Dove finiscono i vostri soldi

Ieri ho passato un po’ di tempo a guardarmi le spese della Camera. Sono saltate fuori cose molto curiose. Per prima cosa salta subito all’occhio che le consulenze sono tantissime e sono “d’oro”.

Esempi? Consulenza per “il segnale audio” fatta dal prof. Giovanni Iacovitti 48000 euro delle vostre tasse.  Aggiornare il sito della Camera costa 30000 euro delle vostre tasse. Alla faccia del sito, signor Enrico Paradiso! Ma quello che le batte tutte è la consulenza sugli aspetti artistici e architettonici delle attività dell’Amministrazione di Cristina Mazzantini, solo 100.000 euro delle vostre tasse. Sarebbe interessante vedere in che quota sono questi ingegneri e tecnici.

Poi c’è il canone RAI la cui spesa complessiva è 3905 euro delle vostre tasse. Dividendo per 109 (cioè il costo del canone) veniamo a sapere che ci sono almeno 35 apparecchi televisivi alla Camera. A me sembra comunque una cifra forfeittaria perché non mi risulta che il canone si paghi per apparecchio ma per nucleo familiare. Divertente: lo stato tassa se stesso.

Altro dato inquietante è la somma sborsata dallo stato per la manutenzione delle linee telefoniche, circa 700.000 euro delle vostre tasse alla Telecom.

Interessanti sono anche i legami parassitari con aziende e privati. In pratica la Camera affitta le apparecchiature ad alcune ditte invece di comprarle direttamente. Esempi? Noleggio fotocopiatrici 600.000 euro delle vostre tasse solo nel 2010. Quante fotocopiatrici si sarebbero potute comprare con quella cifra? E chi ci guadagna? La Xerox. Chissà quanti amichetti hanno alla Camera quelli della Xerox. Manutenzione del “parco orologi” (chiedo lumi su questo) costa 23600 euro e Stefano Di Ninno mangia a sbaffo con i soldi delle vostre tasse.

Agende e agendine per i parassiti del parlamento? Solo 400.000 euro delle vostre tasse.

Quello che mi lascia più perplesso è “la manutenzione di apparecchiature a raggi X”. Significa che alla Camera c’è una “apparecchiatura a raggi X”, comprata con i soldi delle vostre tasse e che deve essere controllata ogni anno. Sai quante fratture in Parlamento con tutte le risse! Lascio perdere la ristorazione, i parcheggi, gli autisti, gli schiavetti, i servi che c’hanno famiglia e pagati con le vostre tasse. Anzi no guardiamoli in dettaglio: per il comparto medico sanitario la Camera spende 1.600.000 euro per il solo 2010. Sì avete letto bene. Un milione e seicentomila euro delle vostre tasse vengono tolte ad un ospedale di provincia, ad una sala operatoria, ad un centro trapianti per qualche centinaio di persone che siedono in un anfiteatro e che per la maggior parte dell’anno non stanno in quell’edificio.

Ristorazione? 7 milioni e 600 mila euro delle vostre tasse per queste zecche. E dire che c’è gente che pensa che lo stato distribuisce i soldi delle tasse per le fasce più povere della popolazione!

E questa è solo la Camera! Figuratevi tutti gli uffici, i ministeri, le regioni, le province, i comuni ecc. Tutto questo per dirvi che ogni volta che pagate allo stato le tasse, o tramite i soldi che vi rubano dalla busta paga, o tramite l’IVA e i milioni di altre tasse, balzelli medioevali e coercizioni varie NON state facendo del bene alla comunità per costruire strade, pensioni, scuola e sanità ecc. La maggior parte dei soldi va a nutrire il sistema mafioso e totalmente corrotto che vi parassita dalla mattina alla sera. Un sistema inefficiente e scandaloso che nutre una elite che a sua volta nutre una schiera di servitori che gli orbitano attorno tramite appalti, contratti e favori. Cioè sarebbe come dire che: per distribuire 100 panini alla mensa da 1 euro l’uno ci vogliono 1000000 di euro di organizzazione.

Annunci

21 commenti

Archiviato in libertarismo

21 risposte a “Dove finiscono i vostri soldi

  1. Leggendo quanto hai scritto cercavo di darvi contemporaneamente un spiegazione, magari sull’abbonamento Rai, o sui raggi x. Queste spiegazioni sono svanite con in finale del tuo scritto.

  2. la tua indignazione è completamente condivisibile. Complimenti, è sempre utile diffondere queste informazioni.

