Quando gli embrioni sono più intelligenti dei Gasparri

We don’t believe in credibility,

because we know we are fucking incredible.

[…] We don’t like to kill our unborn

we need them to grow and fight our wars.

Marilyn Manson

Non c’è  più limite al peggio. Quando parlai della possibilità di usare le forze dell’ordine per l’ospitalizzazione forzata delle donne che usano la Ru486 non stavo scherzando. Gasparri oggi dice chiaramente che se una donna non rimane in ospedale verrà portata in tribunale. Denuncia, Carabinieri, tribunale, carcere. Gasparri, che dovrebbe essere equiparato ad un embrione, in fase di gastrulazione prima della formazione del neuroblasto, è anche promotore di un disegno di legge che prevede l’equiparazione giuridica tra embrione (sì dal minuto dopo che lo spermatozoo è entrato nell’ovulo) e bambino. Esatto avete capito bene. La fusione tra uno spermatozoo ed un ovulo potrà avere i diritti assegnati dallo stato italiano ai minori, tra cui la possibilità di ereditare beni. La Convenzione sui diritti dei minori (ONU) poi, oltre al diritto di nascere e crescere in modo sano prevede la promozione del bambino come cittadino quali il diritto all’espressione, alla partecipazione, alla libertà di pensiero e associazione.

Ma oltre a queste aberrazioni giuridiche e logiche c’è un problema di fondo. Chi abortisce è ovviamente un assassino come ci ha ricordato il simpatico Barragàn giusto l’altro giorno (che coincidenza vero? lo vedete nella foto, non l’ho modificata, è veramente così). Quindi la 194 è da abolire. Non solo, ma se l’embrione ha gli stessi diritti di un bambino lo stato si impegna a proteggerlo fin dal concepimento. Per ogni aborto naturale potrebbe arrivare una denuncia e una inchiesta degli organi competenti: “Signora, lei quel giorno ha corso più del dovuto e questo potrebbe aver causato l’omicidio di suo figlio.” “Lei non ha mangiato abbastanza vitamine.” Trattasi di omicidio involontario.

Lo stato poi si farà garante delle condizioni di vita ottimali della famiglia e potrebbe decidere di togliere l’affidamento del bambino alla donna già prima del concepimento. Questo voglio proprio vedere come lo fanno. L’unico modo sarebbe il sequestro dell’incubatric…ops donna.

Interessanti dal punto di vista giuridico questi due casi: 1) la mola vescicolare o idatiforme, cioé quando l’embrione diventa un tumore e può trasmettersi alla madre. Cosa facciamo se un bambino diventa un tumore che attenta alla vita della madre? 2) I 70.000 embrioni congelati nelle cliniche italiane sono da considerare un esercito di minori abbandonati. Medici e donatori di gameti sono da considerare passibili di abbandono di minore e quindi denunciabili. E’ poi loro diritto di nascere, quindi bisogna trovare incubatric… donne disponibili ad accoglierli. Faranno anche una campagna “Adotta un embrione congelato. Dagli il calore del tuo utero.” Con tanto di finanziamenti statali e bonus embrione a chi vorrà adottarlo. Soldi alle cliniche cattoliche che si prenderanno l’onere e l’onore di ospitare i deep freezer. Interviste alle suore carmelitane che diranno “Ci prenderemo cura noi di queste creaturine. Pregheremo ogni giorno perché non soffrano.”

Insomma ci aspetta un futuro da George Orwell. Benvenuti nella teocrazia assoluta.

Vedrete che passerà. Vedrete che non c’è mai limite al peggio. Vedrete.

Annunci

22 commenti

Archiviato in anticlericalismo, Italia provinciale, tristezze

22 risposte a “Quando gli embrioni sono più intelligenti dei Gasparri

  1. Leppie

    Io l’embrione lo inserirei anche nell’elettorato attivo.

    Ovviamente serve un mediatore, il voto verrà interpretato solo da chi davvero gli vuole bene e lo può comprendere fino in fondo: il parroco di famiglia.

  2. Il problema è a che titolo parla Gasparri. Potrebbe essere solidarietà di categoria con gli embrioni, anche se ritengo che un embrione abbia un quoziente intellettivo ben superiore al nostro. In ogni caso hai trovato uno più brutto di lui.

