E adesso?

Image result for miss me yet bush

E adesso dobbiamo solo aspettare e vedere cosa farà di tutte le cose che ha detto nella campagna elettorale. Inutile a questo punto predire i dettagli di questa presidenza per due motivi: il primo è il carattere della persona, alquanto volubile direi; il secondo è che chi sta alla Casa Bianca ha solo un potere limitato controbilanciato da gruppi e interessi diversi, Pentagono, Senato, FBI, CIA, lobby varie che sono quasi tutti contro di lui. Tutto dipenderà da chi si circonderà, chi saranno i suoi consiglieri. Detto questo mi azzarderei a dire alcune cose generali sulla politica estera: 1) la NATO verrà ridimensionata e non sentiremo più notizie di fantomatiche armate rosse ai confini dell’Europa, la crisi Ucraina si risolverà da sé e la Germania e il Regno Unito si allineeranno con gli USA. Magicamente l’orso russo scomparirà dai nostri giornali. Se quello che predico succederà significa una sola cosa: che come con la crisi del Mar Meridionale della Cina le tensioni nel mondo esistono solo perché c’è qualcuno che ha interesse che avvengano. Vi ricordate come Bush e Berlusconi andavano a braccetto con Putin? Ritorneremo a quel momento di pace tra occidente e oriente. Sarà qualcosa di simile; 2) più complicata la questione con l’Iran perché se da una parte pare che Trump voglia bloccare l’accordo sul nucleare con gli iraniani dall’altra dovrà vedersela con Russia e Siria con cui vuole riallacciare i rapporti. I sauditi e gli israeliani potrebbero perdere sul fronte siriano ma potrebbero guadagnare su quello iraniano. Trump ha avuto parole di supporto per Erdogan ma allo stesso tempo vuole supportare i curdi. Tutti i giochi sono aperti e se alcuni perdono da una parte ci guadagnano qualcosa dall’altra.

Ma di una cosa sono certo: nel giro di pochissimo tempo rivedremo lo stesso armamentario ideologico di sinistra degli anni di Bush: proteste, bandiere arcobaleno, girotondini, star di Hollywood che firmano petizioni contro qualsiasi suo decreto, Michael Moore, attivisti di Greenpeace che si legano ai cancelli della Casa Bianca, capi di partito di sinistra europei che promuovono boicottaggi contro prodotti americani e così via. Prendete un telegiornale degli anni bushiani e saranno le stesse notizie. Queste persone chiederanno a Trump di fermare tutte le guerre che Obama ha continuato e ha incominciato e troveranno in Trump il perfetto capro espiatorio per qualsiasi male terreno: dalle guerre alla tortura, dall’ambiente all’economia. Perché il peggior lascito di Obama è stata la totale assenza di alcuna opposizione alla sua politica criminale interna ed esterna, per il solo fatto che veniva considerato “buono”. Obama ha potuto fare più porcherie contro la libertà e i diritti umani di qualsiasi precedente presidente a causa del culto cieco degli adoratori di sinistra. Il bello di avere un Trump, così come un Bush anni fa, è che ora finalmente la gente vedrà il male incarnato nell’idea stessa di un governo USA. Il giorno più bello per l’ideale della libertà è quando la gente si rende conto di essere governata da sanguinari senza coscienza e morale. Abbiamo bisogno di più presidenti che sembrano o sono cattivi.

p.s.

ho scritto questo post il giorno dell’elezione quando ancora la mia previsione sulle manifestazioni di protesta non si era ancora concretizzata. C’avevo visto giusto.

2 commenti

Archiviato in Uncategorized

2 risposte a “E adesso?

  1. Roberta

    Grazie Fabristol, per questo post. Devo dire, che sei stato più esaustivo di un telegiornale. Anche se non ce la faccio proprio a capire, più nulla su quanto succede in medio oriente.
    Concordo su quanto hai scritto.
    Ciao.

    Roberta

  2. Grazie mille Roberta!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...