Misteri

In effetti poichè non candidato in quel sondaggio non ci sarebbe dovuto stare, ma di fatto per due giorni su L’Espresso il nome di Grillo ha campeggiato insieme agli altri quattro candidati del PD qui. Fino a qualche ora fa si conteggiavano 60000 voti di cui circa 40000 solo per Grillo. Marino secondo a pari merito con Bersani. Ultimo Franceschini. Ah sì poi c’è anche quel coso lì che non voglio nominare.

Adesso (00:51 ora italiana) il sondaggio è stato riazzerato. Il titolo ora è “Pd, corsa a quattro” mentre prima era “PD, una poltrona per cinque”. Grillo non compare più, i voti sono appena 1500. Bersani e Marino pari. Franceschini ultimo. Ah sì poi c’è quell’altro coso.

Interessante anche che i gestori del sito de L’Espresso stiano boicottando l’accesso alla pagina del sondaggio con un trucchetto infantile. Al link è stata aggiunta una h all’http di fatto rendendolo impossibile aprirlo. Ovviamente basta copiare il link, incollarlo e cancellare l’h di troppo.

Anyway, questo sondaggio durato 24 ore, ora censurato, è stata la migliore anteprima delle primarie. Se Grillo riuscisse a presentare una candidatura nel PD gli altri avversari verrebbero stracciati e Grillo diventerebbe il padrone assoluto del partito. Evidentemente i capi del PD lo sanno e se devo essere sincero hanno fatto benissimo a non accettarlo. Comunque una cosa mi lascia perplesso: con tutto il consenso che si ritrova perché Grillo non fonda un partito e si candida?

Annunci

18 commenti

Archiviato in Uncategorized

18 risposte a “Misteri

  1. Beh, penso che Grillo voglia tradire la sua promessa di non entrare in politica, e lo stia facendo per gradi. Tra non molto, se le cose non cambiano (e dubito che possano farlo allo stato attuale delle cose), aspettiamoci un “Partito Cinque stelle” o qualcosa del genere.
    P.S.: Come si fa per scriverti? Dovrei chiederti un paio di informazioni sulla terra in cui vivi, se non ti scoccia…

  2. juhan

    “perché Grillo non fonda un partito e si candida?”
    Risposta: perché la cosa darebbe fastidio a papi e papa e relative combriccole.

  3. Procellaria

    Quei sondaggi non sono significativi, non sono neppure sondaggi. Non hanno alcun valore. Il consenso di cui gode Grillo non credo sia così ampio e anzi sembra sia in discesa. Alcuni hanno commentato la candidatura alla segreteria PD proprio come un tentativo per risollevare “gli ascolti”.
    E non sono d’accordo, quelli del PD hanno fatto male a rifiutare la candidatura di Grillo. Avessero affrontato la cosa con coraggio, a viso aperto, avrebbero avuto l’occasione di papparsi il consenso di Grillo, di Di Pietro, di monopolizzare la scena fino a ottobre. Certo che, coraggio e PD nella stessa frase fanno ridere.

  4. sono d’accordo, sono paralizzati dalla paura e dall’ignavia cronica.

  5. “…perché Grillo non fonda un partito e si candida?” Credo abbia paura di perdere, Fabristol: ne ha già dato prova con la bocciatura dei referendum sull’editoria. Passati al vaglio della Cassazione che ha risposto “niet”, ha liquidato l’intera faccenda con due righe sul suo blog. Abbastanza inusuale per un “urlatore “professionista.

  6. Fabristol ha scritto: “Al link è stata aggiunta una h all’http di fatto rendendolo impossibile aprirlo”.

    Secondo me non l’hanno fatto apposta. L’errore comunque è stato corretto: ora nella home page il link al sondaggio è esatto e hanno messo anche il link al sondaggio a cinque stravinto da Grillo:

    http://espresso.repubblica.it/sondaggio-risultati?idpoll=2104257

    Con un voto all’americana Grillo è imbattibile, perché i voti non grillisti si disperdono tra i vari candidati. Solo usando un sistema elettorale meno rozzo (doppio turno con ballottaggio a due o turno unico australiano) ci sarebbe qualche minima possibilità di batterlo.

  7. Mi correggo: nella home page dell’Espresso i link al sondaggio senza Grillo sono due: quello in alto ha un h di troppo, mentre quello un po’ più in basso funziona.

  8. Per Ilmargutte

    ti ho mandato una e-mail. 😀 spero di non averti spaventato col post sull’igiene…

    PEr Juhan

    Beh il papi sarebbe contentissimo invece perché grillo farebbe il cavallo di troia dentro il pd.

    PEr Procellaria

    Dici? io dico che se GRillo si giocasse bene le carte con un partito alleato con Di Pietro supererebbe il PD.

    Per Bastian

    Continuo a pensare che Grillo stia facendo i passi lenti per sondare il terreno e poi ZAC! 😀

    Per Mildaraveno

    Risolto il mistero!! 😀 grazie.
    comunque il link dalla homepage continua ad avere l’h in più.