  3. “al nostro” ergo Gasparri

  4. Snem

    Questi strutturano le leggi senza pensare seriamente di poterle applicare, ma solo per scopo intimidatorio: se ci sarà applicazione, sarà per pochi casi isolati, “giustizia” dal grande risalto mediatico ed a scopo educativo e propagandistico (e qui vincono la chiesa cattolica ed i politici implicati).
    Una legge siffatta non risolve i problemi nemmeno ai cattolici (sempre se di “problemi” si può parlare); invece ne crea molti di comuni e duraturi.

  5. ilferrista

    il giorno in cui sarà sepolta la bestemmia giuridica del preteso valore pedagogico della norma di legge forse, forse, torneremo ad essere cittadini e respirare aria e non miasmi di democrazia in putrida deliquiescenza

  6. Qui Gasparri dice che “Spatuzza è un refuso della parola spazzatura.”

    http://www.corriere.it/notizie-ultima-ora/Cronache/Spatuzza-Gasparri-spazzatura/04-12-2009/1-A_000065481.shtml

    Molto divertente sopratutto da un refuso di embrione…

  7. Barragán

    Eminenza,
    lo dice la Scienza,
    questa è la questione:
    è più intelligente Gasparri o un embrione?
    Dubbi dell’esistenza.

  8. Ah ah bellissima Peppe! 😀

  9. Mr.Bash

    Gasparri mi piaceva di più quando interpretava quella parte in Frankenstein Junior. Almeno li faceva ridere.

    Scherzi a parte, è evidente, ahimè, che il movimento illuminista ci ha appena colpito di striscio.

  10. solo una correzione: quando dici

    Faranno anche una campagna “Adotta un embrione congelato. Dagli il calore del tuo utero.”

    , sarebbe più consono e coerente con il pensiero di questo governo, che supporta la visione in questione, uno slogan tipo

    “Adotta un embrione congelato. Dagliela!”

  11. Intervengo solo per contestare il titolo dell’articolo. “Quando gli embrioni sono più intelligenti dei Gasparri” ventila una possibilità che in realtà non esiste, cioè che in qualche remota situazione esso possa essere superiore a una morula. Toglierei il “quando”.

  12. c.d.

    “Cosa facciamo se un bambino diventa un tumore che attenta alla vita della madre?”

    mi immagino i chirurghi fuori dalla sala operatoria: “abbiamo fatto tutto il possibile per salvare almeno il tumore, purtroppo li abbiamo persi entrambi…”

    “E’ poi loro diritto di nascere, quindi bisogna trovare incubatric… donne disponibili ad accoglierli.”

    cominceranno dalle donne in stato vegetativo permanente che “possono avere figli”, cosi prendono 2 piccioni con 1 fava.

  13. marco

    ma veramente si chiama Barragan? dalla foto e dal cognome (si biri che teniri una barra manna) può essere di origini sarde?

  14. Mr Bash

    L’intelligenza ci ha appena colpito di striscio…

    Alex

    ….e un cartellone con Silvio sorridente “Più pelo per tutti!”

    Per Popinga

    Sì anch’io ci ho pensato ma meglio evitare commenti troppo duri. In questo governo ci sono persone irascibili….

    Bravo c.d., ecco come nel caso di Eluana tutte le donne in stato vegetativo che possono avere figli (uno dei motivi per tenerla in vita secondo berlusconi) verranno utilizzate come incubatrici per gli embrioni congelati.

    Per Marco

    No ti prego. Evitiamo di accomunare Barragan alla Sardegna! 😉

  15. come tentavo di spiegarti in altro post: la violazione della legge comporta una pena e l’attuazione di questa pena prevede la coercizione da parte dello Stato.

    è la logica dello Stato e delle comunità organizzate in genere.

    il contenuto della legge è cosa diversa.
    anche nella 194 vi è una parte punitiva a chi procura aborto fuori dalla stessa.

    se il centrodestra si muove nell’ambito della 194 sarà una furbata inattaccabile.
    anche se penso sia più interessato all’ obiezione di coscienza, alle cliniche private che ad un reale sabotaggio dell’aborto.
    (sono proprio i tipi come berlusconi , puttanieri, conservatori, arrivisti … quelli che spesso spingono ad abortire )

    la proposta di ereditare è interessante su di un altro piano: evitare la commercializzazione dell’embrione e quindi un possibile capitalismo genetico(qualcosa che tende più ai deleri nazistoidi di Stefano Vaj che ai più ingenuotti transumanisti) .

