L’alieno

In questi giorni più che mai mi sembra di essere un alieno in un paese di terrestri. Condivido veramente poco con l’italiano medio, forse anche perché vivo ormai da 4 anni all’estero. Ma anche prima di partire io e lui avevamo ben poco da spartire. E’ una differenza antropologica, quasi di specie. Ma attenzione, questa non è un’ammissione di sciovinismo e arroganza. E’ semplicemente la constatazione che io non appartengo al mondo Italia. I miei ideali trovano più affinità nel mondo anglosassone per dire. Dicevo, in questi giorni qualcosa è cambiato in me.

Il mio modo di vedere l’Italia ha cambiato prospettiva. Noi difensori della democrazia, repubblica ed in definitiva delle regole di convivenza civile pensiamo che siano LORO il tumore da eliminare, LORO che infestano l’Italia, LORO che la stanno distruggendo. E questo è, credo, il sentire comune tra i pochi oppositori rimasti. In realtà dovremmo fare un passo indietro e fare un gesto d’umiltà: uscire dall’egocentrismo del liberatore e guardare l’Italia per quella che è. Non sono  LORO il problema, siamo NOI il tumore da eliminare, siamo NOI l’eccezione alla regola, siamo NOI gli alieni in questa Italia di terrestri. Quando l’organismo diventa totalmente infetto le poche cellule rimaste sane rappresentano una minaccia per l’intero organismo. E se non riuscite a convincervi di questo basterebbe leggere questo bel pezzo di Pietrangelo Buttafuoco su Il Foglio, dove viene detto chiaro e tondo che i Radicali sono dei nemici violenti che attentano alla democrazia con atti da squadrismo degni del ventennio e che invece i buoni fascisti soccombono a causa della violenza di chi vuole la democrazia. Un’ucronia degna del miglior libro di fantascienza. Un mondo al contrario dove il fascista è la norma democratica e il liberale democratico è il cancro da estirpare.

Annunci

24 commenti

Archiviato in Italia provinciale, politica, tristezze

24 risposte a “L’alieno

  1. juhan

    Io sono vecchio e non conto. Per il resto chi può se ne andrà via, gli altri a sopportare, come sono abituati. E la maggioranza a seguire e ammirare il capo ringraziando dio per la preferenza che, ancora una volta, ci ha accordato. Per fortuna non si fanno più figli e tra un po’ spariremo come “razza” (l’ho detto, l’ho detto!).

  2. Fabri, ma pensi veramente sia desiderabile che un partito così rappresentativo possa non aver candidati per un vizio formale?
    Be’, pare di sì. Ne prendo atto, ma non sono d’accordo.
    Una vittoria in queste condizioni sarebbe delegittimata in partenza. Un conto è lo scudetto dell’inter, un conto e il governo della regione Lazio.

  3. errata corrige “un conto è”

  4. Vedo che le liste escluse in passato per gli stessi motivi non contano perché non hanno abbastanza potenziali elettori. Quindi ne deduco che, come ho detto altre volte, la democrazia è solo e soltanto la regola della tribù più forte che comanda su tutti gli altri (senza garanzie sui più deboli). Un po’ come quando si dice che il crocifisso deve restare negli edifici pubblici perché la maggior parte degli italiani è cattolico.
    Esisteva un’alternativa che i Radicali hanno avanzato qualche giorno prima al capo dello stato: rinvio delle elezioni. STOP.

    Attenzione a non cadere nel tranello degli stessi discrosi eversivi del berlusconismo: la democrazia non si riduce al voto e la maggioranza dei voti non dà diritto di calpestare gli altri.

  5. Cosa ti aspettavi da un fascista?

  6. Non te l’ho mai chiesto, mi sa, ma che dicono lì, nella terra d’Albione, degli italians? che impressione ne hanno, la solita o peggiorata?

  7. Per Paopasc

    Gli inglesi, come tutti i popoli del mondo, hanno una visione stereotipata degli italiani. E in questo ci azzeccano. Furbi, rumorosi, comici o clowneschi. Che è quello che siamo in fin dei conti.
    Qui arrivano due notizie dall’Italia: la prima sulle figure di merda di Berlusconi sempre in prima pagina; la secodna sui fatti di cronaca che riguardano la mafia. Io infatti scopro di arresti e retate contro la mafia solo dall BBC. E non sto scherzando…
    Però devi capire che per gli inglesi il mondo oltre La Manica è un posto fatato, apputno fatto di stereotipi. DAvvero non gliene frega un cazzo del nostro destino, se proprio devo essere sincero. L’importante è che continuiamo a farli ridere e mangiare, che è quello a cui sono interessati.

