Che fare?

Sto dando fuori di matto. Per la prima volta in vita mia sono d’accordo con la chiesa cattolica e con la Lega nello stesso tempo.

Comunque la cosa mi diverte. Voglio vedere come si evolvono le cose. E’ interessante notare comunque che per le cose che fanno comodo ai leghisti la chiesa può fare ingerenza nello stato italiano, quando invece i vescovi toccano i figli allora i leghisti riscoprono Porta Pia.

Annunci

10 commenti

Archiviato in anticlericalismo, Italia provinciale, politica

10 risposte a “Che fare?

  1. “Per la prima volta in vita mia sono d’accordo …ecc.”
    Mi rendo conto dello stupore, ma tieni presente che nessuno è perfetto, a furia di parlare a sproposito tutti i giorni anche ai legaioli ad ai pretacci può scappare per sbaglio di dire una cosa sensata

  2. sam

    E’ quello che la Saraceno definisce “Doppia etica della vita”.
    http://newrassegna.camera.it/chiosco_new/pagweb/immagineFrame.asp?comeFrom=search&currentArticle=N7A8K

    Quanto alla battaglia, sono certo che o la Lega se ne esce dal Governo o troveranno una soluzione di comodo.

  3. Soluzione già trovata: Borghezio ha detto che non è la posizione della Lega ma solo del direttore della Padania.

  4. Fai presto a dire “Borghezio ha detto”. Ti suggerisco qualche participio passato più acconcio:
    Borghezio ha grugnito,
    Borghezio ha ruttato,
    Borghezio ha scorreggiato,
    Borghezio ha sputazzato,
    ecc.

  5. è preoccupante che in questo momento in Italia l’unica opposizione al governo sia costituita dal Vaticano… D’Alema dì qualcosa di sinistra!

  6. Nihil

    È quasi altrettanto preoccupante che l’unica opposizione al Vaticano sia costituita dalla Lega.

  7. Eeh, eeh, eeh. E’ l’alternativa per l’alternanza!. 🙂
    Scherzo ovviamente, ma l’opinione di un redattore esterno della Padania non fa certo primavera, d’altronde però l’editore del giornale (Bossi) quasi sicuramente ha approvato, per lo meno come tattica, per cercar di convertire qualche comunista in più al progetto Lega e per fare bagarre mediatica.
    D’altronde la Lega è lefebvriana quindi non mi stupirei se tra qualche giorno non saltasse fuori qualche nuova menata tra papisti e scismatici.
    D’altronde sempre di Roma ladrona anche dall’altra sponda si tratta. 😉
    Certamente sugli immigrati non ci vuole mica il “buonismo di sufficenza” della Chiesa, per non trattarli come bestie.
    Che poi il problema sia sempre il Welfare in relazione ad una società di immigrati, è ovvio che la Lega tra il cavolo e la “capra” (con tutto il rispetto parlando) tutela socialisticamente e contadinamente in chiave autarchica il cavolo (welfarista).
    Consiglierei Hoppe, ponendolo però entro l’abolizione del Welfare come condizione di permanenza degli immigrati libera, d’altronde lo Stato non dovrebbe fermare o aiutare nessuno, e al massimo dovrebbero essere le associazioni di volontariato a fare di più.
    Con l’8*1000 che gli regaliamo oltre a tutto il resto possono stare con il binocolo sulla spiaggia a fare baywatch. 🙂
    In una società senza Welfare sparirebbe l’odio xenofobo, perchè tutti sarebbero vincolati al pagamento del servizio e quindi non ci sarebbero più forme di free riding tra gli italiani, mentre per gli stranieri c’è sempre la beneficienza.
    Ovvio che è fantascienza, se stiamo qui a parlare e bearci di un “neolaicismo” della Lega inesistente.
    Il sole picchia in agosto e tra tutte le scemenze dette dalla Lega ogni giorno, questa evidentementeè la meno da loro difesa a spada tratta.
    Quindi si tratta di vera boutade bufala.
    Certo se Calderoli mostrasse la canotta, con una vignetta sul Papen a Rimini…. 😉
    Si rischierebbe pure la crisi di governo (d’altronde se c’è l’ha fatta Gheddafi a toglierlo una prima volta da ministro, vuoi che il Vaticano non ci riesca…..). 😉
    Eh eh eh eh!.. 🙂
    Ciao da LucaF.

