Vedi il Cotugno di Napoli e muori

Il 90% dei morti italiani con la concausa dell’influenza H1N1 sono concentrati a Napoli. Cinque dei quali all’ospedale Cotugno. Se fossi direttore dell’ispettorato d’igiene (o l’equivalente regionale) aprirei un’inchiesta. In quell’ospedale c’è un problema di scarsa profilassi. E a parte la bambina tutte le vittime avevano grossi problemi di salute. E in un ospedale tutti hanno problemi di salute giusto? Ecco allora direi che la prima cosa da fare sarebbe evacuare quell’ospedale, quarantenare le strutture e disinfettare l’intero stabile. Ma sono sicuro che continueranno come sempre, a farsi domande cretine e a piangere i propri morti.

 

Annunci

16 commenti

Archiviato in Italia provinciale

16 risposte a “Vedi il Cotugno di Napoli e muori

  1. caro Fabri, conosco il Cotugno. E’ l’ospedale per le malattie infettive di Napoli. Buona parte dei ricoverati sono tossici cronici e/o malati di AIDS. Dalle cliniche private e dagli ospedali minori della Regione portano al Cotugno i moribondi … per motivi statistici.
    Al Cotugno non tengono molte alle statistiche … non ne esce vivo quasi nessuno.
    a presto

  2. Si ma alcuni dei morti erano sanitari (con problemi di salute) non moribondi.

  3. ma dai che è tutto un business per vendere un vaccino inutile e il Tamiflu. Compra azioni della Roche se non è già tardi.

  4. anomalo

    Al Cotugno si muore x combinazione dei seguenti virus:
    1)PREGO!!! (non “posso aiutarla?”)
    2)un attimo solo (che dura 4 ore)
    3)alla richiesta di chiarimenti sull’attimo solo che dura un’era geologica: “Ch’amma fà!”
    4) alla fine, PURTROPPO nn c’è niente da fare.
    Quindi l’a/h1n1 si combina,nell’ordine, con i classici virus endemici partenopei: PREGHITE UNATTIMOSOLITE CHAMMAFITE PURTROPPITE. Riassumendo: CAMORRITE E ZOCCOLITE (x le pari opportunità).

  5. Certo che sto tam tam dei tg ha bello e che rotto: poi si scopre che ha fatto meno morti della (normale) influenza dello scorso anno. Da una parte dicono, tutti paludati: è una semplice influenza e biribì e biribà, dall’altra BUM BUM BUM BUM menano mazzate da orbi. Poi magari si scopre che ha ragione anomalo e che ci sono queste altre infezioni qui, a diffusione localizzata…

  6. epperò è curiosa una malattia diffusa in una zona tutto sommato limitata (parlo di quelle elencate da anomalo). voglio dire, lo studioso serio parte dalle – anomalie rispetto alla media delle zone limitrofe e poi cerca che ti cerca scova una particolarità, magari genetica magari epigenetica, nella popolazione dell’area colpita.

  7. Sicuramente c’è un problema di sottovalutazione di profilassi e igiene in quell’ospedale, ma non andrei a cercare ragioni nella popolazione partenopea. Considerate che in italia siamo appena all’inizio della pandemia e forse il primo ceppo si è sviluppato lì. Bisogna aspettare e vedere fra qualche mese se l’incidenza è più alta e poi dare delle parziali conclusioni.
    Certo che il “C’amma fà!” non aiuta.

  8. sam

    Io sulla serietà della cosa parto dal fatto che chiamano “bimba” una ragazzina di 11 anni…

  9. emax

    congetture del tipo? che tipo?

  10. ma quali sarebbero le congetture?

  11. Molti dei commentatori hanno avanzato l’ipotesi che sia il comportamento dei napoletani (menefreghismo o scarsa profilassi) a spiegare la quantità enorme di infetti e di morti. Mi sembrava esagerato, tutto qui.

  12. avete tutti quanti ragione purtroppo e anche colpa nostra e dello stato che nn fa niente

  13. volevo aggiungere che anomalo ha perfettamente ragione su quelle cose

  14. Chiedo perché il tuo commento finisce con Non ci vorrebbe molto per fare un paio di congetture del tipo:
    Quella frase lasciata a metà è inquietante. ,)

  15. Oops! Scusate non mi ero accorto di quella frase lasciata lì… Era l’incipit di una prima versione del post in cui collegavo l’alta mortalità alla scarsa igiene dell’ospedale. Ora l’ho tolta. Grazie.

  16. le congetture su come stanno affrontando la situazione mi sembrano lecite. non c’è valutazione morale tipo “ah i soliti napoletani”, però è innegabile che o si sono fatti prendere di sorpresa, o hanno enormi carenze (perché questa influenza sembra meno letale di quella stagionale) proprio alle basi.
    in entrambi i casi, sarebbe opportuna una visita istituzionale in loco di topo gigio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...