Occhio per mille

E occhio all’ora di epurazione. Trovate anche qui.

Annunci

19 commenti

Archiviato in anticlericalismo

19 risposte a “Occhio per mille

  1. Corrado

    Stanco.
    Sono sempre più stanco.
    Da cattolico mi sento sempre più schifato e parte di un sistema che non è più quello che avrebbe dovuto essere ma una macchina da soldi.
    Tristezza.

  2. Enrico

    Certo il meccanismo dell’otto per mille è molto più truffaldino, ma se fosse per me li abolirei entrambi. Se voglio dare qualcosa in beneficienza lo faccio di mia iniziativa, non c’è bisogno che si intrometta lo Stato.

  3. Paolo

    C’è da dire che il simil prete potevano realizzarlo anche più simpatico!

  4. Avevo già visto il video. L’ho pure condiviso su fb… La sostanza, però, non cambia: non possiamo scegliere, né farci nulla. Sapere serve solo a rodersi il fegato.

  5. Per Corrado

    Eh pensa quelli che cattolici non sono (credenti o non credenti che siano) cosa devono pensare ogni giorno.

    Per Mashiro

    Si ho letto. scandaloso! Lo conoscevi?

    Per Enrico

    A me piacerebbe il metodo tedesco: se vuoi far parte di una chiesa paghi una tassa. E con quella sostieni quel clero. Altrimenti non paghi la tassa a nessuno. Ovviamente facendo cosi’ meno del 10% degli italiani darebbe soldi alla chiesa cattolica e finirebbe in bancarotta.

    Per Paolo

    Lo so. Anch’io lo trovo insopportabile e ne ho parlato male anceh da altre parti. Ma che ci vuoi fare: e’ uno spot dell’uaar e quindi di parte.

    Per Neurobi

    si ma appena le vecchie generazioni se ne vanno in cantina saremo noi a votare e/o a stare al parlamento. Dobbiamo far conoscere queste cose scandalose il piu possibile.

  6. Corrado

    @Mashiro.. Senza dubbi scandaloso.
    Al livello di Diliberto che senza tesserino del PCI non ti faceva passare gli esami!

  7. Che bella universita’ che abbiamo a Cagliari!

  8. Corrado

    Speriamo che buttino fuori Mistretta prima che la carica diventi ereditaria!

    Ricordo ancora i volantini per la sua campagna elettorale come Sindaco di Cagliari:
    “Mistretta sindaco: è Magnifico”

    No Comment!

  9. beh, da come lo mettono sembra che il meccanismo dell’otto per mille sia veramente diabolico, tu dai la preferenza e in base a quella si smezza un calderone di soldi in comune, brrrr.

    Poi rileggi bene e ti accorgi che è tutto normale, la democrazia funziona esattamente così.

  10. Due punti:
    1. Perche’ il 5 per mille e’ diverso allora?
    2. la cosa e’ molto diversa e lo sai. Capisco la provocazione ma non sono due cose comparabili.
    In una elezione c’e’ un numero finito di posti che si possono occupare (50 seggi in un comune per esempio). Quindi un voto non equivale ad un posto ma e’ una proporzione del voto. Altrimenti sarebbe impossibile: dovremmo avere 60 milioni di posti al parlamento!
    In questo caso invece un voto equivale ad una quantita’ di denaro che si vuole devolvere. E se qualcuno non vuole darla questa quantita’ di denaro a nessuno, perche’ lo stato invece gliela prende comunque e la da (il 90% della somma totale) ad una minoranza che ha ricevuto solo il 40% di preferenze?

  11. Ah certo che bisogna farle conoscere. Mica dicevo di no. Solo che sta cosa di sapere e non poter far niente mi provaca un movimento rotatorio ai testicoli 😀

  12. “1. Perche’ il 5 per mille e’ diverso allora?”

    si vede che qualcuno si era fumato roba buona e ha approvato la legge poi era troppo tardi per ritirarla.

    “In una elezione c’e’ un numero finito di posti che si possono occupare (50 seggi in un comune per esempio). Quindi un voto non equivale ad un posto ma e’ una proporzione del voto. Altrimenti sarebbe impossibile: dovremmo avere 60 milioni di posti al parlamento!”
    non centra col ragionamento che facevo io, spe mo provo a spiegare.

    quando voti dai il tuo voto ad un partito che elegge un governo che gestisce il gettito fiscale e la cosa pubblica con tasse progressive eccetera, quando voti non è che funziona come una spa che ognuno vota in base alla quota di capitale detenuta (o alle tasse che paga) ma ogni capoccia un voto, quindi il povero (povero non è corretto diciamo uno che paga poche tasse, può essere anche un evasore o uno statale roba così) sta decidendo dei soldi del ricco/pagatore di ingenti tasse.

