´altra parte avere 6 televisioni aiuta; la settima invece la controlla la moglie.
    Ciao.

  14. Corrado

    Su questo hai ragione Nikkey.
    Peccato che con tutto il tempo che c’è stato tra le varie legislazioni Berlusconi, nessuno abbia mai profuso impegno nel fare qualcosa sul conflitto di interessi.
    Potrebbe anche essere che se davvero ci fosse una legge del genere ci sarebbero forse 1\10 di tutti i politici, di tutti gli schieramenti(Soru incluso).
    Continuo ad essere deluso su tutta la linea.

  15. z3ruel

    Eggià, in effetti Cappellacci non so nemmeno chi sia. Però, giusto per andare controcorrente, a me Soru è sembrato davvero pessimo. Trasformare la Sardegna in un parco nazionale (l’ultima proposta di mr Tiscali era di spostare il limite per poter edificare a 5 km dalla costa!!) e continuare in idiote politiche ambientaliste che penalizzano il turismo per continuare a campare di assistenzialismo, le varie tasse sul lusso, i trucchi di bilancio, l’imposizione della società unica regionale per la fornitura dell’acqua…

    Insomma, è facile che in futuro avrò da ridire su Berlusconacci, ma Soru era davvero il peggio.

  16. Non sono d’accordo z3ruel. Sul preservare le coste dalla cementificazione ero d’accordissimo; magari il limite di 5 km e’ troppo. Ma le coste devono essere preservate dalla cementificazione. Non voglio la mia isola un immenso villaggio valtour per i turisti milanesi. Io non ero d’accordo sulla tassa del lusso e come me lo fu la corte costituzionale. Palesemente incostituzionale. Ero contrario anche alla tassa sul turismo. Ero contrario anche ai forti limiti sull’eolico. Ma Soru e’ stato sicuramente il miglior governatore della sardegna (e forse tr ai migliori in italia) per altri motivi: oltre per le coste, ha puntato tantissimo sull’istruzione, sulla ricerca, sulle nuove tecnologie; non solo ma ha dato un profilo nuovo all’isola facendola uscire dal millenario senso di inferiorita’ e provincialismo.

  17. Corrado

    In se la Salvacoste non era sbagliata… alivello di principo almeno.
    Semplicemente era pianificata a capocchia.
    Anzitutto non ha senso che esista una distanza fissa dalla costa, in secondo luogo è stato abbastanza facile, per chi aveva soldi da investire(secondo me anche Soru, ma è una illazione), comprare ettari quardati di coste che da qua a un anno o due verranno sbloccate e varranno 10 volte quanto sono state pagate!
    Se il secondo punto sia abbastanza intuitivo, sul primo mi spiego con due esempi concreti:
    1)in Sardegna non esistono solo paradisi costieri: esistono anche delle cittadine costruite a ridosso della costa che nulla hanno a che vedere con le spiagge candide. Ci sono lotti separati dalla costa da schiere di palazzi che però ormai non sono edificabili per il salvacosta. non trovo questo sia giusto nè sensato.
    2)i paradisi naturali: credo che 2 km dalla costa per posti come Chia, o Vollasimius, o Calagonone non bastino. bisognerebbe valorizzare il territorio e sospendere la cementificazione. Però solo in QUEI posti. E’ come se in Toscana non si costruisse più perchè il paesaggio toscano è patrimonio dell’UNESCO… non si può fare una scelta indiscriminata.

    Aggiungiamo che i vincoli paesaggistici attuali, per lo meno in Sardegna impediscono, salvo complicatissime licenze, di fare qualunque modifica(anche interna) agli edifici che siano a meno di 2 km da una chiesa, da un monumento, da un parco e vedremo bene quanto è invogliato chi abbia intenzione di compiere abusi!

    Renato Soru non è mai stato uno che ha gradito scendere a compromessi ed ha pagato questo.

  18. Corrado

    Ehm Fizio, però ha toppato sulla Sanità, che per la Sardegna è il 50% del budget, circa.
    L’istruzione è stata migliorata fino a un certo punto. Ha puntato sulla formazione universitaria, in particolare con il Master And Back, ma a seconda di quando lo cominciavi ti lasciava col culo per terra visto che aveva decorrenza non da quando partivi(per cui copriva ad esempio 1 anno di master)ma da quando partiva il master(per cui chi partiva il giorno 1 ne beneficiava al 100%, chi al 365° beneficiava di 1 gg solo).

    E poi come ho detto alcune cose sono state solo di facciata, basta vedere il risanamnto delle ASL di Cagliari e sassari comparto ad esempio con quella del Sulcis… ci credo che l’hanno castigato alla grande i sulcitani!

  19. juhan

    @ Corrado
    ettari quadrati? nell’iperspazio?
    si può essere d’accordo o meno su parecchio ma l’analisi dimensionale va rispettata, anche in Itaglia.

  20. Corrado

    hai ragione… gaffe mia…
    stavo scrivendo km quadrati, poi ho corretto in ettari, ma ho lasciati i quadrati..
    Però sai… un bell’ettaro quadridimensionale me lo comprerei proprio!

