Archivi tag: peter jackson

District 9 -recensione

District9_000Il film l’ho visto circa 3 settimane fa. Vediamo di fare mente locale. Diciamo che è un bene che si scriva una recensione dopo alcune settimane. La percezione è maturata e il giudizio è meno emotivo. A dire il vero a tre settimane di distanza i ricordi sono ancora vividi, e posso dire con estrema certezza che l’esperienza che ho avuto è stata shockante. Ecco, ho avuto uno shock. District 9 ti teletrasporta dentro lo schermo, tra le slums di Johannesburg e ti agita lo stomaco. Guts shaker. E’ un film che soddisfa il sistema nervoso centrale e allo stesso tempo solletica le viscere. L’intuizione del film non è nuovissima ma nella marea di pellicole fantascientifiche tutte uguali odierne è una perla nel fango. Neill Blomkamp (autore di corti e videoclips) è bravissimo a dosare varie tecniche cinematografiche: dallo stile documentarista-giornalista alla telecamera a la “Blair witch project” fino alla classica ripresa cinematografica. E’ un film girato in più fasi distinte, e guardarlo è come aprire un pacco a più strati: non sai mai cosa trovi nel prossimo strato. Il climax crescente è calibrato ottimamente e si arriva soddisfatti ad un ottimo finale. Un film non facile da produrre, ma soprattutto non adatto ad un pubblico medio americano. La storia è infatti ambientata in Sud Africa, non ci sono attori famosi e non ci sono gnocche, il personaggio principale non è macho e pare un perdente fin dall’inizio. Peter Jackson ha voluto scommettere per un prodotto di nicchia ma che poi si è rivelato uno dei migliori titoli di questo 2009, in termini di incassi. Non ci si può lamentare quindi.Immag177

Della trama dico solo (è uno di quei film in cui è meglio non sapere niente) che si tratta di uno sbarco alieno in Sud Africa andato male. Gli alieni vengono mantenuti in ghetti (o slums) e vengono perseguitati e maltrattati dagli umani. La traccia politica è che i neri che hanno sofferto l’apartheid trattano gli alieni allo stesso modo dei bianchi decenni prima.

Una nota sugli effetti speciali: non ho mai visto effetti da computer grafica così perfettamente integrati come in questo film. Sono veramente incredibili.

District 9 è il film più riuscito dell’anno? La mia opinione è sì. Geniale, eccentrico, fuori dall’ordinario, un must see dell’anno. Volete la solita noiosa nota sulla traduzione? Eccovela qua: come cacchio faranno i traduttori a rendere in italiano l’afrikaans e il clicking language degli Zulù è un mistero.

P.S.

La seconda foto l’ho scattata a Londra che in quel periodo era tappezzata di cartelli pubblicitari di District 9 nello stesso stile.

29 commenti

Archiviato in recensione