Non pensare

“You see, Dr. Stadtler, people don’t want to think. And the deeper they get in to trouble, the less they want to think. But by some sort of instinct, they feel that they ought to and it makes them feel guilty. So they’ll bless and follow anyone who gives them a justification for not thinking. Anyone who makes a virtue – a highly intellectual virtue- out of what they know to be their sin, their weakness and their guilt.”

“Vede, Dr. Stadtler, le persone non vogliono pensare. E più si trovano nei guai, meno vogliono pensare. Ma tramite qualche sorta di istinto, sentono che dovrebbero (farlo) e questo li fa sentire in colpa. Così benediranno e seguiranno chiunque dia loro una giustificazione per non pensare. Chiunque faccia una virtù -una virtù altamente intellettuale- di qualcosa che loro pensano sia il loro peccato, la loro debolezza e il loro senso di colpa.”

The Atlas Shrugged, Ayn Rand

Annunci

8 commenti

Archiviato in Uncategorized

8 risposte a “Non pensare

  1. Quando uno Stato è occupato da giostrai, tutti sono in festa. Buon we caro mio.

  2. Proprio così, ispirandomi a questo pensiero oggi ho buttato giù questo, tanto per far del soffoco:
    http://ilventodellest.blogspot.com/2010/02/pet-petali-e-petaloidi.html

  3. … e, di conseguenza …. (vedi qui)

  4. Tristemente vero. E straordinariamente attuale.

  5. Per Enrico e Lector

    Vengo a leggervi.

    Per Tauzero

    Questo romanzo e questa autrice sono di una modernità incredibile. Ne parlerò quando finirò il libro.

  6. Wo-wo-wo! Ma guarda cosa ti sei messo a leggere! Chi é John Galt? 🙂

  7. Chi è John Galt lo scoprirò alla ottocentesima pagina. 😀

  8. Avviso per gli amanti del genere oggettivista e per tutti coloro che se lo fossero perso in precedenza.
    Ciao a tutti volevo segnalarvi che tra poche ore nella mattina notturna di domenica 28 febbraio su Rai 3 dalle 01:00 di mattina sino alle 05:00 circa una serata di architettura e libertà.
    Prima filmato documentario su Gehry e poi il film ”La fonte meravigliosa” tratto dal romanzo di Ayn Rand, film del 1949 con Gary Cooper.
    Ciao da LucaF.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...