  21. juhan

    @ Corrado: anch’io magari con la quarta dimensione attorcigliata come vogliono i superstring-isti. E poi ci sono, ripensandoci, i 3 ettari cubici di Paperon de’ Paperoni 😉

  22. gianni

    Ma di cosa parlate tutti quanti, ma chi vi ha informato. Forse non sapete che internet in italia non l’ha portata soru ma Grauso infatti videonline l’ha inventata e venduta lui a telecom, se vi ricordate la sede era vicino all’unione sarda anche quella sua, soru in quel periodo magari stava ancora affettando mortadelle e salami al negozio della madre a Villacidro, poi anche tiscali non è sua lui i suoi soldi li ha fatti facendo il prestanome per altri, o come ha fatto in questi anni da governatore, con la sua bella legge salva coste, ha fatto comprare per due soldi i terreni che grazie a lui non erano edificabili dalla povera gente, sapendo che poi le cose sarebbero cambiate, e rivenderli per tantissimo in più, spero solo che Cappellacci, modificando la legge vincoli quei terreni acquistati tra il 2004 e il 2008 per almeno 15anni poi voglio vedere. Ha parlato tanto delle energie rinnovabili, ma quando società (sopratutto di sardi come me) erano pronte a investire sull’eolico e il fotovoltaico la regione diceva di no e cosi tutti i comuni amministrati da i sui servi della sinistra, senza pensare alle grandi opportunità che si potevano dare hai giovani in termini di posti di lavoro e professionalità. Ma l’importante era far costruire la centrale in Z.ind di Cagliari al suo amico e socio continentale di tiscali, espropriando 160 ettari al prezzo agrario più basso alla povera gente. Si mi direte ma erano disposti a pagarli anche di più dopo la terza sentenza del tribunale, provate voi benpensanti di sinistra a pagare un avvocato e farvi assistere in una causa civile e sperare che dopo i primi vent’anni per la prima sentenza, si passa all’appello che ne durerà almeno altrettanti per poi se c’è la fate ricorrere in cassazione per aspettare almeno altri 10 se prima voi o il vostro avvocato non siete MORTI, solo che lui avrà nel frattempo fatto tanti soldi da lasciare alla sua famiglia e avrà sicuramente un bel funerale mentre voi avrete lasciato sul lastrico la vostra che bene che vi va vi cremerà nel caminetto di casa se non vi dà in pasto hai maiali perché non avrete neanche la legna per il fuoco. Questo è solo per dirvi alcune cose del vostro amichetto soru che di voi se ne strafrega e pensa solo ai suoi sporchi interessi, parlate tanto male di Berlusconi che ha tante televisioni e giornali, provate se ci riuscite a pensare quante famiglie vivono grazie alle sue aziende. E lo sò il vostri due neuroni non c’è la fanno l’importante è accusare il nemico o siete troppo impegnati a scoprire se IL CHE’ era CUBANO o BOLIVIANO?. Lo stanno pensando ancora i vostri amici universitari di Scienze forestali e Scienze della pubblica amministrazione della Facoltà di Nuoro quando soru è andato e gli ha detto che invece di chiedere aiuti dovevano andare a studiare a Londra. Bene se chi ha votato Cappellacci, si è fatto distrarre dalle veline o dai reality che io non guardo, pensate a quando vostra madre si è distratta quando vi ha messo alla luce se siete convinti di quello che avete detto e scritto.APRITE GLI OCCHI C’E’ ANCORA TEMPO PER CAMBIARE E SMETTERLA DI FARSI INFINOCCHIARE DAI SINDACATI, DALL’UNITA’ E LA NUOVA SARDEGNA. IL COMUNISMO NON E’ MAI ESISTITO E NON ESISTERA’ MAI COSI COME LO PENSATE VOI.

  23. Gianni lasciando perdere la pessima battuta sulle madri vorrei farti notare che qui nessuno è comunista. E neppure di sinistra come la intendi tu e il tuo berlusconi, che da come parlate vedendo comunisti dappertutto, dovrebbe essere tuo amichetto.

  24. gianni

    caro fabristol, non è che io veda comunisti dove non ci sono, ma uno che come te e veramente disperato che soru, dopo tutto quello che ha fatto, abbia perso e non accetta che un uomo conosciuto o meno di nome UGO Cappellacci, vinca le elezioni e accusi chi la votato di non essere una persona seria. Parli di ciò che stà avvenendo come non liberale, ma ti dimentichi che la maggioranza di Sardi, maggiorenni e magari con almeno il tuo titolo di studio l’hanno scelto. Poi continui a dire che andava apprezzato il lavoro che soru stava portando avanti “aveva in mente un’idea del futuro della Sardegna e la voleva portare avanti con passione e impegno. Si puo’ avere rispetto di un uomo coraggioso come lui anche quando non lo si appoggia apertamente”. Se apprezzi che lo la sua passione ed impegno, su questo blog, lo stai appoggiando apertamente, se poi non ti ritieni di sinistra, cerca di capire cosa vuoi per la tua regione, non sono Berlusconiano, sono si di DESTRA ma la destra che nasce da idee che parlano anche di socialismo, quindi anche se critichi Berlusconi, non puoi dire che soru è meglio di lui. non prendere le mie righe come un’offesa a te, le mie volevono essere solo uno sferzata per tutte quelle persone che vorrebbero ma non sono capaci di dire o chiedere, ma solo criticare. infatti alla fine del mio messaggio, si un pò pesante, dicevo che c’è ancora del tempo per cambiare e per migliorarci TUTTI, ciao. giannip

  25. SEnti Gianni io ho criticato anche pesantemente Soru in passato. Qui lo sono testimoni in tanti. Prima mi chiamavano di destra per questo, ora comunista. E’ dura non essere tifoso degli spalti di sinistra o di destra. Prendi merda da tutte le parti. Ma io continuo per la mia strada.

  26. Se si pensa che il cavaliere si e’ portato dietro in
    Sardegna il trionfo abruzzese,…c’e’ proprio da
    rimanere sconcertati.
    Valeva la pena fare tanta fatica per togliere un
    presidente gia’ eletto,…di sinistra per metterne
    un’altro,raccomandato da cardinal mazzarino,che
    risulta pure indagato?
    Tutta la campagna e’ stata impostata sulla moralita’,…la moralita’ di chi?
    Un saluto,berdino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...