Una epidemia endemica tutta britannica: food poisoning

food_poisoningNel Regno Unito esiste una epidemia continua da cosiddetto food poisoning, letteralmente avvelenamento da cibo, in italiano intossicazione alimentare. Si stima che 5 milioni di britannici abbiano almeno un caso di intossicazione alimentare all’anno.

Prima di emigrare nella perfida Albione, ormai più di sette anni fa, le uniche volte in cui mi sono imbattuto nell’equivalente del food poisoning italiano – intossicazione alimentare – fu con le cozze crude. Indirettamente per giunta, cioè qualcun altro lo aveva sperimentato per me. Quindi quando arrivo in Inghilterra anni fa è con estremo stupore che mi rendo conto che l’intossicazione alimentare qui è così comune che è come prendersi un raffreddore da noi. Ed è così normale che la gente fa spallucce o sorride quando si torna in ufficio dopo un paio di giorni di “cagarella a fontanella” dicendo cose tipo: “Sabato ho mangiato un cinese take away e sono rimasto tutto il giorno in bagno!”

Tutti i miei colleghi e gli amici l’hanno avuta e da pensare il fatto che in 7 anni io non abbia mai avuto niente. E con me molti miei amici italiani che vivono qui. Quindi il problema, mi pare, non sta nel cibo contaminato visto che mangiamo dagli stessi ristoranti e supermercati ma nelle abitudini alimentari e igieniche dei britannici. Mangiare take-away vecchi di giorni perché non hanno voglia di cucinare, il loro continuo ciucciarsi le dita durante i pasti (e di fronte a tutti), il non usare tovaglie e tovaglioli ai ristoranti, ingurgitare senza alcuna precauzione cibo caduto a terra ecc.

Non c’è da stupirsi che i turisti inglesi poi non abbiano alcun problema quando fanno le loro “avventure alimentari” nei paesi del terzo mondo. Il Regno Unito è una palestra per l’immuno-efficienza dell’organismo umano. Come dico sempre: se hai vissuto in UK puoi vivere dappertutto.

Advertisements

4 commenti

Archiviato in Uncategorized

4 risposte a “Una epidemia endemica tutta britannica: food poisoning

  1. Totentanz

    Verissimo, la mancanza di igiene con l’alimentazione è una cosa che in Inghilterra mi ha sconvolto.
    Qui in Germania invece stanno messi bene su questo tema. Certo non ai livelli paranoici italiani, ma se la cavano. Però c’è un caso analogo per un altro problema: i bambini che prendono i pidocchi. Anche in Italia capita, ma non è un passaggio obbligato e nemmeno frequente. In Germania invece ogni bambino che frequenta la scuola elementare se li becca almeno una volta all’anno, e la considerano una cosa inevitabilmente frequente. Appunto come il raffreddore. Poi non mi credono quando dico loro che io non li ho mai avuti in vita mia, gli pare un’assurdità, come se qualcuno ti dicesse che non ha mai avuto un raffreddore in vita sua.

  2. Anche a me non mi credevano quando dicevo che non avevo mai avuto un’intossicazione alimentare.

  3. Ora comprendo perché siano inglesi tutti i più grandi esploratori degli ultimi due secoli.
    Gente che teme solo che il cielo possa cader loro addosso! 🙂

  4. Sai Lector è da qualche anno che penso la stessa cosa: la capacità degli inglesi di adattarsi a condizioni ambientali e igieniche estreme gli ha permesso di colonizzare a qualsiasi latitudine e con successo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...