Una nuova tecnica per combattere la criminalità

Interessante.

Ora vorremmo sapere quanti criminali avete nel mirino ma aspettate un processo contro Berlusconi per tirarli fuori al momento giusto.

Che so, se accusiamo Berlusconi dell’attentato alle Torri Gemelle il giorno dopo arrestate Bin Laden? Son sicuro che ne sareste capaci.

Annunci

31 commenti

Archiviato in Italia provinciale, tristezze

31 risposte a “Una nuova tecnica per combattere la criminalità

  1. Dalle parti mie, quando il capo è nei guai si sacrifica sempre qualcuno al posto suo …

  2. scusami FABRI, ma questo post è delirante. Posso capire lo scontro politico, l’estremizzazione delle tesi. Ma pensare che si arrestano i mafiosi per dimostrare che B combatte la mafia è un delirio.
    La mente razionale e il metodo scentifico dovrebbero allontanare q1uesto tipo di ossessione.

    Questi fatti dimostrano solo una cosa, cha da una parte ci sono dei sognatori (un po’ ingenui e facilmente manipolabili) che “lottano” con la sciarpa viola contro la MAFIA, intesa come categoria del male.

    Dall’altra c’è quel poco che resta di un paese in declino: un governo che focalizza l’attenzione sui latitanti; una procura antimafia che non fa discorsi ma indagini, forze di polizia che lavorano tutti i giorni.

    L’Italia del fare invece dell’Italia delle chiacchiere, delle accuse indimostrabili, delle ossessioni. Le sciarpe finiranno come i girotondi: tutti giù per terra.

    L’intelligenza serve a distinguere e a capire in che mondo viviamo. Altrimenti possiamo essere degli uomini di studio, dei tecnici, ma incapaci di un minimo di interpretazione.
    a presto.

  3. juhan

    Arci santo subito! Se non ci fosse lui (Arci) & Lui (Silvio)!!!11
    Ah dimenticavo: io sono un tecnico, quindi incapace di interpretazione.

  4. Arci, guarda che è Berlusconi che lo ha detto chiaro e tondo: abbiamo arrestato questi due mafiosi per dimostrare il delirio del processo contro di me. Prenditela con lui, non con me.

  5. anch’io sono un tecnico, ma capace d’interpretazione. Non è difficile, basta ragionare con la propria testa e chiedersi il motivo di certi giudizi.
    Io mi sono chiesto perchè Repubblica è sempre fieramente avversaria delle persone di valore e preferisce gente come De Mita e Veltroni. Ho considerato come il suo editore porta avanti i suoi affari e l’ho capito.
    Distinguo tra chi crea imprese che occupano decine di migliaia di persone e chi ne licenzia centinaia di migliaia, prima in Fiat e poi in Olivetti.
    Questi sono fatti, ai quali non si possono opporre altri fatti ma solo deliri ed ossessioni.
    Poi ognuno è libero di credere o di pensare.

  6. caro FABRI, mi dici dove hai letto questa dichiarazione? Se non avesse avuto niente da dimostrare non li avrebbe arrestati ? Grasso era d’accordo?

  7. Inoltre per anni sono stati arrestati boss di mafia e camorra e se ne parlava solo sulla BBC o su un trafiletto di qualche giornale locale. Ieri “Boom” in prima pagina. Ma guarda che è normale Arci. Lo fanno per qualsiasi cosa. Il giorno prima si parla di un film o di un sito dove Berlusconi viene ucciso o minacciato, il giorno dopo in prima pagina “Boom” la lettera di minacce di un gruppo sovversivo. Si programma un meeting internazionale, “Boom” il giornoprima Maroni arresta cellula islamica. C’è un G8 in arrivo, “Boom” il giorno prima o il giorno stesso scattano le manette per gli anarchici. La polizia sa già chi sono e dove sono i criminali: l’arresto deve avvenire in un momento giusto.
    Ma non è solo Berlusconi a farlo, lo fanno tutti i governi. Solo che in quest’ultimo caso Berlusconi lo ha ammesso chiaro e tondo.

  8. non ho letto quello che dici tu, ho letto:
    A chi gli fa notare che la tempistica degli arresti, fatti giusto a ridosso della deposizione di Spatuzza a Torino, può apparire sospetta, ribatte che “è un’idiozia solo pensarlo, perché le catture dei latitanti non sono mai ad orologeria”.

    cioè proprio il contrario

  9. guarda che se leggi solo Repubblica finirai per avere una visione distorta della realtà

  10. Allora la Reuters è preferibile?

    http://it.reuters.com/article/topNews/idITMIE5B408Q20091205

    “(Gli arresti) sono due fatti concreti che sono la risposta a tutte le calunnie che sono state rivolte a me personalmente e al governo da persone irresponsabili che con il loro agire non fanno altro che gettare fango sulla nostra immagine internazionale”
    Silvio Berlusconi

  11. Non so in che modo la politica possa influenzare le tempistiche delle indagini e degli arresti. E’ possibile che Berlusconi abbia fatto pressioni per una campagna serrata contro Cosa Nostra (ricordo comunque che la lotta alla mafia la fa la procura di Palermo, cioè gli stessi che hanno indagato Berlusconi e Dell’Utri).