    in ambiente influenzato dagli anarco-capitalisti non dirò nulla di nuovo se faccio notare come il capitalismo ha bisogno solo di due cose: il diritto di proprietà, l’incolumità del proprietario.

    qualunque legislazione che non preveda uno status (simil)umano all’embrione sarebbe sempre a rischio.

    chiaramente Gasparri non sa nulla di queste cose, avrà ripetuto qualche scemenza sentita dal suo prete. magari dopo esser passato dalla trans di turno.

    naturalmente così come oggi l’adulto ha più/diversi diritti del bimbo ed il nato più del non nato … nessuno obbliga a stabilire che lo status umano dell’embrione debba essere simile allo status umano dei bimbi.

    per rispondere ai tuoi dubbi:

    1) se la donna rischia la vita a causa dell’embrione… la donna può ricorrere alla legittima difesa

    2) gli embrioni congelati dovrebbero essere impiantati se vi è disponibilità. . perchè ti sembra tanto strano far una campagna per trovare uteri o per finanziare la ricerca sull’utero artificiale (che tra l’altro sarebbe una mano santa per tante donne che hanno problemi di gravidanza!) quando si fanno campagne sul fumo che è libera scelta dell’individuo adulto?
    nel caso gli embrioni non possano essere impiantati (per qualunque motivo) dovrebbero essere destinati alla ricerca.
    preferibilmente evitando finanziamenti pubblici su questo genere di ricerche non condivise largamente e decisamente improduttive (qui non dobbiamo aspettare la palingenesi scientifica tra 5o anni, bisogna curare malattie oggi ed i soldi pubblici sono pochi)

    3) il problema dell’ indagine sugli aborti spontanei si pone nella stessa misura di come si pone oggi (anche oggi non è possibile abortire arbitrariamente). Si spera che i magistrati futuri non siano così inumani da indagare una donna che ha subito un aborto se non vi sono evidenze di
    volontarietà ed illegalità,
    e si spera che le donne non diventino così ciniche da abortire come si tagliassero le unghie.

    paragonare Gasparri ad un embrione mostra il tuo disprezzo per chi ha una posizione di difesa dell’embrione 😉

  16. veronica

    se tutti questi embrioni diventano per forza elettorato o comunque esseri capaci di ideare ,di dare un certo peso e significato alle cose, cosa penseranno di questa legge , il loro sviluppo psicologico sara quale? avranno una vita del tutto normale e vivremmo in una societa talmente modificata e nessuno avra il coraggio di dire : no, io non sono contento ?!
    e le madri a parturire sti bambini veramente rimaranno ferme e piegheranno la testa? saranno tutte il prototipo della santa vergine? come riusciranno mantenere un equilibrio interiore e come si riflette questo nel modo di accudire sti bambini?

    eppoi cosa si fa nel caso di uno stupro con conseguente gravidanza? cosa si fa con le minorenne che rimangono incinte- abbandono scolastico e viva la riproduzione sessuata?!!! com’e questa cosa : abborto=carcere, stupro=al massimo 15 anni, in alcuni paesi , quelli piu duri!!! societa anarchica e bisogno di riformare le leggi e dire qualcosa di nuovo? magari si dovrebbe vedere questa cosa appena nominata dello stupro .
    bisogno di dire qualcosa di nuovo da parte della chiesa cattolica ? magari altri metodi per avvicinarsi alle pecore che ha in cura …

    se le donne vengono forzate portare a buon fine tutte le gravidanze allora gli uomini dovrebbero essere forzati riconoscere tutti i figli e offrire appoggio completo sia ai figli che alle madri , per rispettare l’ideale cattolico del nucleo famigliale.

    pensate che anche con una tale legge da rispettare ,quelle proprio decise non troveranno un metodo per non avere un figlio indesiderato ? nella storia moderna dell’europa abbiamo l’esempio mortificante di alcuni stati ex-sovietici che, fino alla caduta del muro di berlino proibivano l’abborto e tutti i metodi contracettivi . fatte un po di ricerca per capire che metodi mostruosi trovavano le donne , come la vita intima di popoli interi e stata modificata eppoi le conseguenze sulla salute di queste donne.
    macche in italia votano soltanto gli uomini?!

