Inception- recensione

Quando un film ti pervade la mente in maniera così pregnante che anche dopo che ci si è alzati dalla sedia del cinema si ha difficoltà a distinguere tra il film e la vita reale c’è poco da fare: si è appena visto un capolavoro, un’opera cioè che rappresenta una singolarità nella storia del cinema e che segna il canone per futuri lavori. Inception è uno di quei rari casi in cui si torna a casa ma si pensa di essere ancora nel film. Il regista ha fatto un lavoro certosino, ti ha infettato con un’idea e il meme rimarrà con te per sempre. Christopher Nolan è riuscito nel suo intento e ha creato un piccolo gioiello che in futuro non potrà mancare nella vostra videoteca fisica o memetica. Inception è probabilmente il film dell’anno, un evento cinematografico superiore a qualsiasi altra pellicola degli ultimi anni compreso il “supergonfiato” Avatar.

In breve -stando attento a non rivelare troppo- il film parla della possibilità di entrare nel mondo dei sogni e della possibilità per più persone di condividere lo stesso spazio onirico. In questo modo Leonardo Di Caprio e gli altri membri della squadra onirica riescono ad entrare nella mente delle persone, scoprire segreti, rubare codici e influenzarne le decisioni. Nella loro ultima missione tentano di entrare nella mente del figlio ereditiere di un miliardario per impiantargli l’idea di dividere il suo impero commerciale. Per fare questo hanno bisogno di architettare un piano che consiste nel ricreare un sogno dentro ad un sogno dentro ad un sogno, un effetto a scatole cinesi che complicherà le cose e costringerà i protagonisti a cambiare il loro progetto.

Inception è un blockbuster intelligente e unico. Strizza l’occhio ad un audience generale ma senza scadere nel commerciale. E’ cervellotico al punto giusto, sfiora il mondo dei geek ma non spaventa il pubblico generale. In questo senso l’unico film a cui riesco ad associarlo è Matrix. Ambedue sono film con una trama non lineare, commerciali e nerd-oriented allo stesso tempo, con effetti speciali rivoluzionari e pellicole che hanno fatto da spartiacque nella storia del cinema. Può sembrare azzardato prevedere una sorte da colonna portante del cinema per Inception come per Matrix, ma le qualità e i numeri sono tutti lì: ad appena un mese dalla sua uscita Inception ha sbancato il botteghino, ha eccitato pubblico e critica e su ImDb risulta essere il terzo film più votato della storia del cinema dopo Le ali della libertà e Il Padrino.

Con Inception Christopher Nolan si consacra definitivamente come nuovo mostro sacro di Hollywood. The Prestige e The dark knight erano solo i preamboli di una carriera in continuo crescendo.

Uno strepitoso Leonardo Di Caprio con una interpretazione brillante seconda solo a quella in Blood Diamond anni fa. Un attore ormai maturo capace di impersonare differenti ruoli con uno charme unico. Ottimi anche Ken Watanabe, Joseph Gordon-Lewitt e specialmente Tom Hardy.

Le solite note finali in stile Fabristol. Come al solito, a causa della pausa estiva che blocca l’intero paese, l’Italia sarà l‘ultimo posto dell’intero globo a vedere questo film. Ormai mi ritengo fortunato di poter vedere i film in anteprima rispetto ad un paese da quarto mondo come l’Italia.

Per il sottoscritto è il film più bello del 2010 insieme a Kick Ass.

 Se volete comprare il DVD di Inception potete andare qui.

Annunci

36 commenti

Archiviato in recensione

36 risposte a “Inception- recensione

  1. Quanto dici mi basta per desiderare di vederlo.
    🙂

  2. ilMargutte

    Ehilà, ti ricordi di me? Ti avevo chiesto consigli circa un anno fa per venire nel Regno Unito… Beh alla fine ti scrivo da Edimburgo, il film l’ho visto (e me ne sono vantato e mi son fatto invidiare dai miei amici italiani) e sottoscrivo in pieno quello che dici! Tra l’altro, ci riflettevo proprio stamattina svegliandomi, ché mi è capitato di credere vero un fatto sognato per diversi minuti dopo il risveglio… Una specie di auto-inception insomma 🙂

  3. a me matrix ha fatto decisamente schifo…

  4. Kirbmarc

    As they say in the USA, Inception runs circles around “Kick Ass”.