  3. Ragazzi parliamoci chiaro. La democrazia di cui parliamo e di cui ci vantiamo (dont’get me wrong, penso che la democrazia pur con tutti i suoi difetti sia il sistema migliore dei regimi statali) ha fallito il suo intento. Doveva servire ad eliminare la monarchia, il feudalesimo, il vassallaggio, la corruzione, a rendere uguali davanti a leggi e istituzioni ma non è altro che una versione moderna del feudalesimo. Una elite con una schiera di servitori intorno che sfrutta come un parassita (non mi stancherò mai di usare questa parola) il 90% degli altri. Si inventa leggi, tasse e regole per tenere a bada il 90% della popolazione.
    Io credo che dopo il libro di Stella, La casta, e questo Open Camera gli italiani si debbano rendere conto dello stupro quotidiano che viene fatto ai loro danni.

  4. hai non una ma mille ragioni, però così alla fine si vota Grillo e io di conseguenza mi becco Cota.

  5. Caro Enrico, ti sei beccato Cota non perché quelli di sinistra hanno votato Grillo invece che la Bresso, ma perché i piemontesi stanno cambiando. Così come il resto degli italiani. Cota ha vinto perché lo hanno votato i piemontesi, non perché la Bresso non ha fatto abbastanza.

  6. Snem

    Condivisibile, vergognoso, sicuramente da correggere. Quello che denunci è una degenerazione della democrazia, non necessariamente sua conseguenza: semplificando l’errore non sta nella “teoria”, per capirci, ma in chi la applica.
    Bisogna correggere questi comportamenti e gli italiani dovrebbero sforzarsi di partecipare nel controllo e nell’esigere correttezza.
    Complimenti ai fautori dell’iniziativa Open Camera, immagino quanto sia stata difficile realizzarla in Italia.

  7. OT ma neanche tanto:
    cosa ne pensi dell’IRS?
    http://www.irs.sr

    tra l’altro, che figata usare il dominio del Suriname facendo finta che sia quello della Sardegna 🙂

  8. Per Yoshi

    Su IRS ne avevo parlato anche con Z3ruel. Che dire? Positivo: è un partito indipendentista NON nazionalista e NON tradizionalista, una cosa mai vista in Sardegna e forse più unica che rara nel panorama dell’indipendentismo mondiale. Ci sono molte anime belle e giovani, ben istruite e con idee brillanti. Interessante il discorso storico e il recupero della storia nuragica (una storia, non mi stancherò mai di dirlo, tra le più straordinarie dell’umanità).
    Negativo: ci sono alcuni personaggi chenon mi piacciono come Gavino Sale; c’è una componente molto grossa di collettivisti all’interno di IRS difficilmente estirpabile anceh se ci sono posizionianche liberiste e libertarie, ma come sempre minoranza.
    Boh si vedrà. Sarebbe bello poter vedere un partito indipendentista squisitamente liberista e libertario, ma in Sardegna così come in Veneto è impossibile.

  9. “ma in Sardegna così come in Veneto è impossibile.”
    Beh, il PNV è minuscolo ma è liberale con un cazzuto innesto libertario 🙂

  10. Intendevo impossibile che possa avere successo. Comunque se ti itneressa ti consiglio di farti un giro su youtube dove trovi i discorsi di molti loro esponenti: giovani, moderni e molto competenti. Agli antipodi di un comizio leghista.

  11. hanno anche un simbolo bellissimo e un sito internet con i controcazzi, cosa che io apprezzo molto 🙂 a quello del pnv bisognerebbe metterci mano…

  12. Qui alle prossime regionali (o nazionali come le chiamano loro) faranno il botto. Conosci la storia dietro al loro simbolo?
    http://it.wikipedia.org/wiki/Bandiera_arborense

    Il simbolo è molto importante. So che il leone di San Marco è molto inflazionato e quindi non avete voluto utilizzarlo per quella ragione, però la foglia di pioppo (o quello che è) del PNV forse non ha tutto questo appeal. A mio parere dovreste cambiarlo. Qualcosa che rappresenti il Veneto tutto (e quindi non solo Venezia col il suo leone).

  13. macché pioppo! foglia di tiglio!! 😀

  14. Pioppo, tiglio, patate è lo stesso! 😀 Vedi neppure io che ti seguo ogni giorno sapevo che pianta era. E dire che mi paice pure la botanica. Ci vuole qualcosa di più particolare, vostro. Le piante sono inflazionate. Per l’albero sradicato dell’IRS è diverso. Non è una specie… è un concetto simbolico con una storia dietro.
    Per esempio in IRS si parla continuametne del simbolo, del suo significato, della sua storia, e alla fine dopo che ascolti o leggi per un po’ le cose del loro sito, quel simbolo rimane nella memoria.

