Da terzo mondo

Quello che sta succedendo in questi anni in Italia riguardo agli attacchi fisici e verbali contro gli omosessuali è inaudito e il crescente numero di aggressioni eguaglia solo le statistiche di paesi come la Russia, l’Iran o qualche repubblica africana. E’ scandaloso che accadano al giorno d’oggi questi episodi. E’ scandaloso che la politica e l’opinione pubblica se ne freghino. Ed è ancora più scandaloso che le associazioni che dovrebbero tutelare i loro diritti siano soltanto dei parapartiti, utili trampolini di lancio per chi vuole fare carriera politica e per altre attività non proprio culturali.

Annunci

19 commenti

Archiviato in Italia provinciale, politica, tristezze

19 risposte a “Da terzo mondo

  1. Intanto risulterebbe che:
    APPROVATO IERI: articolo 50-bis/Repressione di attività di apologia o istigazione… COMPIUTA A MEZZO INTERNET
    NESSUN TELEGIORNALE HA AVUTO IL PERMESSO DI DIFFONDERE QUESTA NOTIZIA

    Non so se sia una bufala o meno, ma se è vero è piuttosto grave!

  2. Sì èstato approvato:

    http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/frame.jsp?tipodoc=Emend&leg=16&id=391198&idoggetto=413875

    Più che altro è grave che il Ministro dell’Interno abbia il potere di chiudere un sito. Un potere che hanno i magistrati. In pratica un governo può controllare internet senza il bilanciamento del potere giudiziario.

  3. m

    è bello, tanto bello, così tanto che non può essere messo in pratica, conoscendo l’italia, e se viene messo in pratica è la fine di tophost, tuonome e tutti i provider web italiani; basta mirrorare la pagina incriminata su un server straniero e via.

    l’unico modo per mettere in pratica la legge a quel punto è obbligare come da comma 3 i provider a fare una blacklist enorme, tanto che se appunto diventa veramente enorme si farà per i poveri italiani lo stesso giochetto di proxy che viene fatto per fortunelli che abitano in paesi civili come cina e iran.

  4. m

    comunque a proposito del tema del post, mi fa un po’ ridere che a seguito di ciò si chieda una legge ad hoc per le discriminazioni contro gli omosessuali; non perché sia sbagliata in linea di principio, ma perché tecnicamente penso sia già piuttosto illegale da sé spaccare la faccia a chicchessia per motivi ideologici …

  5. Dopo la buona notizia, ci voleva proprio qualcosa per tirarsi su …

  6. ale

    m, possibile che ogni volta si debbano rispiegare cose così elementari? È ovvio che spaccare la faccia a qualcuno è comunque un reato. Se però lo fai per certi motivi, come razzismo o omofobia, il motivo costituisce un aggravante. Non è una cosa tanto fuori dal mondo, sai? Se picchi qualcuno perchè ti ha offeso o se lo picchi tanto per picchiare il primo che passa la cosa fa già una differenza: esistono i “futili motivi” che in certi casi rappresentano un’aggravante e quindi nel secondo caso la pena è maggiore. Si tratta di inserire un’ulteriore aggravante, quella della discriminazione basata sull’orientamento sessuale. Non si tratta di una protezione speciale (o privilegio) per i gay, come dicono gli omofobi, né di istituire un nuovo reato, come pensano tanti, ma di introdurre un’aggravante. Chiaro, ora?

  7. ale

    scusate, mi è saltato un apostrofo nel primo “un’aggravante”

  8. m

    @ale: grazie mille, fortuna che ci sei tu, altrimenti come mai avrei fatto a capire da solo una cosa così complicata … come farò ora a uscire di casa senza vergognarmi di me stesso ?

  9. “Si tratta di inserire un’ulteriore aggravante, quella della discriminazione basata sull’orientamento sessuale.”

    Io pensavo che fosse già prevista.

    Saluti

  10. ale

    @m, per favore, rileggiti il tuo commento anteriore e dimmi che cosa se ne deve concludere: che secondo te la legge in questione è inutile perché tanto chi spacca la faccia a qualcuno è già punito dalla legge. O sbaglio?

  11. Corrado

    Secondo me non ha senso parlare di un’aggravante come “discriminazione basata sull’orientamento sessuale”: è una cosa a sua volta discriminante nei confronti di quelli che vengono discrimiati per altri motivi… i nerd, le minoranze in genere etc etc…
    Secondo me dovrebbe esistere una sola aggravante(di questo tipo) e dovrebbe essere Discriminazione. Che comprenderà tutto… dal nerd picchiato perchè è lo sfigato di turno, al barbone a cui danno fuoco, al gay pestato in zona Colosseo e via discorrendo.