    In Italiano: non c’è paragone. Inception è il migliore film di Nolan (ed è un complimento, dato che Nolan ha diretto film eccezionali come Memento o The Dark Knight), Kick-Ass non è male ma per lo più è “nerd porn”.

  5. Kirbmarc

    PS: Penso anche io che possa diventare il nuovo Matrix, un film di successo e ricco di azione che stimola l’ippocampo oltre al sistema limbico.

    La parola “capolavoro” forse è esagerata, ma di sicuro è il film migliore dell’anno. Fa sembrare Avatar una recita delle scuole medie.

  6. meme … eh! Dawkins rules!
    Non sono molto pratico di questo genere di film, Matrix l’ho visto solo un paio di anni fa, e mi sembrava troppo “religion related”. Avatar l’ho ricordo come noiosetto (ci ho portato i miei figli che invece si sono appassionati).
    Comunque vedo che ti ripeti… fai da precursore sulle recensioni in italiano, poi se devi bloccare i commenti sai già perchè…
    Quello che invece mi stimola è l’idea dello “spazio onirico condiviso” che mi lascia immaginare storie “gotico-romantiche” che potrebbero essere stuzzicanti.

    Un Sorriso

  7. Forse c’è finalmente qualcosa al cinema degno d’essere visto. Grazie, Fabri.
    (P.S. Matrix è uno di quei film che hanno cambiato il modo di fare cinema, così come già lo fu Alien; per questo è sempre più difficile gustare qualcosa che non sia un semplice “deja vue” … a proposito)

  8. Recensione deliziosa, grazie.
    Sullo stesso genere, ricordo di aver visto qualche tempo fa “Il tredicesimo piano”, uscito nello stesso anno di Matrix, anche qui la realtà virtuale si confonde non poco con la realtà reale, e pullulano universi virtuali matrioska-style.

    Non vedo l’ora che arrivi il 24 settembre, anche qui in Italia (noi tapini)! 😉

  9. Per Margutte

    certo che mi ricordo di te! Sono felice che abbia trovato qualcosa in UK. In che università ti trovi? Com’è Edimburgo? Mi hanno detto che è molto bella.

    Per Kirmarc

    Nerd-porn. Questa mi mancava! 😉 sì forse è per questo che mi è piaciuto molto.

    Per ilpiùcattivo

    questa volta non credo avrò bisogno di bloccare i commenti.

    Per Gifth

    Deliziosa, addirittura! 😉
    Vedo che sei un trekkie 😀

  10. mate

    ciao fabry! ah, come sono d’accordo su tutto! sull’infezione (anche io non faccio che pensarci), sullo strepitoso DiCaprio (che anche io cominciai a rivalutare dai tempi di Blood Diamonds), su kick ass 🙂 Aggiungo che Marion Cotillard e’ bellissima e bravissima, il suo sguardo folle non lo dimentichero’ mai.

    a chi piace questa idea dello spazio onirico condiviso stra-raccomando Paprika (non il porno!), un film di animazione giapponese che e’ fra i miei preferiti di sempre.

    fabry, poi dobbiamo confrontare le nostre versioni (sognava? era vero??)

    baci,
    mate

  11. Vedo che sei un trekkie 😀
    Già, irriducibile aggiungerei… 😀

  12. Per Mate

    “Sognava?”
    Secondo me faranno un seguito, anceh se io preferirei di no. Non mi piacciono le trame dove si racconta tutto. Per esempio tornando a Matrix si sarebbe potuta evitare la trilogia.
    Sulla Cotillon, cotillard, insomma quella lì sono in disaccordo: l’ho trovata estremamente fastidiosa (ma forse era quello l’obiettivo del regista) e una pessima scelta per il film.

