Overdosi d’acqua

“Prendere un’aspirina da 325 mg, buttarla dentro il lago Tahoe, mescolare bene  (ovviamente con un bastone molto grande), aspettare un paio d’anni  finché la soluzione sia omogenea. Quando avrete mal di testa prendete un sorso di questa acqua e, voilà, il mal di testa è andato via” James Randi.

Ieri era il giorno dell’overdose da omeopatici. Migliaia di persone in tutto il mondo hanno ingurgitato centinaia di litri di prodotti omeopatici di fronte alle farmacie. E… non è successo niente. La più grande in(di)gestione organizzata di massa nella storia e non è successo assolutamente niente. Nessuno è andato all’ospedale, nessuno è stato meglio o peggio di prima. Niente, il nulla. Come le boccette di omeopatici che avete a casa vostra. In compenso chi produce queste boccette di acquetta  dal nulla è diventato milionario. Think about it next time, you moron.

Annunci

12 commenti

Archiviato in scienza, tristezze

12 risposte a “Overdosi d’acqua

  1. Certo che se devo aspettare due anni per farmi passare il mal di testa…
    Scherzi a parte, non ho comunque ben capito il senso della frase di Randi (che conosco da tempo), l’aspirina non è omeopatica, giusto? Forse intende che dopo due anni, in quell’acqua, dell’aspirina rimarrebbe solo il “ricordo”, e ad un livello di diluizione del genere avrebbe lo stesso effetto di un omeopatico? Dai, forse ci sono arrivato da solo… ;-P

    Comunque… sulle boiate dell’omeopatia concordo, non ci credo, e non perché penso che la medicina sia il bene assoluto, ma proprio perché l’omeopatia è acqua+psiche. Una volta, sotto insistenze pressanti “famigliari”, sono andato da un’omeopata, che doveva darmi una soluzione con i fiori di Bach mi pare… ebbene, andiamo nel retro bottega (erborista), mi siedo, palmi delle mani verso l’alto, rilassato, arriva questa con un bastoncino di metallo flessibile, con una sferetta all’estremità e comincia a farmelo passare sui palmi delle mani e questo… accidenti… si muove! Ma va? Grazie al ca..o è flessibile come una molla, ce l’hai in mano, ondeggia… ovvio… insomma… pretendeva di capire in base a quello ed avvicinandomi i flaconi delle essenze, chiusi e senza toccarmi, quale faceva per me… in base alle mie energie.

    Ero indeciso se ridere o piangere… così ho detto, cavolo, voglio proprio provare… bene, due gocce sotto la lingua mattina e sera… ovviamente non ebbero alcun effetto, niente di niente, solo ogni mattina mi veniva da ridere e mi chiedevo: ma che cacchio fai?

    Sono convintissimo che sia solo la mente umana qui che può fare qualcosa, senza offesa per nessuno ma per me Dio, gli Dei, qualsiasi cosa divina in cui si voglia credere, sono tutti alla stregua dell’omeopatia.

    La cosa grave è che c’è gente che crepa perché smette le cure vere per quelle omeopatiche, come la storia di quella ragazza diabetica i cui genitori, forti del credo verso l’omeopata, le fecero smettere l’insulina per ovviare con qualche goccia di niente… beh, in una settimana era già all’obitorio.

  2. PS: l’ho visto dopo il video.

  3. Nel mondo dei sogni l’omeopatia funziona. Peccato che poi ci si risvegli.

  4. Che poi a dirla tutta, a me non frega nulla di chi sceglie di curarsi con l’omeopatia, il fatto più palloso è che i seguaci di questo metodo diventano ossessivi più dei testimoni di geova.

  5. maschileindividuale

    se la gente riflettesse, questi milioni spesi tra magia e pseudo-medicina potrebbero andare a ricerca ed assistenza medica e si starebbe tutti meglio

  6. @ Playwords
    Certo che se devo aspettare due anni per farmi passare il mal di testa…

    In realtà non credo sia necessario: un po’ di aspirina nel lago Tahoe ci sarà già finita in passato per qualche altra via, quindi nn c’è nessun bisogno di aspettare. Credo che ormai molte riserve idriche contengano già tutte le medicine che ci servono e possiamo chiudere le aziende omeopatiche: ne bevi un bicchiere e hai già assunto tutto l’assimilabile.

  7. Pingback: Omeopatia: gli altri blog

  8. se è il video che ho visto tempo fa, posso dire che Randi fa un bel barbatrucco da mago, nessuno ci garantisce che abbia bevuto veramente un farmaco omeopatico, con lo stesso metodo avrebbe potuto dire di bere cicuta.

    p.s. sì lo so che l’omeopatia l’è una cazzata ma la forma è importante in certi casi.

  9. Temo che Randi non abbia alternative. Ho idea che nessuno, tra i sostenitori dell’omeopatia, gli chiederebbe mai di ripetere l’operazione sotto rigoroso controllo… “medico”.

  10. Corrado

    @Fabri, hai risposto nel topic sbagliato!

  11. Grazie! 😉 Corretto

  12. Pingback: La catarsi degli idioti | Fabristol

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...