  12. Per non fare discriminazioni si potrebbe persino pensare ad un’aggravante in caso di aggressione a soggetto che fa parte di una maggioranza!

    http://cosechedimentico.blogspot.com/2010/06/il-majority-stress.html

  13. Corrado

    A questo non sono d’accordo: i musulmani sono una minoranza, i cattolici una maggioranza. Ma se 4 persone mi spaccano la faccia, nonostante la loro categoria è minoritaria, io le prendo comunque.
    Inoltre anche le minoranze in determinati casi si comportano da maggioranza, come nel video che girò qualche mese fa in cui due ragazzi bianchi venivano picchiati e dileggiati all’interno di un bus che portava solo neri.
    Credo che la discriminazione esista in entrambi i versi e un reato indistinto sia l’ideale.

  14. Razionalmente capisco benissimo Corrado e ovviamente il suo pensiero ha una sua logica. Ma emotivamente non ci riesco. Ormai è un’emergenza di dimensioni enormi, pari solo alle persecuzioni su base razziale che abbiamo visto nello scorso secolo. Il fatto è che non esiste uno strumento statale che possa cambiare la cultura da trogloditi che abbiamo in italia e spesso invece di lavorare a monte bisogna lavorare a valle. Ci sono dei momenti in cui alcune comunità sono più a rischio di altre e bisogna proteggerle dall’aggressione delle maggioranze. E comunque esiste già una pena più severa per reati a sfondo razziale. Basterebbe includere anche quelli a sfondo sessuale, religioso ecc.

  15. Corrado

    La vedo come la tua ultima frase… togliere la qualifica “razziale” e mettere Discriminazione come aggravante per tutto quel che ci rientra: sessualità, religione, politica, razza etc.
    E soprattutto certezza della pena, che non serve a un cazzo dare aggravanti se poi tanto non si mette in pratica la condanna.

  16. illuminismo

    Ok, Corrado. Invece la legge attuale tutela i principali tipi di “minoranze” e anche “maggioranze” (i cattolici in Italia non sono una minoranza, magari lo fossero), restringendo l’Art. 3 della Costituzione (che parlava di “condizioni personali e sociali”).
    Io ero fin da subito per l’abolizione della Legge Mancino, con la quale lo Stato ha stabilito che alcuni gruppi (non necessariamente “minoranze”) sono più tutelati di altri.
    Se avessimo organizzazioni gay degne di questo nome, avrebbero fatto ricorso alla Corte Costituzionale per abolirla in nome dell’Art. 3.
    Ma in Italia chiunque gestisca un sex club per gay lo struttura come un finto circolo, in modo da presentarsi come interlocutore politico e intrallazzare di conseguenza. E ho detto “chiunque”, non “qualcuno”.

  17. @Corrado. Non capisco su cosa non sei d’accordo. Sulla mia provocazione? sull’aver definito i cattolici maggioranza? su quello che scrivo nel post? Tu hai perfettamente ragione a parlare di minoranze che diventano maggioranze, perché il mio uso del termine maggioranza non è altro che qualcosa di più di una metafora per parlare di una condizione psicologica (o psichiatrica).

  18. Corrado

    @Antonio: Non sono d’accordo su un eventuale norma di quel tipo proprio perchè è una condizione totalmente variabile anche solo passando da un quartiere a un altro.
    @Illuminista: tutto giusto… il problema è che chiunque andrebbe tutelato in caso di discriminazione e questo viene fatto per qualcuno sì e per qualcuno no. Come ho detto quelle che in generale sono minoranze, in certe zone possono ribaltare la situazione ed essere maggioranze.
    Con un reato generico tutto questo verrebbe arginato e potrebbe appellarsi sia il gay, che il nerd, che il musulmano etc etc.
    Che poi la legge sia mal scritta, che il sistema sia una schifezza e che in Italia facciamo tutto alla Volemmose bbene e che l’italiano medio si accontenti di un inasprimento di pene che comunque non saranno mai attuate… beh su questo sfondi una porta aperta.

  19. illuminismo

    Sono d’accordo. Proprio per questo penso che la Legge Mancino andrebbe abolita: è un’inutile ipocrisia, e alla fine è una legge che serve ai cattolici per reintrodurre subdolamente dalla finestra la religione di stato faccia uscire dalla porta. Perché i membri delle “confessioni minoritarie” col cavolo hanno il coraggio di appellarsi a quella norma.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...