Archivi tag: cloro al clero

Dagli al frocio

bombe-turingGli incresciosi ed infami episodi di omofobia delle ultime settimane non credo si siano visti in Italia da molto tempo, almeno dai tempi in cui la chiesa li bruciava sui roghi. A memoria di un quasi trentenne come me mai avevo sentito di pestaggi, accoltellamenti, minacce di morte contro gli omosessuali. L’ultimo oggi, giusto qualche giorno dopo la fiaccolata contro l’omofobia. Se non fosse tragico direi che è un fatto normale dopo tutto quello che si è detto e si continua a dire da esponenti politici e clericali. Se poi aggiungiamo l’esplodere di gruppi di estrema destra, l’ignoranza diffusa tra i giovani, direi che il quadro che viene dipinto è perfetto per l’esplodere dell’omofobia. Altri verranno pestati, ci sarà qualche morto, altre fiaccolate di solidarietà. Ma i soliti noti saranno sempre lì dal pulpito ad incitare le masse contro il diverso. Oggi gli omosessuali e i laici, domani chissà. Bisognerebbe abbattere i pulpiti, allora sì che nessuno li userebbe come megafoni.

Proprio oggi il governo britannico chiede scuse ufficiali per l’arresto e la morte di Alan Turing, il grande matematico che inventò le basi che gettò le basi dell’informatica moderna e che grazie al alvoro di criptanalisi decodificò i codici militari dei nazisti nella seconda guerra mondiale, ma che aveva un solo neo: era omosessuale e per il Regno Unito dell’epoca era un reato. Incarcerato, umiliato e castrato chimicamente morì alcuni anni dopo. Quando accendete il vostro PC, parlate al telefonino in piazza senza avere di fronte una bandiera con svastica che sventola pensate che un “deviato mentale e malato perverso” ve lo ha permesso.

9 commenti

Archiviato in anticlericalismo, Italia provinciale, tristezze