  13. Kirbmarc

    “Nerd-porn. Questa mi mancava!”

    Wish fullfilmment.

    In pratica nell’ultima mezz’ora

    SPOILER

    il protagonista sfigato si fa la stragnocca e alla fine salva la vera eroina del film…con uno zaino a razzo. Il sogno di ogni buon nerd che si rispetti.

    Il fumetto a cui si ispira è molto più cinico e “realistico”, mente il film, che comunque ho apprezzato molto, è più scontato. Non che sia un male, ma era cominciato come una satira sferzante e divertente delle manie dei nerd, del concetto di supereroi e del “farsi giustizia da soli”, ed è finito con un “wow, nerds are awesome” (nerd porn appunto).

    E’ comunque un film divertente, appassionante e Hit-Girl (la bambina) è un personaggio dissacrante e una macchina da guerra che fa impallidire Terminator. Fra i migliori film dell’anno.

  14. Infatti io mi sono sentito molto rappresentato dal film 😉
    Sul fumetto, l’ho leggiucchiato e devo die che Kick ass è uno di quei pochi film dove il film rende meglio della storia originale.
    Al confronto di Hit Girl Terminator sembra un Teletubbies!!

  15. roby87

    Fabristol ……..condivido in pieno quello che hai scritto, il film l’ho visto ieri.L’ultima volta che mi sono alzato dalla sedia del cinema dicendo ” E’ un capolavoro..!!” ed uscendo continuavo a ripetere “Eccellente” nella mia testa.
    Ti sei dimenticato di parlare della colonna sonora di Zimmer …sublime,soprattutto la fine.
    A questo punto direi:
    ” Damn you Nolan, take it all my money!!”

  16. Hai ragione. Avrei dovuto citarlo! Musiche eccezionali davvero.

  17. Nova

    Bah, inception e’ roba vecchia! Avete gia’ visto “Scott Pilgrim”?

  18. David

    Appena visto… un capolavoro secondo me, ha una fotografia superba che ti imprime le immagini e ti risucchia nella trama.

  19. Alessandra

    Bellissimo.

  20. Visto ieri e ancora non mi è uscito dalla mente. Film superbo.
    Nessuno ha parlato della scena finale. Personalmente sono rimasto molto colpito (positivamente) dall’ultima scena del film.

  21. Per Dungo

    Sì anche a me è piaciuto il finale ma non ne ho voluto parlare per non mettere troppi spoiler.

  22. Dungo?
    Un momento, aspetti che le spieghi una cosa: IO non sono il Signor Lebowski, LEI è il Signor Lebowski. Io sono Drugo, è così che deve chiamarmi, capito? O se preferisce Drughetto oppure Drugantibus oppure Drughino, se è di quelli che mettono il diminutivo ad ogni costo..

    Comunque m’ha fatto ridere Dungo in realtà.

  23. Drugo scusa. Ti conosco da un po’ e conosco il personaggio del Grande Lebowski. Boh non so perché mi è scappato Dungo. Forse l’ora tarda 😉

  24. Giorgio

    Buongiorno,
    ho visto ieri sera Inception e ne sono stato entusiasmato. Una grande opera cinematografia. Sottolineo cinematografica perchè l’idea portante del film secondo cui nel mondo onirico si scatenana una’altra vita parallela con cui è possibile interagire cambiando il destino delle persone….beh, è una idea di 150 anni fa di Freud e tutt’ora largamente utilizzata nella pratica quotidiana degli psicanalisti.In questo senso, Matrix è decisamente molto più dirompente per l’idea che la tecnica controlli l’uomo e non viceversa.Un esempio per capirne la portata: il linguaggio è una tecnica di segni, una tecnologia segnica e fonica ma se è così, sorge la domanda che Matrix fa vedere: siamo noi uomini che controlloiamo il linguaggio o è il linguaggio che controlla noi? Grazie, Giorgio