  8. E adesso che cosa dirà Napolitano? Ha firmato un decreto incostituzionale, lo ha detto adesso il TAR anche se non c’era bisogno del TAR. Bastava Google per capirlo.
    Se adesso pure il Colle va contro la Costituzione cosa ci rimane?

    Bastava rinviare le elezioni così come era stato suggerito dai Radicali.

  9. Fabri, pensa che casino. Il TAR ha respinto la sospensiva e deciderà nel merito il 6 maggio, quindi dopo le elezioni. Nel frattempo il decreto interpretativo li ha rimessi in termini e quindi oggi hanno ripresentato la lista su cui domani deciderà la commissione elettorale. Se li ammette parteciperanno alle elezioni.
    Con buona pace della certezza del diritto.

  10. Paolo

    Finalmente ho capito cosa si intendeva con la frase “Il Pd per vincere le elezioni deve correre da solo”, pensavo però che si riferissero a partecipare senza scomode alleanze, non senza rivali.

  11. Ma guarda Paolo che il Pd si è detto favorevole a salvare le liste con il decreto. Sono complici con il PdL.
    Quindi non cercate capri espiatorii. La semplice verità è che ci sono degli incompetenti alla guida dei partiti.

  12. mm…mi sa che l’articolo non voleva dire esattamente quel che hai capito.
    cmq, che i Radicali conoscano poco la democrazia e che siano dediti allo squadrismo , come ogni formazione politicamente corretta , è vero (non lo squadrismo che sogna Buttafuoco però).

    ma il mondo anglosassone è quello dove pochi vanno a votare, quello delle colonie e dell’imperialismo, delle dinastie familiari al potere, dell’economia di carta?

  13. L’articolo l’ho capito bene eccome. Lo squadrismo è solo quello che indica Buttafuoco, non esiste altra interpretazione della parola.
    No, il mondo anglosassone è quello dove è nato il liberalismo, quello vero.

  14. nato e mi sa pure morto :-p

    buttafuoco sogno lo squadrismo come superamento della regola e dell’ostacolo attraverso la forza esplosiva e bruta.

    è un classico dei teorici del fascismo. .

    quel che i teorici del fascio non arrivano mai a capire è che il limite dei fasci è proprio l’esser distanti dall’idea di oltre.uomo che essi desiderano.

    Del resto nel momento desiderano essere qualcosa, essi già ammettono di non esserlo.

    La citazione dei Radicali è solo una contingenza. Non c’entrano nulla! non li si accusa di nulla in realtà. Essi sono il termine di paragone negativo per umiliare i propri(ex fasci): “guardate… quei smidolliti, isterici, femminei Radicali sono stati più machi di voi che inneggiate al fascio.”

  15. z3ruel

    Non che me ne freghi più di tanto, [nel senso che al contrario tuo, io nella democrazia come sistema di scelta del pastore del gregge ci vedo solo la dittatura della maggioranza (visione pessimistica) o un sistema che, per tare ineliminabili dovute ai meccanismi del suo funzionamento, è incompatibile con il liberalismo. Il liberalismo ha fornito un ottimo sistema (la democrazia), ben accettato (almeno a parole), per giustificare i soprusi di chi vince alla gare della conta delle crocette], ma l’altro ieri ero giunto alle stesse conclusioni dei radicali ragionando per conto mio. Il rinvio e il cambio delle norme per la presentazione delle liste erano le uniche soluzioni razionali. Perché a me fan ridere anche i sinistri “difensori della forma”: si sa da mo’ che le firme vengono raccolte con ogni genere di irregolarità. Non parlo di timbri tondi che dovrebbero essere quadrati, o di mancanza di una data, ma di firme apposte prima del completamento della lista dei candidati, nominativi con tanto di firme false prese dagli elenchi degli uffici anagrafe, riciclo di firme raccolte durante campagne passate (da qui arrivano i morti che firmano), scambio di firme fra partiti… si potrebbe continuare. Lo fanno tutti*, basterebbe indagare. Controllare. Li paghiamo per questo. Questa merda è stata tollerata da tutti i magistrati addetti al controllo da sempre, dalle corti d’appello ai TAR (tanto che Formigoni non ha avuto bisogno nemmeno del decreto interpretativo incostituzionale). Oltretutto ci son ancora in ballo le incandidabilità di Formigoni ed Errani. Ah, già, ma la corte d’appello di Milano, che quantomeno s’è degnata di rispondere alla denuncia dei radicali milanesi, ha detto che non si può esprimere sulla non candidabilità. Solo dopo il voto si può procedere per far decadere il presidente eletto. Follie italiche. Sinceramente non salverei davvero nessuno.

