E-lezioni

Open Camera è un nuovo e-project di Radicali Italiani. Per la prima volta vengono resi pubblici i dati segreti dei costi della Camera. C’è da rimanere a bocca aperta nello scoprire quanto la sola Camera dei deputati ci costa in termini di burocrazia. Lasciando perdere gli stipendi e i privilegi di ogni politico (per quello leggetevi La Casta di Stella), la Camera nel 2010 ci costerà quasi 140 milioni di euro. 140.ooo.ooo di euro di fogli, carta, burocrazia, commesse e commessi, pagati con le nostre tasse per il privilegio di una piccola elite votata da noi.  C’è una minoranza della popolazione fatta di politici, burocrati e parassiti che ci munge dalla mattina alla sera inventandosi leggi, regole e punizioni e a cui noi diamo il potere attraverso lo stato.

“La società umana è strutturata in modo da sottomettere la gran massa della popolazione ad una ristretta elite, e non ci sono modi per salvarsi da ciò. Ciò che prima si chiamava schiavitù e poi servitù delle gleba, ora si chiama democrazia, ma è sempre un’evoluzione del diritto di scegliere della propria vita verso qualcun altro.” 29settembre

Ricordatevelo quando metterete il vostro voto nell’urna.

Annunci

7 commenti

Archiviato in Italia provinciale, libertarismo

7 risposte a “E-lezioni

  1. Sono molti soldi, ma non basta la cifra nuda e cruda, vorrei sapere in cosa sono spesi questi soldi, quanto si spende negli altri paesi ecc… La burocrazia non è solo un mucchio di carte inutili… Ricordiamo che la burocrazia è quell’insieme di carte, procedure, regole, che permette, per esempio, di avere una tessera elettorale personale ed evitare che la gente voti due volte. Per dire…

  2. Ups, il link non funzionava. Ora potete andare a vedere l’elenco delle cose fatte con quei soldi. 😀

  3. Come potete vedere scorrendo il luuuuungo elenco trattasi di collaborazioni, contratti, consulenze spesso inutili, sovradimensionate nei prezzi. Si tratta di favori, commesse, contratti tra amici ecc. Credo che metà Roma viva solo di questo giro. Non è un caso che siano rimasi segreti per più di cinquant’anni e solo grazie all’intervento dei Radicali e del preseidente della Camera Fini siano finalmente stati resi pubblici.

  4. Chissà perchè da quell’urna escono sempre più schede di quante entrano…

  5. Corrado

    Che tristezza…. Penso però che sia una cosa mondiale e non solo endemica in Italia.

  6. z3ruel

    “Sono molti soldi, ma non basta la cifra nuda e cruda, vorrei sapere in cosa sono spesi questi soldi, quanto si spende negli altri paesi ecc… La burocrazia non è solo un mucchio di carte inutili… Ricordiamo che la burocrazia è quell’insieme di carte, procedure, regole, che permette, per esempio, di avere una tessera elettorale personale ed evitare che la gente voti due volte. Per dire…”

    Quando leggo commenti come questo perdo ogni speranza.

    Comunque Fabri, non erano dati segreti, dovevi solo prendere la tua tessera elettorale, quella che ti viene fornita grazie alle procedure di cui sopra, ed andare a fare un salto negli uffici di Montecitorio per richiederli. Poi, sempre grazie ad altre regole, carte, pratiche, insomma ad altra utile e civilissima burocrazia, qualche impiegato te li avrebbe fatti avere. Fico e trasparente!

    Piccolo inciso. Si tratta di un bilancio preventivo, e sai com’è, occorrerebbe andare a vedere poi se riusciranno a stare nel budget previsto…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...