    D’altra parte, solo la clàque dipietrista pensa che Berlusconi (o chiunque altro) abbia bisogno della cupola di Cosa Nostra (ormai mutilata quasi a morte) per governare. La simbiosi tra criminalità organizzata e amministrazioni locali (fino a personaggi anche di alto profilo) d’ambo i colori non viene certo inficiata dalla lotta tra vertici, di cui oggi vediamo le ultime schermaglie.
    Anche Andreotti, a un certo punto, fece la lotta alla mafia. Che si vendicò (con la morte di Lima). I contatti di Berlusconi imprenditore alle prime armi con Cosa Nostra, tramite Dell’Utri, sono attestati con ragionevole certezza. L’esistenza di legami più forti, duraturi, e significativi è per il momento solo una supposizione.

  12. “è la risposta” non significa quello che dici tu. Non significa: potevo arrestarli la settimana scorsa però ho atteso la domanda per dare la risposta. Alla prossima manifestazione ne arresto altri 3.

    Perchè escludi le coincidenze? quando hanno arrestato Provenzano cosa era successo?

  13. Allora per ripulire il discorso da equivoci io non penso che Berlusconi abbia fatto un patto con la mafia, o perlomeno non posso essere sicuro perché non ho gli elementi giudiziari e le prove per dire alcunché. Di certo è accertato che suoi collaboratori (Dell’Utri) e amici (Mangano) abbiano avuto un ruolo o contatti con la mafia. Quindi non mi si può tacciare di dipietrista o travaglino. Detto questo le indagini di mafia durano anni con appostamenti, prove ecc. e l’arresto viene deciso da un ufficio dell’antimafia, cioé da Grasso, il quale fu eletto in quota berlusconi:

    http://it.wikipedia.org/wiki/Direzione_Nazionale_Antimafia#L.27elezione_di_Piero_Grasso

  14. Arci. Sono indagini che durano anni. Non c’era alcun motivo per arrestarli ieri, perché non stavano né scappando né coprendo prove ecc. E soprattutto non c’era alcun motivo di sbattere in prima pagina quando le altre volte non venivano neppure messi in terza pagina. Io negli scorsi anni sapevo degli arresti di camorra e di mafia dalla BBC.

    Le coincidenze? Non esistono coincidenze in politica, quando si è a capo di uno stato e si controlla la polizia e la stampa.

  15. sam

    All’inizio la pensavo come te. Oggi, con un po’ di calma, penso che le cose sia molto più complesse quando si parla di mafia e stato…

  16. non mi permetterei mai di darti del dipietrista o travaglino. Da quello che scrivi ho idea che tu sia un liberale di sinistra, un pannelliano, qualcosa del genere che è molto simile alla mia collocazione.

    Tuttavia noto che ti lasci influenzare dalle quotidiane cattiverie che taluni raccontano nei confronti di B (e di tutti quelli che si oppongono a certi gruppi di potere che sono attorno a Repubblica-Espresso).

    Dovresti fare uno sforzo per approfondire di più le reali situazioni che si nascondono dietro il tam-tam. Ad esempio quello che dici di Grasso è ingiusto e fa il gioco di quelli che vogliono per forza vedere la magistratura politicizzata, o di quelli che isolarono e calunniarono Falcone solo perchè collaborava con Martelli … salvo a pentirsene tardivamente.

    Io ti invito solo a leggere le notizie e fare le TUE valutazioni, ciao 😉

  17. Engine

    Lurko da molto tempo il blog.Una volta tanto,posto un commento.

    Fabristol,comprendo che possano esserci dubbi sulla sincronia fra le dichiarazioni di Spatuzza e l’arresto di due latitanti di Cosa Nostra.
    Ritengo pero’ che non ci siano indizi sufficienti a determinare se effettivamente si sia trattato di un arresto “ad orologeria” oppure se si sia trattato solo di una coincidenza.

    Ritengo che l’accento andrebbe posto su qualcosa di piu’ concreto:l’eccesso (termine sbagliato,ogni vittoria contro la mafia dovrebbe essere diffusa a questo modo,ma lasciamelo passare) di attenzione posta su questo arresto.
    E’ possibile accertarsi di questo cercando sui motori di ricerca dei quotidiani (io l’ho fatto per Repubblica e Corriere) e constatando come questi due arresti siano una fra le poche notizie del genere ad aver ricevuto la prima pagina (ho usato come parole chiave “arresti mafia”) e ad avere ampio spazio nei TG nazionali (ho visionato il TG1,il TG3,il TG5 e RaiNews 24,anche se ammetto che quest’ultima potrebbe essere solo una mia impressione).

