Al lupo, al lupo!

Su Giornalettismo un mio post che fa il punto su quello che sappiamo dell’influenza suin…ops…influenza A fino ad adesso. Cioè niente.

Il post è stato scritto Giovedì, ma le cose non sono cambiate. A parte il nome e il fatto che l’OMS continui dopo la figuraccia mondiale a considerare il livello di allerta quasi massimo a 5. Mi ricordo la settimana scorsa il portavoce dell’OMS che parlava della possibilità di decine di migliaia se non addirittura milioni di morti in tutto il mondo, così come se parlasse del numero di bikini che ha visto in spiaggia la settimana scorsa. Ma sorpattutto senza neppure sapere cosa era quest’influenza, da dove veniva, e quanti morti aveva fatto. Un lavoro di terrorismo psicologico coi fiocchi. Però a livello globale.

La prossima volta che succederà qualcosa di veramente grave l’umanità starà ad ascoltare o li manderà a quel paese? Da quanto è stato scoperto l’HIV non ne hanno azzeccato una.

Annunci

5 commenti

Archiviato in giornalettismo

5 risposte a “Al lupo, al lupo!

  1. … già, ma intanto le multinazionali farmaceutiche (i cui titoli in borsa volano, vista l’eccezionale richiesta di antivirali) hanno già ripianato i propri bilanci – il cui “attivo” era stato magari compromesso da spericolate operazioni finanziarie… – facendo la gran bella figura di non chiedere né euro né dollari ad alcuno…
    Vuoi mettere questo bel risultato contro una banale accusa di procurato allarme? Pfui…

  2. Sì ho visto le quotazioni in borsa di alcune case farmaceutiche come la Novartis. Di certo ne hanno approfittato di questo clima apocalittico.

  3. Stavolta la pensi LETTERALMENTE come me… eheheheh 😀

  4. Paolo

    Be’..dovremmo essere contenti o felici per la Novartis? 🙂
    Sinceramente quello che mi fa’ incazzare di piu’ e’ tutta questa tensione psicologica data dai giornalisti! Oggi in New Mexico 50 scuole del Sud hanno chiuso per la paura dell’epidemia (ti ricordo che c’e’ 1 caso in Soccorro, NM: e sottolineo 1 azzzzz). Insomma, ora anche i New Mexicani si stanno preoccupando del contagio..Dovrei crederci? Sai quando credero’ che l’influenza e’ arrivata in New Mexico? 1. Quando qualche centinaia di persone sara’ malata. 2.Quando avro’ la temperatura corporea bella alta associata a mal di gola, naso tappato, brividi di freddo, ecc. Con questi sintomi, sempre se riesca a capire se sono sintomi primaverili, paranoie dei giornali 🙂 o la vera influenza suina, dovrei chiamare il dottore e usare uno dei due medicinali che dovrebbero curarmi dall’influenza “del maiale” (entro le 48 ore chiaramente, per evitare la morte).
    Qualche suggerimento per evitare di schiattare in New Mexico?

  5. Nova

    Arrivo sicuramente tardi, ma ecco un altro articolo molto interessante sul sito di “le scienze”:

    http://cattaneo-lescienze.blogautore.espresso.repubblica.it/2009/05/06/porci-con-le-ali/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...