Archivi tag: soggetto postverbale nel sardo

Apprendere la Forza devi tu

Leggendo questo interessante post sul linguaggio innato mi sono reso conto che spesso diamo per scontate molte cose sul linguaggio umano. L’autrice azzarda dicendo che il soggetto si trova in tutti i linguaggi umani all’inizio di una frase seguito dal verbo. Mi sono fermato e ho pensato: è davvero così? Da quanto mi risulta in latino si ha l’opzione di mettere il soggetto a metà frase e non solo all’inizio ed è usato spessissimo tanto che era motivo di frustazione nelle traduzioni al liceo. Ci penso ancora e mi viene in mente il sardo. In effetti la struttura della frase sarda è plastica. Chiunque abbia avuto un amico o conoscente sardo DOC sicuramente avrà sentito frasi del tipo: “Preso il libro ho.” (Pigau su libru appu); “Comprato ha la macchina Giovanni.” (Comprau ari sa machina Giuanni); “Hanno abbattuto il muro i muratori.” (Anti sciusciau su muru is maistrus). Infatti George Lucas per crare il personaggio di Yoda di Guerre Stellari si è ispirato ad un vecchietto sardo. Trattasi di soggetto postverbale e di traslocazione a destra della frase come se ci trovassimo di fronte ad uno specchio grammaticale.

In molte lingue indoeuropee la struttura della frase è SVO, dove S sta per soggetto, V per verbo e O per oggetto. Secondo Virdis e Jones nel sardo ci troviamo di fronte a VOS, che era regola nel sardo medioevale ma che nel sardo moderno a causa dell’influenza dell’italiano si può trovare a fianco al classico SVO o al SOV. Secondo questi studiosi il soggetto alla fine della frase è un’aggiunta alla coda o un afterthought che serve a dare risalto al soggetto riorganizzando la composizione della frase. Spesso esistono differenze sottili: nella frase più in alto sui muratori mettere il muro (O) prima dei muratori (S) enfatizza ciò che è accaduto piuttosto che l’agente che ha compiuto l’azione.

A causa dell’influenza dell’italiano spesso i sardi mettono il verbo due volte (confusi tra le due grammatiche per non sbagliare lo mettono prima e dopo): “Ho mangiato la carne ho.” (Appu pappau sa pezza appu).

Ma la cosa più curiosa è che il sardo ha in comune la regola del VOS con molte lingue dell’Oceania, Madagascar, isole Fiji e lingua Maya. Che l’uso del VOS sia prevalente nelle popolazioni che vivono nelle isole? 😀

15 commenti

Archiviato in sardità, spunti di lettura e scrittura