  17. Emanuele

    C’è una cosa da dire: dal momento della fecondazione parte un processo che va avanti automaticamente, attraverso tutti i passaggi che conosci meglio di me visto che se ho capito bene sei un biologo, e che termina con la morte intesa come cessazione di ogni ulteriore sviluppo, che avvenga un minuto dopo la fecondazione o a 120 anni dal parto.
    Per cui da questo punto di vista, che è quello che ritengo più valido, la vita è un ciclo continuo. Poi la società ha stabilito convenzionalmente dei momenti in cui dire: da qui si vive, da qui no, stabilendoli in base alle necessità del momento. E’ ovvio che affermare che la vita abbia inizio con la fecondazione intralcerebbe attività come la ricerca sugli embrioni e l’aborto procurato non per motivi gravi come la salute della madre ma per altro, per cui il discorso è delicato.

  18. alegenny

    L’entrata in commercio della pillola abortiva ha riacceso il dibattito e le polemiche sull’aborto, per arrivare fino a questo punto.

    Mi devo congratulare con l’autore per il buon livello di informazione e i toni ironici !!!

  19. Solo ora mi rendo conto che altri commenti sono comparsi in questo post. Ora rispondo, scusate.

    Per Socialista

    “1) se la donna rischia la vita a causa dell’embrione… la donna può ricorrere alla legittima difesa”

    Mmm non so. Se qualcuno ti sta attaccando una malattia involontariamente non lo uccidi. Se lo fai compi un reato.

    Per il punto 2. Sì in effetti non ci sarebbe problema, ma come ho fatto notare sarà sempre e comunque per dare soldi alle cliniche private cattoliche. Soldi di tutti ovviamente. E se gli embrioni hanno diritti come gli altri cittadini non possono essere usati per esperimenti scientifici.

    “paragonare Gasparri ad un embrione mostra il tuo disprezzo per chi ha una posizione di difesa dell’embrione”

    Mai, mai disprezzato chi difende gli embrioni. Disprezzo chi non scende a compromessi e parla di vita sacra o mette bombe nelle cliniche abortiste ecc ecc. Si può arrivare ad un compromesso, e la 194 lo era.

    Per Veronica

    Uno dei motivi di una legislazione sull’aborto è appunto quello di evitare l’aborto clandestino. Ma a questo punto rendendo la 194 impraticabile molte donne andranno all’estero o faranno tutto a casa coem ai vecchi tempi.

    Per Emanuele

    A parte la tagliente ironia del tuo commento, a cosa dovrei risponderti in particolare?

    Per Alegenny

    Grazie.

  20. Emanuele

    Veramente ironia non ce ne ho messa a differenza di altri. Per me l’embrione va protetto come me o te, che non significa affatto impedire sempre e comunque l’aborto perché ci saranno situazioni che lo richiederanno inevitabilmente, tipo quando diventa un tumore.
    Ma significa invece che non può essere considerato una roba qualsiasi, da creare in serie per farci sopra esperimenti o altro.
    So bene che è una concezione attualmente considerata sfavorevolmente (eufemismo) da molti, ma del resto per migliaia e migliaia di anni sono state accettate cose come la schiavitù e chi la contestava era considerato nel migliore dei casi un pazzo.

  21. alegenny

    Dimostrare una certa sensibilità sul tema è fondamentale per una discussione ponderata ed equilibrata e per arrivare a un compromesso.
    Il complimento ai toni ironici è legato prettamente allo stile. Frasi come “equiparato ad un embrione, in fase di gastrulazione prima della formazione del neuroblasto”.”Lei non ha mangiato abbastanza vitamine.” Trattasi di omicidio involontario. “Adotta un embrione congelato. Dagli il calore del tuo utero.” Hanno una certa rilevanza evocativa ed informativa, e per questo mi hanno fatto ridere di gusto.

  22. Ognuno ha ovviamente il diritto di essere disinformato e di restarlo, ma dove mai io nella vita avrei proposto o sostenuto “la commercializzazione dell’embrione” o il “capitalismo genetico”?!

    Semmai mi sembra sinora di essere stato simmetricamente accusato di “deliri nazistoidi” o simili cortesi epiteti da chi in realtà è *favorevole*, in particolare in chiave anarco-capitalista, a queste cose.

    In ogni modo, siccome gran parte di quello che scrivo si trova o finisce online (es. http://www.biopolitica.it) ognuno è libero di formarsi una diretta idea in proposito.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...