Passeggiare cani e dare conigli in pasto a Boa constrictor

boa-constrictor--xxxhroznys_kralovskyNo, non è un titolo a casaccio per attrarre attenzione ma quello che ho (quasi) fatto lo scorso weekend. Qui vicino a dove abito io c’è un centro per il recupero di animali randagi/abbandonati/malati. C’è un po’ di tutto: dal canile al gattile, dagli animali di fattoria come coniglie e galline ai rettili. E’ la seconda volta che ci vado per “passeggiare i cani” (stile “scendimi il cane che lo piscio!”), ovvero la traduzione letterale dall’inglese di “to walk a dog”. Cani abbandonati che vengono portati a spasso da chi ha tempo durante il weekend per fargli prendere un po’ d’aria e per accontentare per una mezz’oretta chi il cane non può averlo per questione di spazi e tempo.

Digressione dovuta ma ora veniamo al punto: c’è una parte del centro che accoglie conigli e roditori vari (cincillà, porcellini d’India, topi ecc.) abbandonati. In questa parte del centro ci lavorano tante volontarie ed è sempre pieno di famigliole con bambini a seguito. Ogni coniglio ha un cartello fuori dalla gabbia che racconta la sua storia. In genere vengono abbandonati nei giardini quando le case vengono vendute o lasciati per strada nella speranza che ritornino “selvaggi”. I commenti sono stile super-coccolosi-teneroni-batuffolosi. Sembra di leggere una bacheca media di Facebook.

Poi in un angolo quasi nascosto – come se il centro se ne vergognasse – c’è il centro recupero per rettili. Qui c’è un solo volontario maschio che deve prendersi cura in due anguste e buie stanzette di decine di serpenti, tartarughe, alligatori, iguane e lucertole di varie specie. Entro e trovo il ragazzo che ha appena finito di dare da mangiare al boa constrictor di tre metri. Cosa? Conigli ovviamente. In un secchio altri tre topi morti pronti per il tegu, una sorta di varano sudamericano di un metro. Qui non ci sono cartelli con commenti batuffolosi e coccolosi, né la storia dei poveri rettili abbandonati. Devi chiedere al ragazzo cosa è capitato ad ognuno dei rettili. C’è il boa che era sovrappeso perché i proprietari gli davano un coniglio a settimana, c’è l’alligatore trovato nella vasca da bagno di un appartamento di Londra, c’è l’iguana con problemi di osteoporosi ecc.

Ovviamente la cosa che più mi ha colpito è stata l’estrema ipocrisia della mente umana in questi casi: il centro compra conigli dal macellaio e topi da allevamenti specializzati quando affianco ha la possibilità di averli gratis e senza problemi. Questa estrema ipocrisia è alquanto normale in certa mentalità animalista che non concepisce la morte come un fatto naturale, preferisce nascondere il sangue alla vista e dividere specie predate in “pet animal” e “food animal”. I carnivori hanno diritto ad essere salvati come tutti gli altri? I carnivori hanno diritto a mangiare carne? E se sì quale, solo quella del macellaio? Non sarebbe più logico economicamente e moralmente utilizzare i roditori abbandonati del centro per nutrire i rettili invece di dover uccidere altri roditori (che vengono da chissà quali allevamenti e in quali condizioni) spendendo molto più denaro?

Advertisements

7 commenti

Archiviato in Uncategorized

7 risposte a “Passeggiare cani e dare conigli in pasto a Boa constrictor

  1. Al

    Oppure si potrebbe uccidere il boa constrictor salvando così topi e conigli 😀

  2. Oppure si potrebbero nutrire i boa e gli alligatori con i bambini che vengono a visitare il centro, salvando così la terra dalla sovrappopolazione umana.

  3. Vincenzo

    che fine fanno gli animali abbandonati? vengono venduti?

  4. Ciao Vincenzo. No vengono donati a chi li vuole adottare. Sei interessato in un boa? 😉

  5. Pritcher

    Eh ma fabristol come fai a pensare di dare un povero animaletto puccioso come un coniglio ad un mostro scaglioso e per nulla coccoloso? E’ contronatura! (??)
    @Lector.. chapeau! 😀
    ps.Io vorrei il varano, solo mi sa che è un po’ costoso da mantenere..

  6. Snem

    Parti dal presupposto che ci sia “logica” (e del tipo “economica”!) nel concetto di “centro recupero animali”. Ironia ovviamente.

  7. be il centro ha grossi problemi di fondi e vive di donazioni. quindi credo che esista un problema economico non indifferente

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...