Acqua biologica?

acquaSì come avrete intuito dal titolo l’ignoranza umana è arrivata a concepire pure questo. Mentre passeggiavo al supermercato mi trovo una marca di una bottiglia d’acqua che recita “organic water”. Leggo poi nel retro che l’acqua deriva da organic land, quindi pure l’acqua che ci scorre è organica. Per evitare confusione diciamo fin dall’inizio che gli anglosassoni per organic intendono biologico.

Per prima cosa se dovessimo rimanere nel campo scientifico la frase acqua organica non è altro che un ossimoro chimico. Una sostanza è organica quando contiene composti con carbonio. Nel caso dell’acqua pura ci troviamo di fronte a H2O; nel caso di acqua di sorgente H2O più sali, minerali e vari altri elementi. Se dovessimo trovare composti organici ci dovremmo preoccupare perché trattasi di acqua contaminata, quindi fuori legge. Nella traduzione italiana continua ad essere un ossimoro perché “biologico” è un aggettivo che fa riferimento alla vita. E la molecola inorganica H2O non è vita.

Ovviamente gli ignoranti che producono l’acqua e i cretini che la comprano non intendono “organico/biologico” in questa accezione. Quindi spostiamoci dalla scienza e addentriamoci nella religione. Organico/biologico nell’accezione corrente significa cibo prodotto senza pesticidi, trattamenti chimici e a basso impatto ambientale.

Ora io mi chiedo come sia possibile che l’acqua imbottigliata possa contentere pesticidi, veleni chimici ecc. Se è così quell’acqua è fuori legge. Ne consegue che tutte le acque imbottigliate devono rispettare una lista di elementi e molecole decisa per legge. Inutile quindi dire che una marca di acqua è biologica e non contiene pesticidi o additivi chimici perché è ovvio. Altrimenti non esisterebbe sul mercato. L’etichetta dell’acqua biologica è identica a quella di altre marche, dal punto di vista razionale. Poi ovviamente le persone pensano che la “purezza” sia una caratteristica aggiuntiva di una sostanza indipendente dalla sua chimica. Cioé c’è gente che pensa che la molecola H2O che sgorga da una terra biologica (gesù un altro orrore!) sia più pura (anche se non so cosa significhi questo aggettivo in  questo contesto) dell’H2O prodotta in un laboratorio.

About these ads

24 commenti

Archiviato in Uncategorized

24 risposte a “Acqua biologica?

  1. Condivido il tuo stupore.
    Due osservazioni: non sono sicuro che i produttori di questa acqua siano ignoranti; potrebbero semplicemente essere furbi.
    Quell’acqua è biologica nel senso di prodotta in maniera rispettosa per l’ambiente. Che per l’acqua più che altro dovrebbe significare che viene vicino ed è arrivata nel supermercato nella maniera più ecologica possibile.

  2. Non posso che condividere il tuo sgomento. :)

  3. Si potrebbe intendere acqua biologica quella che in biochimica viene chiamata “acqua metabolica”, cioè l’acqua prodotta dalla combustione del glucosio e degli acidi grassi.
    La si potrebbe raccogliere dai vetri degli autobus, ma solo d’inverno, quando sono freddi e il vapore condensa. Bere quell’acqua potrebbe essere però considerato cannibalismo. Si potrebbe allora condensare il vapore del respiro di altri animali, magari grandi felini: “bevi il respiro della tigre, ti accenderà il fuoco dentro e non avrai più problemi sessuali”. Per i vegan si dovrebbe invece far essiccare materiale vegetale e condensarne il vapore in piccole ampolle da vendere a peso d’oro. Si potrebbero aumentare enormemente i guadagni sfruttando la “teoria” della memoria dell’acqua. Le diluizioni omeopatiche eseguite con queste acque avranno importanti applicazioni nella cura della gotta, dell’AIDS e del priapismo.
    Ma non finisce qui, si potrebbe mettere in piedi un business da milioni di euro proponendo una vasta gamma di acque ottenute dalla più svariate fonti. Io sto quasi iniziando a pensarci seriamente.

  4. Corrado

    Nonostante il tuo disprezzo per faccialibro, ogni tanto linko un tuo articolo.
    Questo è uno di quelli!

    @Procellaria: se vuoi un socio, anche io sono interessato. Vorrei superare i dentisti nel loro essere gli alchimisti dei giorni nostri(trasformano il piombo dell’amalgama in oro!).

  5. Giusto oggi leggo di questo. Secondo gli autori di questa metanalisi non ci sarebbe “no evidence of a difference in nutrient quality between organically and conventionally produced foodstuffs”. Caschi a fagiolo.
    Non è che per caso riesci a recuperare il pdf?

  6. Ciao sì ho scritto questo post proprio perché avevo letto questo sulla BBC. Infatti mi sono dimenticato di linkarlo alla fine del post.

