Archivi tag: ragazzo somalo arrestato grazie a trappola FBI

Istigazione al terrorismo

Interessante quello che è successo oggi negli USA. Un somalo americano, potenziale terrorista, è stato preso in una trappola ordita dall’FBI. Una pratica già usata altre volte per scovare potenziali terroristi. Ovviamente sono felice che tutto sia finito per il bene ma questo episodio pone degli interrogativi etici non di poco conto che a molti sfuggiranno.

Sappiamo poco ovviamente e quel poco che sappiamo è filtrato dall’FBI, governo e giornali. Qui ci troviamo di fronte ad un caso in cui degli agenti dell’FBI hanno fatto finta di essere dei jihadisti per almeno due anni per incastrare il ragazzo. Cioè parlavano con lui di Jihad, Islam, terrorismo, odio contro gli americani ecc. Non ho alcun dubbio che il ragazzo fosse determinato in quello che voleva pianificare ma quanto ha influito l’FBI nella decisione finale del ragazzo?

Per due anni questi qua gli hanno continuamente ripetuto che DOVEVA uccidere delle persone innocenti per la Jihad. Che doveva far esplodere un furgone in quel giorno e in quel luogo. Praticamente hanno organizzato un attacco terroristico nella data e nell’ora precisa decisa dal governo. Un non troppo velato messaggio a Wikileaks e Assange? Un tentativo di creare panico nel periodo più critico della presidenza Obama? Questa è istigazione a delinquere, istigazione al terrorismo.

Avrebbero potuto arrestarlo e buttarlo a Guantanamo (e con le leggi bushiane MAI abolite da Obama avrebbero potuto) ma hanno preferito fare un arresto a orologeria per futili motivi politici e di propaganda.

E poi, ci dovremmo chiedere, se l’FBI non fosse intervenuto questo ragazzo sarebbe veramente arrivato al punto di schiacciare quel pulsante per la detonazione? Magari in questi due anni avrebbe potuto cambiare idea. E perché l’FBI, invece di instillargli ancor di più idee suicide e estremiste non ha cercato di fare il contrario, cioè convincerlo che era una cosa immorale e atroce?

Perché non impersonare un jihadista pakistano pentito che spiega al ragazzo che quell’idea della Jihad santa è sbagliata? A quest’ora avremmo potuto avere un ragazzo pentito, una vita felice forse e un futuro migliore per tutti.

19 commenti

Archiviato in fuck the system, libertarismo, spunti di lettura e scrittura, tristezze