Chiudere, menare, controllare

I giornali dell’estero stanno facendo una pessima figura. Fin quando c’è da ridere su un premier buffone, donnaiolo e mafioso scrivono articoli in prima pagina ogni giorno. Quando in Italia si tenta di instaurare un regime autoritario nessuno fiata. All’estero interessa solo far ridere i propri lettori di questi italiani maldestri, imbroglioni e latin lover, tutti vizi che stanno bene all’interno del nostro stereotipo. Siamo l’unico paese del blocco occidentale, insieme alla Bielorussia, dove dei ministri si possono permettere di annunciare strette e filtri al web, dove da una radio della maggioranza si sente dire che bisogna “menare i ragazzi dei centri sociali per dare l’esempio”, dove membri del partito di maggioranza chiedono di chiudere i partiti dell’opposizione, dove altri esponenti della maggioranza accusano giornali e politici dell’opposizione di aver armato la mano di uno psicolabile. Tutto questo dovrebbe dare scandalo all’estero, dovrebbe far richiamare i propri ambasciatori, annunciare una seduta speciale al parlamento europeo, la UE dovrebbe chiedere spiegazioni della violenza contro le istituzioni e le libertà fondamentali dei cittadini.

Annunci

8 commenti

Archiviato in Italia provinciale, politica

8 risposte a “Chiudere, menare, controllare

  1. Emanuele

    Visto che vivi in Inghilterra mi potresti dire cosa succederebbe se quello che viene detto e fatto contro Berlusconi in Italia toccasse al premier inglese?

  2. Se devo essere sincero i britannici non fanno testo. Se una bomba nucleare gli cadesse in testa farebbero spallucce e il giorno dopo tutti al pub. La percezione del pericolo, della morte e del sangue qui è diversa. Perfino il lutto è breve e superficiale.
    Non ho esempi che riguardano il Regno Unito però quando ci furono gli attentati concertati a Londra nessuno si permise di additare la comunità islamica come portatrice di morte o di scacciare gli stranieri. Non si imposero filtri al web e non si accusò l’opposizione di lassismo.
    Detto questo ho esempi di altri stati se vuoi per quanto riguarda gli attentati a presidenti degli USA e in tutti questi casi, che io ne sappia, nessuno cercò di censurare TV, radio o giornali: Abraham Lincoln, James Garfield, William McKinley, Kennedy, Roosevelt, Truman, Nixon, Ford, Reagan, Clinton e perfino Bush. La democrazia americana è ancora lì, un po’ ammaccata negli ultimi anni ma di certo permette ai suoi cittadini di navigare su internet.

  3. “Visto che vivi in Inghilterra mi potresti dire cosa succederebbe se quello che viene detto e fatto contro Berlusconi in Italia toccasse al premier inglese?”

    Gli inglesi sono famosi per l’understatement e il fair play; non colpirebbe l’assenza attacchi acrimoniosi verso i capi del governo. In realtà poi a leggere i tabloid si vede che tanto sul leggero non ci vanno; c’è anzi una consolidata tradizione di invettiva e lo scontro politico è spesso molto acceso (mi vengono in mente i tempi della Thatcher, e probabilmente non serve tornare tanto indietro).

    In America Bush (quanto meno durante la seconda legislatura) è stato massacrato dai media, dai comici, dai blog… senza che si rendesse necessario mettere un filtro a internet. Nei primi tempi dopo l’11 settembre si è creata una cortina di difesa verso la sua figura e il suo entourage, un momento non stupendo per la democrazia americana, vedi anche le leggi emanate in quel contesto (tipo il Patriot Act). Ma era l’11 SETTEMBRE. 3000 persone morte nel giro di poche ore. Qua stanno paventando reazioni simili per tre denti rotti.

    Si respira una bruttissima aria, Fabristol.

  4. Ah finalmente qualcuno!
    Stamattina ho aperto BBC, Le monde, El Pais, Der Spiegel e il Times… niente. Almeno il Guardian, anche se nell’online non si trova questo articolo.

  5. Il brutto è che i “gggiovani” sono i più deliranti. Capisco cosa si intende per fuga di cervelli: in Italia restano solo gli idioti.

    Bellissima la “perla” dello sciogliere Idv e Rifondazione “in nome della democrazia”.

    Non sono mai stato un antiberlusconiano acceso (la sua vita privata non mi ha mai interessato; diverso il discorso dei processi penali) ma questi appelli fascisti (sì,proprio fascisti) mi fanno venire voglia di esserlo.

  6. ‘chiudere, menare,controllare’:
    ecco un bel caso in cui la cura è peggiore del male!

  7. Siamo incappati in un circolo vizioso… è tosta uscirne fuori. Tra l’altro l’aggressione è avvenuta nel momento di maggior pressione contro Berlusconi… anche se poi mi domando cosa cambierebbe qualora Berlusconi si ritirasse dalla vita politica ma rimanesse lo stesso sistema…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...