  8. Cachorro Quente

    @ Ippaso e Nihil:
    🙂 –> / :,(
    Ovvero: rido per non piangere.

    Troppo vero… siamo nella merda.

  9. Oggi ho visto al TG3 l’intervista a una militante del PD alla loro festa di Genova. Ha detto una cosa che, a pensarci, è tremenda: Fini è stato applaudito e osannato perchè ha detto delle cose sulla laicità che la base vorrebbe sentir dire dalla dirigenza del partito. Cioè: Fini è più a sinistra. E infatti Fisichella (il prete, non il pilota) se l’è presa con lui, mica con Franceschini o Bersani.

  10. Beh Fini è un sinistrato di luuuuungo corso se vogliamo analizzare certe verità nascoste…; eh eh eh eh. 😉
    Stai a vedere che se si candida anche lui nel PD ottiene più voti di “Senza Senso”, “Dottor Marine” (hai sentito che vuole chiedere a Obama i satelliti militari per dare la caccia ai mafiosi, non bastano più i giornalisti al seguito? 🙂 ), e “Franceschiello”.
    Scherzi a parte, Fini si è già rotto di gente come Gasparri e Quagliariello, ovvero dei papisti clericali impenitenti.
    Pensava che una volta creato il PDL, tale gentaglia potesse essere tolta liberamente dalle palle; invece lui è stato messo all’angolino come Casini e Bertalenin prima di lui, e quelli rompono i coglioni più di prima con più ruoli e poteri.
    Ogni tanto Fini si sveglia forse mosso e scosso pure da BDV che gli dà sostegno culturale.
    Il problema è che non contano (nè BDV nè Fini e la minoranza lib-lib-lib laica) un benemerito nulla.
    I parlamentari sono stati segnalati e selezionati da quelli di CL di Fi e dai papisti vandeani di An.
    Ergo il PDL è una cloaca clerico-fascista o clerico-socialista, se non vogliamo specificare anche l’apporto di Tremonti (Mr 8*1000 e del craxiano Cicchitto e Sacconi) a fronte del PD che è cattocomunista e che fa moralismi patetici “tassa e spendi” (come il PDL) per sua genealogica natura.
    Altro che voto di coscienza parlamentare e dibattito!.
    Ergo PD e PDL sono uguali contenitore, in più ci sono i fancazzisti ridicoli radicali che non si sa cosa facciano, i sanculotti leghisti che sparano cazzate a raffica e i giacobini giustizialisti dipietristi che vorrebbero mettere tutti in galera, con l’ambasciata vaticana dell’UDC in parlamento a suonare il gong tra i due vuoti contenitori.
    Insomma un bordello!.
    Fini pensava di trovarsi in un partito come quello di Racoy o di Sarkozy, che almeno su ste questioni non si intromettono in termini proibizionisti e coercitivi come politiche di partito.
    Invece si ritrova con un partito populista e xenofobo peggio di quello che aveva abbandonato, senza più ruolo e sostegno personale.
    Paradossalmente mi fa un pò pena, però s’è l’è anche cercata.
    Si accettano scommesse su una possibile uscita di Fini entro 3 anni dal PDL e fondazione di un nuovo partito alternativo al PDL.
    Follia e utopismo?.
    Io non la scarterei a priori, in particolare se il Risolutore rimane al potere fino ai 120 anni preventivati e se dopo di lui saliranno gente come Formigoni, Tremonti o La Russa.
    Fini è partito tardi, e le sue iniziative e dichiarazioni, pur lodevoli ormai sono solo destinate ai posteri e alle cronache mediatiche, il suo tempo e il suo spazio politico nel PDL è già finito anzi tempo ancor prima di iniziare.
    Sia per suoi tentennamenti, sia per sua disperata ermetica visione futura, sia per l’handicap che sconta provenendo da un passato e da un partito, non certo liberale nè tollerante.
    Se voleva darsi da fare, doveva farlo gli anni scorsi quando era all’opposizione, mica adesso, dopo che è confluito in Silviolandia.
    Ciao LucaF.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...