Sopra i 100 ml sei un terrorista

40 minuti di fila per la sicurezza all’aeroporto di Verona, spogliati, umiliati, toccati, controllati come al solito. Torno a casa, apro lo zaino e scopro che mi ero dimenticato una taglierina in una sua tasca. Passata sotto i raggi X come fosse aria, il poliziotto troppo impegnato a controllare che la crema antiemorroidi della vecchietta prima di me fosse sotto i 100 ml consentiti.

Annunci

4 commenti

Archiviato in spunti di lettura e scrittura

4 risposte a “Sopra i 100 ml sei un terrorista

  1. Victor Bergman

    Sospetto che in termini di “cinica statistica” il danno maggiore al “sistema occidente” provocato dagli attacchi terroristici non consiste nelle morti e nei danni direttamente provocati il 11/9/2001 e seguenti, ma nei milioni di ore-uomo sprecate per le “misure di sicurezza” negli aeroporti.
    Dico sprecate, perché si tratta con evidenza di misure finalizzate a dare un’illusione di sicurezza ai passeggeri, ma non sono (ne lo potrebbero essere) un vero deterrente contro il terrorismo.

  2. Totentanz

    Incredibile, è capitata la stessa cosa anche a me un paio di settimane fa, ma non a Verona, bensì nell’efficientissimo aeroporto di Francoforte. Nonostante gli estenuanti controlli (mi hanno fatto togliere anche le scarpe) ci siamo accorti a destinazione di aver imbarcato in cabina uno coltellone svizzero, di quelli professionali che hanno ogni tipo di lama conosciuta! Era nascosto e dimenticato in una tasca secondaria di uno zaino, e nessuno se n’è accorto. Mi dispiace solo essermene reso conto a destinazione. Me ne fossi accorto durante il volo, l’avrei tirato fuori davanti alla hostess per sbucciarmi la frutta…

  3. a me invece il coltellino svizzero era passato a fiumicino ma ho dovuto salutarlo a bangkok, prima di venire in australia. e meno male, perché se se ne fossero accorti qua mi avrebbero rispedito indietro a calci in culo!

  4. leppie

    Una volta ho perso un quarto d’ora a cercare nello zaino cosa facesse suonare l’allarme. Erano semplicemente le staffe dello zaino stesso, che ovviamente sono state imbarcate.

    Comunque sono convinto che un bravo chimico non avrebbe problemi a comprare nel duty-free quello che è necessario per seminare il panico.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...