Horns up before the God of metal!

200px-dio_throwing_hornsE’ bello sapere che un gesto che usi così spesso ai concerti metal, un simbolo che accomuna tutti noi cultori del genere, che ci contraddistingue per quello che siamo e che ci rende così orgogliosi, le corna con le dita intendo, beh ho appena scoperto che deriva dalla cultura italiana.

In breve pare che il primo ad usarle ad un concerto metal sia stato Ronnie James Dio (nomen omen) quando sostituì Ozzy Osbourne alla guida dei Black Sabbath. Dio è di origine italiana e sua madre faceva il segno delle corna contro il malocchio. Qui le sue parole sull’origine del gesto:

“[…] I was in Sabbath at the time. It was symbol that I thought was reflective of what that band was supposed to be all about. It’s NOT the devil’s sign like we’re here with the devil. It’s an Italian thing I got from my Grandmother called the “Malocchio”. It’s to ward off the Evil Eye or to give the Evil Eye, depending on which way you do it. It’s just a symbol but it had magical incantations and attitudes to it and I felt it worked very well with Sabbath. So I became very noted for it and then everybody else started to pick up on it and away it went. But I would never say I take credit for being the first to do it. I say because I did it so much that it became the symbol of rock and roll of some kind.” Da wikipedia.

Visto che ci siamo vi lascio ascoltare l’ultimo miracolo di Dio (il cantante intendo).

Annunci

10 commenti

Archiviato in musica ganza, spunti di lettura e scrittura

10 risposte a “Horns up before the God of metal!

  1. Grandissimo Ronnie James Dio. Però secondo me il suo meglio lo ha dato con i meravigliosi Rainbow!

  2. Mi devo aggiornare. Non li ho mai ascoltati. Grazie 😀

  3. Io li sentivo da ragazzo. Però ho preso la raccolta su CD dei loro pezzi migliori con l’ultimo ordine di Nannucci 🙂

  4. Nannucci? Esiste ancora? Un tempo ordinavo su Negative, poi scoprii Nuclear Blast (Germania). Ora mi nutro da Amazon.co.uk.

  5. C’è ancora Nannucci e hanno un ottimo catalogo, tempi brevi e offerte ogni mese che fanno concorrenza ai vari servizi internazionali. Beh forse a Bristol ti conviene Amazon però 🙂

  6. Io i CD li compro a 5 pound che ora sono 5 euro senza spese di spedizione. In Italia siete ancora a 20 euro!!!!

  7. 20 euro i prezzo pieno spot tv. ma sui cataloghi e siti web si comprano a meno: da 5 fino a 15 euro.
    Di solito compro cose vecchie comunque. La roba nuova la scarico su iTunes.

  8. Io la roba nuova la scarico e basta. 😀

  9. Pingback: Bring back the horns where they belong! « Fabristol

  10. Pingback: La madre degli imbecilli è sempre incinta « Fabristol

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...