  9. Vedo che dalla home page del sito dell’Espresso si può arrivare al sondaggio in più modi:

    1 cliccando su “quale leader per il Pd” (link con una h di troppo).
    2 cliccando su “Pd, la corsa è a quattro” (link funzionante).
    3 cliccando su “VOTA IL SONDAGGIO” (link funzionante).
    4 cliccando sull’immagine sotto la scritta “SONDAGGIO” (link funzionante).

  10. Sì è vero ora l’ho visto anch’io. Grazie.

  11. sam

    non credo che Grillo vincerebbe. E poi a lui non interessa un partito, le sue sono solo boutade. In fondo, non dimentichiamolo, è un comico.

  12. Anche di Berlusconi dicevano: è solo un imprenditore.

  13. Vabbè, Grillo è un tipo niente male: sputa per due anni sul Piddì (a ragione o torto ma ci sputa) salvando niente e nessuno, poi mentre si spiagga in Costa Smeralda gli capita sotto mano un giornale e decide “quasi quasi mi candido a Segretario” (oggi la moglie al Corriere). Dice: se mi candidate bene, altrimenti siete muffa, cadaveri, dice pure di aver letto lo statuto “da cima a fondo”, ma deve aver saltato qualche riga, perché c’è scritto chiaramente che i candidati segretario devono aver preso la tessera prima del 25 giugno.. si tratterebbe quindi di fare una modifica “ad personam” giusto, giusto per farlo candidare.

    E intanto scala la classifica di BlogBabel che ultimamente lo vedeva in affanno.. che dire, da applauso!

    Piesse: Comprate il DVD.

  14. Daniele

    Ciao a tutti,
    la mia opinione sta nel fatto che quelli di sinistra e centro sinitra o cmq non di destra si fanno troppe …..
    mentali, intanto la destra e il psudo centro sinistra rimangono li stessi.
    Non si sente e si legge altro che:
    Grillo lo fa per questo no lo fa per quello, ma è una provocazione, bla bla bla.
    Intanto ci teniamo al governo nani ballerine escort di lusso, pduisti, massoni e servi di partito.
    Allora io dico se anche si fosse candidato e avesse presentato il programma che dice, perchè non votarlo, se ti piace il programma.
    Poi le somme si tirano alla fine, chiediamo sempre un’ alternativa all’attuale, poi pero tutti a fare gli snob su chi si presenta.
    Allora teniamoci i democratici D’ Alema, Fassino e consorte, Bersani, Francescini, che se la cantano e se la suonano.

  15. Quando andai alle scorse primarie oltre alla Tartaruga, Letta e Bindi c’erano anche, in teoria, Adinolfi e Gawroski.
    Poi quando mi hanno dato le schede scopro che si votavano liste locali. Una per Bindi, una per Letta, TRE per la Tartaruga, e nessuna per gli altri due, quindi non votabili.
    Questo fatto mi illuminò su come funzionano le primarie all’italiana. E a sto punto, se deve essere siffatta pagliacciata, meglio l’autoproclamazione del Nanetto.
    Inoltre presi l’importante decisione di non andare mai più a votare le primarie del PD.

  16. Credo sia sempre molto difficile interpretare le vere intenzioni di una persona sulla base delle sue azioni, soprattutto poco tempo dopo che le ha compiute. Quindi sul perchè Grillo si sia candidato, sul perchè la sua candidatura sia stata rifiutata la discussione difficilmente può approdare ad un punto di arrivo (per lo meno ora). A maggior ragione è spesso molto difficile arrivare ad un giudizio (il processo alle intenzioni). Detto questo trovo molte delle vostre opinioni plausibili.
    Personalmente sono molto contento che Grillo si sia candidato e non sono scandalizzato dal fatto che la sua candidatura sia stata rifiutata, mi sembra naturale anche se non giusto. Tutta questa storia mostra che il partito democratico non è più democratico degli altri partiti, si è dato delle regole troppo democratiche per la struttura del partito stesso, sembrerebbe quasi con disinteresse, abituati all’inerzia politica degli ultimi anni.
    Ciò che io apprezzo in quello che fa Grillo è che finisce sempre per mettere sotto il riflettore lo scollamento tra vita reale e politica, e che mostra a tutti, simpatizzanti e non, che la casta non è così lontana e indistruttibile: basta che un cittadino PARTECIPI veramente e quelli si agitano come i maiali quando arriva il macellaio. Grillo non è perfetto, probabilmente non sarebe un buon politico, ma non per questo dobbiamo liquidare quello che fa come pubblicità per il suo blog: volontariamente o meno, sta riportando la partecipazione democratica nella politica e tutti noi dobbiamo esserne contenti.

  17. fabristol

    Chissà perché Grillo non si candida nell’Italia dei Valori…

    http://www.giornalettismo.com/archives/32127/grillo-candidato-alla-presidenza-dell%E2%80%99idv/

  18. Corrado

    Grande articolo!
    Ora aspetto Travaglio!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...