  13. Pensavo la tua critica fosse piu’ raffinata.
    Boh, a questo che cosa ti devo rispondere? non ha alcun nesso con quello di cui dicevamo sopra.

  14. Se posso aggiungere un punto alla discussione sull\’OPM: lo Stato non fa per niente pubblicità al suo, e in compenso purtroppo NON lo usa per le finalità di legge (calamità naturali, fame nel mondo ecc): l\’anno scorso, di 80 milioni ricevuti solo 3.5 sono stati usati correttamente, tutto il resto è andato al ripianamento dei debiti della Finanziaria, pesantemente colpita dallo sconto ICI fatto dal governo un anno fa… e in passato, spesso è andato a finanziare missioni NATO in Iraq o Kosovo, oppure in progetti di restauro di enti cattolici (ebbene sì… andate al sito ADUC w, associazione utenti e consumatori, per verificare da voi stessi a questo link http://www.aduc.it/dyn/documenti/allegati/pulce/indiceottopermille.html)
    Di conseguenza (con un pizzico, ma proprio pizzico, di orgoglio, essendo io valdese ;-)), credo si possa dire che la chiesa valdese sia uno dei pochi enti che oggi sembra utilizzare le cifre OPM in maniera davvero laica e consone ai fini espressi fin dall\’inizio (nemmeno un euro va in costruzione di chiese o pagamento degli stipendi di pastori e pastore), dandone puntuale rendiconto anche online. E se volete verificare per decidere informati, andate a http://www.ottopermillevaldese.org
    Beh, spero con questo mio \”spiegone\” di avervi fatto cosa utile, se non gradita…fatemi sapere se così non fosse… ciao da Simona (una valdese)

  15. Si ma che mi dici della nuova trovata della Chiesa Valdese? Ovvero quella di accedere alle quote non espresse dell’OPM?

    http://www.uaar.it/news/2009/06/10/valdesi-accederanno-alle-quote-non-espresse-8-per-mille/

    Non ti sembra un imbroglio e sorpattutto un modo molto italiano per dire: “tutti fanno i furbi perche’ non lo devo fare anch’io?”

  16. …beh, dal mio punto di vista – che può essere di parte, per carità -, no… anche perchè le quote a cui la chiesa valdese rinunciava da danni a favore dello stato – sono state spese molto peggio, e con molta meno trasparenza… per questo abbiamo deciso di accettare le quote che destinavamo allo Stato, con sofferta decisione del nostro Sinodo.. Sei ovviamente libero di pensarla come vuoi, ma lo Stato di 80 milioni di OPM ricevuti ne utilizza solo 3.5 per gli scopi dichiarati – come ho spiegato sopra (un po’ come la CEI, che di 990 milioni, ne usa il 20% per opere di carità, e l’80% per il culto, ma ehm, non lo dice mai molto chiaramente negli spot TV eheh…) la chiesa valdese – almeno – rende conto fino all’ultimo euro dei soldi spesi, e non un euro va per attività di culto, come già detto… quindi, libero di firmare o no per i valdesi, ma almeno è una scelta al 100% informata. E non lo dico (solo) io, lo dice ad es. l’ADUC, già citata… ciao!

  17. No certo che capisco e ho sempre apprezzato i valdesi per la trasparenza ma soprattutto per il fatto che destinano tutti i soldi per opere di carita’ invece che per esigenze di culto (croci d’oro massiccio e argenteria) e per gli stipendi dei preti come fa la chiesa cattolica. Pero’. pero’, pero’… uno dei motivi per il quale noi anticlericali contestavamo il sistema dell’8 per mille era proprio quel sistema truffaldino di prendersi le quote non espresse. E voi ora fate parte di quel sistema mentre prima eravate puliti. Molti di noi infatti hanno rinunciato a dare la quota ai valdesi quest’anno:

    http://metilparaben.blogspot.com/2009/06/la-grande-abbuffata.html

    E se fossi in Italia farei lo stesso. Esistono principi e valori ben piu’ alti che la divisione dei denari. Uno di questi e’ mantenersi puri e soprattutto non usare gli stessi metodi criminali della chiesa cattolica

  18. …come vuoi, fabristol, capisco – io ritengo però che se questi fondi li usi bene, e NON per te stesso/a come attività di culto di una chiesa – e dandone completo resoconto a chi ti ha dato fiducia – non stai proprio usando il metodo della CEI… e nemmeno quello dello Stato, che si dice laico e non lo è… ma ognuno è libero di pensarla come vuole, io sono nel mio piccolo orgogliosa di far parte di una piccola chiesa cristiana che cerca di rimanere evangelicamente povera, e che utilizza bene – e laicamente – il denaro ricevuto. Ciao! S

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...