“C’è un’Italia (all’estero) che lotta per i propri sogni”

Qui sotto potete vedere il video di una pubblicità che sta girando nella TV italiana in questi giorni. Chi mi conosce personalmente, chi mi conosce tramite il web, chi conosce il recente fenomeno dell’emigrazione dei giovani ricercatori italiani (non mi piace cervelli in fuga; siamo persone normali, non siamo geni) sa cosa ha suscitato in me la visione di questa pubblicità: rabbia, sconforto, la sensazione che in definitiva qualcuno mi/ci sta prendendo in giro. Ne scrivo in modo più dettagliato su Giornalettismo.

P.S.

In realtà ecco come sarebbe andata a finire in questa parodia:

Annunci

20 commenti

Archiviato in giornalettismo, Italia provinciale, scienza, tristezze

20 risposte a ““C’è un’Italia (all’estero) che lotta per i propri sogni”

  1. ‘scolta, devo scoprire da uno di bristol che in ‘sta banania c’è una pubblicità così repellente da chiamare il moige?
    ma fatti i cazzi tuoi, stai lì a bristol e lassa perde queste lande, non punirti!! 😀

  2. Moige vade retro!!

    Be’ io sono uno di quelli che ancora ci spera a tornare, magari non come ricercatore… 😀

  3. Snem

    Che presa in giro! Non credo faccia arrabbiare solo quelli che sperano nel ritorno.

  4. Ma non è finita, di questa serie ce n’è un altra in cui la stessa banca sbandiera due disgraziate che vorrebbero aprire un asilo e alle quali , avrebbe prestato i soldi. Certo sempre con lo stesso zio ex- craxiano ora nel consiglio di amministrazione. Ma con che coraggio sta banca fa cose del genere?

  5. juhan

    Ecco c’è sempre qualcuno che rema contro, che sparla male della nostra amata patria baciata dal sole e benedetta da dio. Sempre lì a lamentarvi invece di lavorare!
    Sì anch’io ho uno zio ex-craxiano, anzi due. Che vuol dire? È che siete troppo viziati voi di sinistra! Studiate fino a trent’anni quando io ho cominciato a lavorare a sei.
    (vado bene come aspirante berlüsca? c’è riuscito Capezzone, sono sicuro che ce la posso fare anch’io).

  6. vincenzol

    Ma che c’entra Intesa San Paolo con la ricerca scientifica?
    invece di inventare le favole avrebbero dovuto raccontare una storia vera…

  7. A quanto pare Intesa San Paolo finanzia i progetti dei ricercatori… ah ah ah 😀

  8. Ma lo sai che io ti ci vedrei bene pure come attore? 😉

  9. Pingback: “C'è un'Italia (all'estero) che lotta per i propri sogni” « Fabristol | Sogni

  10. Nihil

    Mi parrebbe un’ottima reazione subissare la banca IntesaSP di richieste di finanziamento per progetti di ricerca.

  11. Lo sai che ormai è di moda in Italia raccontare … favole (concedimi l’eufemismo poetico).
    La cosa grave è che le raccontano talmente bene che c’è fin troppa gente che ci crede. E che aprirà il conto in banca intesa SP.

  12. M’hai letto nel pensiero. Stavo seriamente pensando d’inoltrare una lettera di denuncia al Codacons nei confronti di Intesa San Paolo per pubblicità ingannevole. Molti tra i miei clienti stanno chiudendo la propria attività perché le banche – la stessa San Paolo tra quelle maggiormente implicate – hanno imposto loro di rientrare dagli affidamenti in corso, senza che vi fossero particolari motivi per detta revoca. Ciò detto, la loro pubblicità sembra addirittura una presa per i fondelli.
    Del resto, il nostro è il paese dove un certo mr. Ratzinger ha un fratello che non ha visto né sentito nulla ….

  13. Ho appena visto il trailer di un nuovo programma di Italia 1 (mi pare La Pupa ed il Secchione o qualcosa di simile) che è ancora peggio di questo. Una cosa del tipo: cari cervelli in fuga, abbiamo la soluzione per farvi tornare ed è questa qui (una f…a spaventosa appare…). Fosse vero, ad alcuni potrebbe anche andar bene …. 😀

  14. Kirbmarc

    Li avete fraintesi, questo era uno spot per una fiction, “Incantesimo 12000”.

    “Ciò detto, la loro pubblicità sembra addirittura una presa per i fondelli.”

    Sembra?

    “Be’ io sono uno di quelli che ancora ci spera a tornare, magari non come ricercatore…”

    Mi raccomando, però, niente giri in Vespa a Napoli con la gnocca inglese* di turno…si fa a Roma, sotto alla fontana di Trevi, come il buon dio dei clichè pubblicitari comanda.

    Se vogliamo realizzare una vaccata azzecchiamo almeno le scene fatte!

    *Gnocca non inclusa nel pacchetto di finanziamento San Paolo.

  15. Lu

    Quella della stessa serie con l’imprenditore che tiene aperta la fabbrica per non precludere al figlio la (remota) possibilità di trombare la figlia di un dipendente?

  16. Isabella

    Io ho il conto corrente con la San Paolo, e faccio ricerca, quindi direi che sono io a finanziare loro, non viceversa…

    Detto cio’, dopo ‘sto bel pezzo ho una terribile voglia di chiuderlo, il conto…

  17. Nikkey

    Su LA7 ogni tanto c´é lo spot di Mario Tozzi (il geologo) per La Gaia Scienza che fa il lavapiatti e dice “Ma é davvero questo il futuro della ricerca (o dei ricercatori?) in italia ?”

  18. Pingback: Polo, Montecristo, Ulisse, Kipling e Kurtz « Fabristol

  19. Luca

    Ma lo sai che quando l’ho visto circa un mese fa…ti ho pensato tantissimo, e mi son detto: meno male che sta all’estero e non lo vede!
    E invece, mi spiace per te, è arrivato fin la.
    E’ proprio una vergogna, uno schifo totale, ma che ci vuoi fare anche il pubblico non è da meno!

  20. L’aggiunta del secondo video e’ geniale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...