Zanzare kamikaze

Mosquito pixLeggendo questo articolo della BBC sulle zanzare portatrici del virus della febbre dengue mi sono balenati in mente alcuni scenari futuristici.

Una compagnia inglese ha selezionato una zanzara con una modifica genetica che non gli permette di sopravvivere al di fuori di una dieta ricca dell’antibiotico tetraciclina. Se la tetraciclina non è presente nella dieta un gene killer entra in azione e impedisce alle cellule di attivare altri geni essenziali per la vita. L’idea è quella di rilasciare milioni di zanzare OGM maschi in natura per spargere questo piccolo cavallo di Troia genetico all’interno della popolazione di zanzare selvatiche. Alcuni test in Brasile e nelle isole Cayman hanno dato esiti positivi. Le zanzare kamikaze hanno avuto un effetto che nessun pesticida ha mai raggiunto: il debellamento dell’80% della popolazione della zanzara portatrice della febbre dengue.

Se è vero che i rischi per la salute umana sono minimi (solo le femmine succhiano il sangue) e la modifica del gene non interessa le ghiandole salivari delle zanzare, esistono però altri problemi che io prevedo per il futuro. Non necessariamente per questa modifica genetica. Infatti in teoria sarebbe possibile invece utilizzare le zanzare come armi di distruzione di massa proprio rilasciando femmine che possano iniettare retrovirus attraverso le ghiandole salivari. Non ci sarebbero da scomodare le “bombe sporche” di cui si parla per i terroristi islamici. Basterebbe allevarle in laboratorio e rilasciarle in natura. Il governo che volesse salvaguardare i propri cittadini dalla malattia potrebbe semplicemente obbligare le persone a vaccinarsi per quella specifica malattia e il gioco è fatto. Si potrebbe addirittura eliminare un gruppo etnico all’interno dello stesso paese, un gruppo religioso ecc. semplicemente vaccinando in modo discriminatorio. E tutto questo senza fantascientifici apparecchi che disperdono un virus o robe del genere.

Annunci

3 commenti

Archiviato in Uncategorized

3 risposte a “Zanzare kamikaze

  1. @–>Fabri

    Precludersi volontariamente e precauzionalmentei la conoscenza (d’una tecnica, d’una scoperta, d’un processo produttivo, d’una mera ipotesi) non è mai stata una soluzione efficace per questo tipo di problema, per quanto drammatico esso possa essere. Fa parte dei tanti rischi d’esistenza ed evolutivi del genere umano e come tale bisogna accettarlo.

  2. Totentanz

    A questo punto entra in gioco la Johnson & Johnson che aumenta le scorte di Autan laddove esiste la minaccia, e il pericolo è scongiurato. Interessante comunque lo scenario di un’apocalisse evitata a furia di zampironi, piastrine e Raid Antizanzare.

  3. Leggiti questo articolo sull’ottimo the Atlantic. Le cose potrebbero andare ben più in là..

    (Io cmq rimango ottimista, visto che l’arms race si gioca su due fronti)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...