Archivi tag: uomo sottomette la propria intelligenza a dio

La notte dei morti viventi

5. Quale deve essere il rapporto del fedele con le autorità religiose?
I battezzati non appartengono più a se stessi, e sono chiamati a essere obbedienti e sottomessi ai capi della Chiesa
(cfr. Catechismo della Chiesa cattolica, n. 1269)

9. Da dove pensi che derivi il male presente nel mondo?
È legato alla colpa di Adamo, che ci ha trasmesso un peccato per il quale tutti nasciamo contaminati
(cfr. Catechismo della Chiesa cattolica, n. 403)

18. Cosa pensi della contraccezione?
È intrinsecamente cattiva ogni azione che si proponga di impedire la procreazione
(cfr. Catechismo della Chiesa cattolica, n. 2370)

21. Cosa pensi del suicidio?
Non disponiamo della vita che Dio ci ha donato, il suicidio è contrario all’amore del Dio vivente
(cfr. Catechismo della Chiesa cattolica, nn. 2280-2281)

23. Qual è il rapporto tra fede e ragione?
Con la fede l’uomo sottomette pienamente a Dio la propria intelligenza e la propria volontà
(cfr. Catechismo della Chiesa cattolica, n. 143)

24 Cos’è per te la libertà religiosa?
Il diritto alla libertà religiosa non è né la licenza morale di aderire all’errore, né un implicito diritto all’errore
(cfr. Catechismo della Chiesa cattolica, n. 2108)

25. Da dove proviene e chi detiene il potere?
L’autorità, esigita dall’ordine morale, viene da Dio: ciascuno deve essere sottomesso alle autorità costituite; poiché non c’è autorità se non da Dio
(cfr. Catechismo della Chiesa cattolica, n. 1899)

28. Qual è la tua opinione sugli omosessuali?
Gli atti di omosessualità sono gravi depravazioni, sono intrinsecamente disordinati, sono contrari alla legge naturale e precludono all’atto sessuale il dono della vita; le persone omosessuali sono chiamate alla castità
(cfr. Catechismo della Chiesa cattolica, nn. 2357-2359)

29. Qual è la tua opinione sulla pena di morte?
Supposto il pieno accertamento dell’identità e della responsabilità del colpevole, il ricorso alla pena di morte non va escluso, quando questa fosse l’unica via praticabile per difendere efficacemente dall’aggressore ingiusto la vita di esseri umani
(cfr. Catechismo della Chiesa cattolica, n. 2267)

Il resto lo potete trovare qui.

Conoscevo tutti i dogmi del cattolicesimo sopra citati (cosa che il 99% dei cattolici non sa) ma vederli così in lista in modo così razionale, conciso e preciso mi ha fatto venire i brividi.

Soprattutto le parti in cui si dice che l’individuo “non appartiene più a se stesso” e “non disponiamo della nostra vita”.

Non appartenere più a se stessi è una frase da incubo, roba che può stare scritta solo in 1984 di Orwell.

“L’uomo sottomette la propria intelligenza a Dio.”

Un uomo che non appartiene più a se stesso e che sottomette la propria intelligenza al rappresentante di dio in terra, questo è il cattolico. Le radici su cui si basa l’occidente sono criminali e possono produrre solo rovi e frutti marci.

18 commenti

Archiviato in anticlericalismo, spunti di lettura e scrittura