    Napolitano, come qualunque altro presidente al suo posto (vedi cosa ha detto oggi Scalfaro), ha firmato per evitare di avere sulla coscienza la guerriglia urbana che si sarebbe scatenata se non avesse fatto nulla. Chissà, visto che sarà pure un vecchio comunista ma non è di certo ignorante, sapeva già che il decreto non sarebbe stato vincolante per le regioni, visto che le leggi elettorali per le regionali sono di competenza regionale, appunto. Boh… io intanto continuo ad ingrassare il mio pig bank e costruire la zattera…

    *Il caso Milioni è cosa diversa, faida interna misto ad incapacità (ad esser buoni).

  16. Nihil

    Io osservo intanto che Buttafuoco scrive assolutamente di merda. Cala citazioni pseudo-colte come un metronomo, gli viene l’ansia se non può sfoggiare che sa come si dice “volontà di potenza” in lingua originale; chi se ne frega se poi l’articolo ne esce sgangherato e illeggibile. Una prosa molto più segaiola che comunicativa, il che d’altronde si addice ad un giornale che campa di sussidi mafiosi anziché di lettori.

  17. Com ti ho appena commentato nel post precedente, è questione di numeri.

    Di solito il tumore non è maggioranza in un organismo, a meno che non parliamo di cellule sane in un tumore.
    Allora sarebbe un altro discorso.

    Il liberalismo, per motivi culturali fritti e rifritti, non c’è mai stato in Italia.
    E anche i Radicali hanno perso tante occasioni per stare zitti.

  18. Scusa: ho letto il post velocemente e non mi sono reso conto che ho praticamente ripetuto il tuo pensiero. Puoi cancellarlo se vuoi.

  19. Sulla proposta dei radicali non posso che dirmi d’accordo, non ne ero a conoscenza.

    E poi concordo con Nihil: Buttafuoco preferisce fare lo sborone che scrivere un buon articolo. Contento lui.

  20. Ecco la malafede che affiora. Alla proposta di rinviare le elezioni che salverebbe tutti Berlusconi dice di no. Perché così potrà usare la piazza.

  21. sam

    Amico mio se leggi il Foglio però, ti viene l’ulcera. Per stare meglio e capire quanto realmente vale quel giornaletto, basta guardare a quante copie vende. Da solo, Ferrara non si pagherebbe la spesa.

  22. Buttafuoco ormai resta fuori dalla rassegna stampa di Bordin perché letto per radio é incomprensibile. Comunque i due ad esser contrari al rinvio delle elezioni sono Berlusconi e Bersani. Su quale livello statale abbia la competenza per decidere il rinvio i costituzionisti si dividono: ennesima prova di quanto sia stato scritto bene il titolo V…

    Entrambi trattano il loro elettorato come una massa di minorati mentali: Berlusconi continua ad incolpare chiunque tranne i veri responsabili del bordello e chiama la folla in piazza, mentre la signora Coriandoli dice che non si possono rinviare le elezioni p”erché la gente non capirebbe”. Notare che Bossi e Maroni, che sapevano già dalla stesura del decreto interpretativo che sarebbe stato inefficace, sarebbero d’accordo per il rinvio.

  23. Non solo la Lega ma perfino Rotondi sapeva che il decreto era incostituzionale e non sarebbe passato. Berlusconi sapeva benissimo che non sarebbe passato ma ha voluto forzare la mano per poi fare la vittima. E ora che gli si prospetta il rinvio delle elzioni che risolverebbe tutto vuole andare in piazza.

  24. Pingback: Psicologicamente stanchi « Abeona forum

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...