  15. beh. anche noi abbiamo fatto quello che ha fatto l’irs: abbiamo preso un simbolo meno noto come il tiglio (albero della tradizione civica millenaria dei veneti) e l’abbiamo messo al posto dell’inflazionato leon. l’irs ha preso l’albero sradicato al posto dei 4 mori.

  16. Snem

    Yoshi, mi sapresti dare qualche riferimento sul simbolo del tiglio (albero della tradizione civica millenaria dei veneti)?

  17. il tiglio era l’albero sacro alla dea reitia http://en.wikipedia.org/wiki/Reitia e i capifamiglia veneti si riunivano sotto quest’albero per prendere decisioni; sotto questo punto di vista è l’albero della “tradizione civica”.
    interessante notare come anche nei nostri vicini sloveni ci fosse questa tradizione, tanto che anche da loro la foglia di tiglio è un simbolo nazionale

  18. playwords

    Allucinante. So solo che se mi mettessi a scrivere quello che penso diventerei cattivo. Per ora invece rimango incazzato. Mah, indignato è una parola che quasi non esprime più niente, statica. Non è sufficiente.

    Guardando la tragedia accaduta a mosca ci siamo chiesti, una mattina, quanto tempo ci vorrà prima che accada qualcosa anche qui. E non solo… quanto tempo resisteranno certi soggetti instabili prima di cominciare a far saltare in aria qualcosa o qualcuno? La gente è in crisi, senza lavoro, senza soldi, è facile che s’incazzi. Però in giro continuo a vedere gente che compra telefonini, console, videogiochi, tv lcd, computer, abiti firmati… e mi chiedo come c…o facciano…

    Potremmo poi pensare che tanto ci stanno già rincoglionendo, accecando, proprio per prosperare nel quotidiano vampirismo politico, e mi domando: quando? Quando la gente si ridesterà? Quando inizierà a credere alle cose reali e tangibili anziché ai falsi miti, ai soldi, al successo, ai telefonini, alla televisione, alle puttane, ma non solo quelle per una notte… quando manderemo a quel paese destra e sinistra, se ancora si possono così definire… conosco gente di destra che il presidente del consiglio lo odiano… e quasi li ammiro…

    Mi veniva in mente, a proposito di costi e risparmi, una cosa che ho letto l’altro giorno, se non sbaglio nel comune di Treviso c’è stato uno dei ragazzi del movimento 5 stelle di grillo che s’è inventato un metodo di raccolta o recupero dei rifiuti che fa risparmiare più di 30000 € l’anno al comune. Questa persona riceve meno i 300 € al mese.

    Poi ho letto che il trota (perché se dico la trota, il pesce s’offende), prende o prenderà qualcosa come 5 o 6000 € al mese se non erro, e cosa s’è inventato? Un giochino dove devi sparare ai gommoni degli extracomunitari…

    Ho fatto questo parallelo allucinante e mi sono sentito male. Male per tutti e per tutto quello che sta accadendo. Mi sembra tutto così volgare, ecco, volgare è un buon termine, così come schifo, ribrezzo, vomito.

    E’ come se il caos spingesse alle porte, perché tanto il nulla già ha divorato abbastanza e continua a rosicchiare i cardini.

  19. Snem

    Grazie Yoshi, davvero interessante.
    La pagina di wikipedia in italiano ha più informazioni.

  20. @ Fabri:
    Su questione spese per “parco orologi”.
    Il parco orologi è il numero di orologi complessivo presente all’interno di un edificio (in questo caso complesso Camera).
    Questi generalmente si trovano in ogni stanza e generalmente sono meccanici e d’antiquariato, quindi necessitano di costante manutenzione e pulizia dei meccanismi dalla polvere e in particolare di sincronizzazione.
    Poi bisogna rendersi conto che con il passaggio ora legale/solare e viceversa bisogna spostare le lancette manualmente.
    Ecco l’addetto al parco orologi, è colui che ogni giorno sincronizza gli orologi, li pulisce e ogni tanto li sposta avanti o indietro di un ora a seconda dell’ora legale/solare.
    Fa molto maggiordomo inglese statale. 😉
    Ora puoi incazzarti consapevolmente anche con questa voce. 🙂
    Ciao da LucaF.

  21. Pingback: Dove finiscono i vostri soldi « Io voto Pro Lib3rtarian Iniziative

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...