E ora riporta il bastoncino Donald

Guardatelo mentre si inchina di fronte al vero padrone del mondo, capo chino non per il peso della collana in oro massiccio ma per la mancanza di spina dorsale tipica dei vermi, con rispetto parlando per i vermi ovviamente. Lui che aveva testualmente dichiarato che l’Arabia Saudita era il piu’ grande esportatore di terrorismo al mondo e che era dietro l’11 Settembre. Sentitelo mentre dice che vuole fondare un centro antiterrorismo in Arabia Saudita (ridiamo a denti stretti ma ridiamo suvvia). Non c’e’ mai limite all’assurdo e Trump ci insegna che viviamo in un mondo di vermi, ancor peggio di vermi al potere.

Annunci

4 commenti

Archiviato in Uncategorized

4 risposte a “E ora riporta il bastoncino Donald

  1. redshift

    Concordo sul verme, ma “il vero padrone del mondo”, addirittura?

  2. I petrodollari hanno comprato Bush, Obama e Trump. La famiglia Al Saud controlla il prezzo del petrolio a livello mondiale. Parafrasando Frank Herbert e il suo Dune “chi controlla la spezia la puo’ anche distruggere.” ed e’ infatti quello che sta facendo da anni l’Arabia Saudita abbassando il prezzo per barile per distruggere produzione di Russia, Iran e pure gli USA.

  3. redshift

    Sì d’accordo, dico solo che non mi sembra che i sauditi siano poi una variabile così indipendente (dagli USA). Se iniziassero a interferire sul serio, uno degli epigoni di Bush si farebbe carico di esportare la democrazia anche lì. Evidentemente finora sono stati dei buoni partner.

  4. Dissento perche’ a mio parere i sauditi hanno il coltello dalla parte del manico. Gli USA hanno cercato di tagliare la dipendenza dai sauditi spingendo verso shale gas e sono stati immediatamente attaccati dalla sovraproduzione saudita di modo che il shale gas non fosse piu’ appetibile agli investitori. Quando Obama ha firmato l’accordo con Iran i sauditi hanno abbassato prezzo per togliere mercato a Iran e Russia in un chiaro segno di sfida agli americani. quanto questo possa durare non lo so ma e’ chiaro che tra i due e’ l’Arabia che contrattacca e scompagina le carte degli americani. Sono i sauditi che pagano gli USA per fare lobby politica non il contrario.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...