“Non sono pedofili, sono omosessuali ebrei”

2007-Pig-in-blue-water-1203-400-732606In questi giorni hanno fatto molto scalpore all’estero le parole di un rappresentante del Vaticano in sede ONU, e precisamente ad un meeting sui diritti umani. Alle critiche nei confronti del Vaticano per l’insabbiamento, la protezione dei preti pedofili negli scandali degli ultimi anni l’Arcivescovo Silvano Tomasi se ne è uscito dicendo che “i preti accusati negli scandali non erano pedofili ma omosessuali attratti da ragazzini adolescenti.” Nella fattispecie si dovrebbero chiamare efebofili perché le loro vittime erano tra gli 11 e i 17 anni. La pedofilia qui non c’entra perché erano solo preti gay attratti dai ragazzini. In più le “ricerche disponibili” (ma non le cita!) dicono che i preti che abusavano dei bambini (ops… ragazzini!) erano solo l’1.5-5%. La forcella tra 1 e 5 è bella grande (queste ricerche devono essere molto accurate) ma non intimorisce il monsignore il quale alla fine del suo discorso ufficiale dice che comunque è inutile che stiate lì sempre a prendervela con la Chiesa Cattolica quando nelle altre confessioni si fa lo stesso, anzi di peggio. Gli abusi sessuali nelle comunità ebraiche sono comuni infatti, secondo lui. Bellissimo, geniale. Il meglio dell’arte retorica italica: sminuire il reato, addebitarlo ad una categoria nemica e cercare di infangare la reputazione degli altri colleghi.

Ovviamente questa persona doveva fare un lavoro sporco e ci è sguazzata a meraviglia nel fango. Il problema è che a furia di giocarci nel fango si schizza dappertutto. Per questo chierico il fatto che migliaia di preti cattolici si inculino i bambini e bambine è da addebitare alla loro omosessualità latente, non al fatto che sono castrati psicologicamente e che cercano un oggetto sessuale diverso da una vagina.

Annunci

19 commenti

Archiviato in anticlericalismo, tristezze

19 risposte a ““Non sono pedofili, sono omosessuali ebrei”

  1. Nihil

    Altre due o tre dichiarazioni del genere e ci arriva Mahmoud Cristiano Ahmadinejad.

  2. juhan

    La stampa italiana non ne ha parlato per cui non deve essere vero 😉
    Anzi è tutta una manovra degli eretici anglicani 😉

  3. emax

    Gli stupratori in effetti sono solo persone a cui piace fare sesso e non chiedono il permesso! sono un po maleducati ma niente di più!!

  4. emax

    @juhan: sicuramente sono stati quelli della sinistra comunista 🙂

  5. juhan

    @ emax
    e una volta tanto papiSilvio non è coinvolto, per quanto emerso finora 😉

  6. Kull

    @juhan

    Aspetta, aspetta…appena “sentirà odore” di diciassettenni Papi Silvio arriverà con Apicella al seguito!

  7. In effetti il vaticano ha appena trovato una scusa per Papi. Se vuole andare con una tredicenne potrà sempre dire di essere un efebofilo non un pedofilo. E poi lo fanno anche i rabbini no?

  8. Magari chiedere scusa e invocare l’umana debolezza no eh? (Oltre che punire, chiaro). Perchè a quel punto, se l’invocavano loro, sai che sequela di invocazioni, con così illustre precedente!
    Pure, stante queste pratiche, che non possono essere ridotte a statistiche, mi viene da pensare che ogni buona idea, ogni bell’intento, ogni lodevole disposizione d’animo, è sempre macchiata dalla ‘statisticità’ del numero. E’ impossibile in mezzo a così tanti umani non trovare qualcuno deviante dalla norma, e che distrugge tutto quello che tocca. Però in chi fa dei propri concetti degli elementi che si autosostengono, questo non è tollerabile.
    Non vorrei che per colpa di alcuni si rovinasse tutto. Secondo voi, tutto ciò che appartiene al mondo cristiano cattolico, donne, uomini e concetti è da buttare?
    Bye

  9. juhan

    @ paopasc
    No ma parecchio sì! è una setta fascista con regole medievali.

  10. @juhan
    ragionando con un mio amico, affiliato alla setta, gli dicevo: sai, se la chiesa molla su qualche punto della sua dottrina può essere che crolla tutto. Anche se volessero…non potrebbero. Gli uomini e le donne che credono, almeno quelli che conosco, sono brava gente, anche se pur sempre umani. Ora, mi interessa capire se un convincimento propagandato per inamovibile è parte della sua stessa efficacia nel mantenersi all’interno di un cervello.
    ;)bye

  11. sam

    E’ un bastardo che pericolosamente associa e avvicina omosessualità e pedofilia.

  12. “E’ un bastardo che pericolosamente associa e avvicina omosessualità e pedofilia.”

    Come hanno sempre fatto d’altronde.

  13. juhan

    @ paopasc
    ma non è importante se mollano e quanto: la speranza è che la gente capisca che sono puttanate dell’era del bronzo e smetta di seguirli, com’è capitato a Zeus e Apollo.
    Magari resterà una quota di irriducibili, come quelli che continuano a rimpiangere il duce come papiSilvio, o Hitler come di papaRatzi.

  14. sam

    Vero, Fabri…

    OT ho visto District 9. Spettacolo. E mi ha pure commosso un sacco. Da non crederci.

  15. Kabakov

    Basta NON informarsi e si crede a tutto. Se ci si informa si scopre che c’è tutta una letteratura scientifica, seria, che correla l’omosessualità alla pedofilia: l’omosessuale ed il pedofilo fanno la stessa cosa: eroticizzano i loro istinti sessuali (la voglia sfrenata di accoppiamento) verso ciò che è “diverso” da quello che “natura impone”. Un omosessuale non fa niente di male a seguire la sua strada, ma segue comunque la sua deviazione. Il pedofilo fa altrettanto, segue la sua deviazione, ma abusa di bambini. Il 98% dei pedofili è ANCHE omosessuale. Quindi, togliamoci il prosciutto dagli occhi e smettiamo di ragionare col pregiudizio omosessuale = angelo.

  16. Di grazia, ci potrebbe indicare questa letteratura seria e scientifica?

  17. “Il 98% dei pedofili è ANCHE omosessuale.”

    Che stronzata megagalattica.

  18. Sì ma anche se fosse vero non vedo di cosa si debbano preoccupare gli omosessuali. E’ come dire che siccome l’98% di coloro che picchiano e stuprano le donne sono anche eterosessuali ALLORA ne consegue che tutti gli omosessuali stuprano e picchiano le donne. Quindi gli eterosessuali sono intrinsecamente violenti contro le donne.

  19. Sì ho capito ma non è così difficile smentire l’affermazione di Kabakov. I dati (aggiornati al 2000) dicono che nel 67% degli abusi sessuali verso i minori la vittima è femmina. Anche ammettendo che la percentuale possa essere diversa nei dati parziali riguardanti le fasce più piccole, quelle in cui si può parlare più precisamente di pedofilia (e non di “ebefilia” come si dice adesso), il dato del 98% non sta nè in cielo nè in terra.
    Inoltre, è tutto da dimostrare che il pedofilo che abusa del bambino maschio sia un omosessuale, cioè una persona che è attratta prevalentemente dal sesso opposto.
    Non commento per non infierire sul senso (o sulla mancanza di) del concetto “eroticizzare i propri istinti sessuali”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...