  25. Elisabetta

    Mi trovo in disaccordo con la maggior parte dei commenti di cui sopra. La visione del film è stata sofferta e non vedevo l’ora che terminasse, sperando almeno in un finale che salvasse la pellicola.
    Ho assistito semplicemente a tre ore di sparatorie (classica americanata) e a un’accozzaglia di scene spudoratamente riprese da action-movie. L’argomento è senz’altro interessante, ma la pellicola lo ha appiattito a una cattiva fotocopia di Matrix. Nessuna vibrazione e partecipazione emotiva per i personaggi della storia, soffocati come sono da un cerebralismo pompato e descrittivo oltre misura.
    Se siete masochisti, prego… accomodatevi!

  26. Alejo

    sono totalmente d’accordo con Elisabetta. Un film di azione americano paragonabile a Ocean eleven o Missione impossibile. Al cinema la gente ha applaudito dopo il film e si parlava sull’idea del film….una idea non basta e di Charlie Kaufman c’è solo uno. “Nel corso del tempo”di Wenders l’idea è solo due uomini in viaggio per la Germania ed è veramente un film eccezionale.

  27. Quoto Elisabetta. Ho visto ieri “Inception” ed era talmente noioso che mi sono addormentato ed ho sognato di vedere un bel film 🙂

    Scherzi a parte, 3 situazioni incastrate una dentro l’altra e in tutte e tre … si sparano. Wow! Onirico! Sorvoliamo sulla prima ora di film, tutta dialoghi ultra-didascalici in cui l’interlocutore di turno risponde sempre a Cobb con il passaggio logicamente successivo: pareva di stare a leggere il manuale delle istruzioni della macchinetta crea-sogni.

    Se mai faranno una versione cinematrografica di Neuromante (da cui questo film prende a piene mani btw), spero che *non* sia Nolan a girarlo.

  28. Caro Fabri,
    mi permetto di segnalare questo video su youtube:

    🙂
    Nick

  29. Per Nickpolitik

    Sì l’ho visto ieri!! Meraviglioso!! 😀

  30. oddeo

    prima di vedere inception guardatevi Memento. Oh bhe, anche altri film di altri registi. Quello che ha Nolan ha fatto si chiama copia e incolla. Che capolavoro. E avete pure pagato…. l’ hype fa paura

  31. oddeo

    inoltre junkie è vincenzo natali a lavorare sul film di neuromante, se ti interessa. Neuromante è un libro carino che però lo stesso autore definisce scarso, non importa se ha raccolto qualcosa che già esisteva e l’ ha ridefinito in un genere letterario che stupisce. A me basterebbe un film qualunque a cura di W.G., Killswitch e l’ intervista in auto a Gibson non mi sono bastate.

  32. Pingback: Inception dell’innovazione | Innovazione e non solo

  33. Pingback: Film Belli – 50 e 50, Jonathan Levine (Recensione) | POTATO PIE BAD BUSINESS

  34. Finalmente l’ho visto. Un film fantastico. Concordo che si tratta d’un capolavoro.

  35. vabbe voglio commentare anche se gran parte dei commentatori non ripasseranno più. x elisabetta: un film per essere bello non deve avere per forza un tripudio di sentimenti empatia per i protagonisti, riconosco che magari per un fruitore donna questa sia uno degli ingredienti fondamentali, ma è più o meno l’equivalente maschile di dire “non mi è piaciuto casablanca perchè c’è troppa poca azione e troppi pochi spari” ci sono opere d’arte che sono belle anche se cerbrali, non si può cercare caravaggio in un mondrian.
    per oddeo, memento è un film dello stesso nolan, non penso proprio prio che copiare a se stessi si possa considerare copiare, ed è normale che le opere dello stesso artista si somiglino le une alle altre, si chiama stile. A parte che non vedo somiglianze tra memento neuromante e inception.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...