Archivi tag: spagna

Riflessi(oni)

Se quello che questo articolo suggerisce e’ vero – cioe’ che la vittoria in campo calcistico spesso riflette una vittoria anche sul campo economico, e la Spagna di Zapatero e’ un esempio lampante – mi aspetto che per il prossimo mondiale l’Italia e altri paesi europei la cui economia sta andando giu’ neanche riescano a qualificarsi.

9 commenti

Archiviato in tristezze

Décadence

Non é bello cominciare con un post cosi’ triste ma visti i tempi sono giustificato. Magari in futuro quando faro’ un nuovo blog e guardero’ questo primo post potro’ capire cosa stava succedendo nell’Italia del 2008.

La storia é questa.

Un’amica spagnola con cui ho parlato l’altro giorno mi ha fatto scendere in uno stato di tristezza infinita. Lei ha fatto l’Erasmus a Parma e ora si trova qui a Bristol per pochi mesi. Parla benissimo l’italiano e le piace la cultura italiana, ma rimase profondamente delusa per quel periodo di pochi mesi.

L’idea che aveva dell’Italia, cioé quel paese stereotipato che hanno un po’ tutti gli stranieri pieno di cultura, arte, passione, era diversa dalla realta’ che aveva vissuto.

Mi ha descritto l’Italia come un paese “decadente”, “vecchio” e “retrogrado”. Si chiedeva come era possibile che un paese cosi’ vecchio, mentalmente, culturalmente e politicamente potesse ancora essere nel G8.

“E pensa che ero nel ricco Nord!” mi ha detto.

Il suo paese, la Spagna, sta conoscendo un periodo di rinascita culturale, politica ed economica senza eguali. Il mio ha intrapreso una curva discendente, amministrato dal vecchio e dal criminale, chiuso come un guscio di riccio al futuro e al nuovo.

E tutto questo si rispecchiava nei nostri visi.

I suoi occhi erano pieni di vita, il sorriso largo e sicuro e tanta voglia di tornare in patria. Io ero appena uscito da una discussione tra connazionali su cosa fare al nostro rientro.

Per la prima volta ho provato gelosia per un altro popolo. Non ho mai provato gelosia per scandinavi, germanici o anglosassoni perché sono consapevole che la storia di tutti questi paesi é differente e peculiare. Non si possono comparare Italia e Svezia.

Ma Italia e Spagna si’. E’ li’ il problema: quelli che definivamo come i nostri cugini minori ci hanno superato e ora il loro paese rappresenta un’attrazione irresistibile per molti miei connazionali.

Tutto questo é veramente sconfortante.

11 commenti

Archiviato in tristezze