  7. In questa foto potete osservare un abitante dell’India, intento ad approvvigionarsi d’acqua biologica del Gange ….

  8. PEr Lector

    Cosa vuoi di meglio? Quel fiume ha le sorgenti nell’Himalaya, una terra biologica con montagne biologiche, aria biologica e soprattutto OGM free!
    Bisogna stare attenti anche a questo, che ti credi: se un organismo geneticamente modificato si trova nell’acqua la contamina con geni brutti e cattivi. E tutti sanno che i geni brutti e cattivi si formano a causa delle scie chimiche volute dalla CIA in combutta con il governo alieno.

  9. Andrew

    che storia!! ormai psicologicamente bio=salutare per il popolo ignorante… mi ricorda tanto le lezioni di Prof.Floris quando parlava degli spot ingannevoli… detersivi agli enzimi attivati, creme ai cristalli liquidi… e cosi via

  10. Ho inviato il link dell’articolo a qualche amico. Non vedo differenze tra l’acqua bio e quella di Lourdes. Il fatto è che io sono non credente su entrambi i fronti.
    Complimenti per il blog. Ciao.

  11. Martino Benzi

    Signori: siete ingenui.

    È acqua organica in quanto prodotta dal metabolismo di animali, è vero che contiene anche una robusta dose di urea, ma cosa volete farci…

  12. Per Popinga

    grazie :D

    Per Martino

    dici che bere faccia bene? in effetti più organica di così… E comunque a parte gli scherzi so che ci sono molte credenze secondo cui bere la propria pipì ripulisca l’organismo.

  13. L’amico Popinga, mi ha linkato questo post che è veramente spassosissimo. Siccome mi sento assediato continuamente da quelli che io chiamo teo-bio, non tratto molto questi argomenti perchè ne ricavo sempre commenti stizzitissimi e mi sento un po’ una mosca bianca circondata dalla verità assoluta, ma per fortuna leggendoti e leggendo i commenti mi sento un po’ sollevato dal fatto che sono ancora libere di circolare e di parlare le persone senzienti. Complimenti per il blog, se non ti spiace lo aggiungo al mio blogroll.

  14. Ma l’acqua puramente biologica ha forse le particelle di sodio bionde e con gli occhi azzurri al suo interno?. :)
    Ciao LucaF.

  15. Per Enrico

    Grazie mille per il blog e per il link. Tranquillo non sei solo. La colonna di destra coi miei link è piena di gente di buon senso. ;)

  16. Un conoscente agronomo mi spiegava che pomodori e uva “biologica” (quindi anche il “vino biologico”) sono molto più rischiosi e velenosi dei “non biologici”. Perché se nelle coltivazioni “bio” i concimi “chimici” di ultima generazione, sviluppati in modo da non lasciare quasi tracce nell’ambiente, sono proibiti, non lo è invece *il verderame*. Sì, il velenosissimo verderame è il pesticida preferito dei coltivatori “biologici” italiani.

  17. ho pubblicato questo articolo spassosissimo
    sulla bacheca del gruppo “art. 23 bis” su FaceBook,
    mancava questo genere letterario.
    complimenti . ciao katia

  18. Giovanni

    Bell’articolo…bisognerebbe però saper leggere le etichette dell’acqua imbottigliata…gli ioni di nitrati non sono altro che il concentrato di fertilizzanti chimici azotati nonchè le decomposizioni organiche…perciò perchè mai l’acqua in generale dovrebbe essere priva di inquinanti? Basta vedere il ciclo dell’acqua… tutto l’inquinamento dell’atmosfera e quello prodotto finisce regolarmente in falda tornando a casa dall’acquedotto di rete per decreto legge.

  19. Ovviamente l’inquinamento di cui parli è relativo. Per legge tutti gli elementi o le molecole presenti nell’acqua devono essere al di sotto di una certa concentrazione, al di sopra della quale possono essere dannose. D’altronde sarebbe una pazzia filtrare le acque a livello molecolare. Avremmo acqua distillata…

  20. Kirbmarc

    “D’altronde sarebbe una pazzia filtrare le acque a livello molecolare. Avremmo acqua distillata…”

    Se invece di filtrarla a livello molecolare la distilli cinque volte e la “dinamizzi”, avrai una medicina omeopatica e potrai venderla, anche a caro prezzo.

    Ho scelto il mestiere sbagliato.

  21. Pingback: Il barbiere biologico « Fabristol

  22. Non solo è biologica ma anche dietetica: zero calorie!
    Cosa vuoi di più dalla vita?

  23. Darietto

    La terminologia biologico o Organic non da spazio ad interpretazioni visto che è regolata da una seria normativa Europea (reg. CE 834/07) e con il NOP/USDA negli U.S.A.. In questi regolamenti non si prevede che l’acqua possa definirsi “biologica” quindi l’etichetta è fuorviante e credo addirittura possa questa definirsi una FRODE alimentare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...