    Gli interessi del Presidente del Consiglio nei media sono ben chiari e affatto sconosciuti.Credo sia ragionevole supporre che i media abbiano posto enfasi sulla notizia per ben precisi motivi,ovvero diffondere l’opinione che sia merito di questo governo se la mafia viene combattuta duramente (falso,ricercando sui siti di Repubblica e Corriere e’ possibile constatare come arresti siano avvenuti indipendentemente dal governo in carica) e spostare l’attenzione dai problemi giudiziari di Silvio Berlusconi.

    Ovvero,una volta di piu’,rimarca il conflitto d’interessi che affligge il nostro Paese con un individuo che usa i media per pararsi il culo,in un modo o nell’altro.

    Ritengo quindi avresti dovuto porre l’accento su questo,sicuramente una ipotesi piu’ verosimile e supportata da prove che impelagarti nella teoria della giustizia ad orologeria.

    (Ma ti comprendo.La notizia ha lasciato perplesso anche me)

  18. Quante “cattiverie” contro il povero B.! Adesso anche le 101 domande. Ma lasciatelo lavorare!

  19. Ciao Fabri.
    Il problema non sta nella tempistica dell’arresto oppure no (comunque sospetto).
    Il punto è se questi si pentiranno oppure no. 😉
    Se iniziano pure loro a parlare, la cosa diventa un clamoroso autodafé (o detto in termini calcistici autogol). 🙂
    Ciao da LucaF.

  20. Ok, ammettiamo che sia una fortuita coincidenza. In questo mondo delle coincidenze il fatto in questione è stato schiaffato in prima pagina su tutti i giornali quando questo non avviene mai da anni. Come ho detto prima, e come ricorda Engine, questo è un dato di fatto che fa rabbrividire tanto e forse di più rispetto alla prima coincidenza. In più i protagonisti della vicenda (governo e Berlusconi) sfruttano questo arresto a fini politici.

    p.s.
    Comunque tenete bene in mente che le polizie arrestano o fanno perquisizioni o altro per ordine dei questori e i questori prendono ordine dal ministero dell’interno. Ogni arresto quindi può essere comandato dal presidente del consiglio. In questo caso c’è l’antimafia come ulteriore passaggio che dovrebbe essere neutrale.

  21. Snem

    Incredibile, si discute della tempistica di un arresto, si passa alla classificazione di appartenenza politica (dipietrista, travaglino, pannelliano?!?), si discute, ma un punto fermo mai. Garantismo si, opinioni. Tutto deve essere e rimanere un’opinione. E se la penso in maniera differente è perchè sono stato influenzato. Ma è un’opinione, no? Mah, meglio essere cauti, moderati, non accusiamo nessuno perchè c’è sempre qualche avvocato del diavolo che dirà perfino Belzebù ha combattuto la mafia, che così fan tutti i poveri diavoli, quindi…
    Non c’è bisogno di ulteriori fatti, accuse, prove. Quelle che sono state accumulate negli ultimi anni (15, 20?), l’orientamento della politica alla produzione ed alla attuazione di leggi con motivazioni più che sospette ma anche solo le voci (perchè su di una voce di può dubitare ma di migliaia no, e poi a dire “tutti sapevano”) dovrebbero bastare a porre la parola fine a tutto questo circo. Poi si può ritornare a discutere su come limitare gli enormi danni già fatti. Discutiamo sul fare, ecco.

  22. da me ho inserito una foto che potrebbe spiegare la coincidenza (ovviamente in modo scherzoso)
    😉

  23. Snem

    Mafia, presi due superlatitanti. Cosa Nostra: “Giustizia a orologeria”.
    (Andrea Canavesi – via La Palestra blog di Daniele Luttazzi)

  24. Luca

    Dai è sempre stato così, ha ragione Fabry, basti pensare all’arresto di Provenzano durante le elezioni, e si trovava a qualche centinaio di metri da casa sua!
    Ci hanno fatto pure credere che Provenzano contasse ancora qualcosa, e che quello fosse un arresto decisivo.
    Gli arresti li fanno quando vogliono loro. Ma voi credete che dopo anni di indagini e appostamenti i nascondigli vengano scoperti esattamente nei giorni che contano.
    Una volta può anche essere una coincidenza ma tutte le volte no!

  25. Pingback: I soliti sospetti « Fabristol

  26. Grazie Snem per i link. Il video di Genchi lo conoscevo già ma la questione del Giornale fa venire i brividi. Ho scritto un post con i link.

  27. Pingback: Una nuova tecnica per combattere la criminalità 2 « Fabristol

  28. Il fatto è che uno magari vorrebbe sforzarsi pure di non crederci, ma le coincidenze….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...