Archivi tag: vita sotto l’antartide

Bionotizie

1. La NASA ha perforato uno spesso strato di ghiaccio in Antartide e sorprendentemente ha scoperto vita complessa a 180 metri di profondità; nello specifico un crostaceo amfipode e una medusa. Vita complessa che secondo i nostri canoni non dovrebbe sopravvivere a quelle profondità sotto il ghiaccio, senza luce, nutrienti e a condizioni così estreme. Un’occhiatina a Europa, la luna ghiacciata di Giove?

2. La scoperta della doppia vita anfibia di una falena delle Hawaii getta nuova luce sulle straordinarie capacità di adattamento di molti artropodi. L’Hyposmocoma può compiere l’intero ciclo larvale sott’acqua o completamente “a secco” fuori dall’acqua, divenendo così l’unico insetto perfettamente anfibio al mondo. Molti insetti hanno uno stadio larvale acquatico (pensiamo alle zanzare o alle libellule), ma questo è l’unico insetto al mondo che può vivere sott’acqua senza avere mai contatto con l’aria sopra la superficie. L’approviggionamento di ossigeno è garantito dalla diffusione gassosa direttamente attraverso il sottile esoscheletro. 

3. Alcuni animali, incredibile ma vero, possono essere metà maschi e metà femmine. Tale patologia si chiama ginandromorfismo. In particolare il ginandromorfismo si sviluppa in maniera bilaterale. Cioè il corpo è simmetricamente diviso in femmina e maschio. Questo è particolarmente evidente in animali con dimorfismo sessuale, cioè dove maschi e femmine sono diversi morfologicamente. E’ comune tra farfalle, ragni, granchi e in alcuni uccelli. Tra gli uccelli il fringuello zebra e la comune gallina domestica. Nei mammiferi sono gli ormoni a decidere i caratteri sessuali secondari (negli umani peli, muscolatura, voce, barba ecc.) tanto che è possibile femminizzare maschi o mascolinizzare femmine con terapie ormonali. Ma una eccezionale scoperta sul ginandromorfismo getta nuova luce sulla determinazione dei caratteri sessuali secondari negli uccelli. Nelle galline ginandromorfe le cellule sono “ereditariamente” maschili o femminili. In poche parole non dipendono dagli ormoni sessuali e se trapiantate una cellula del lato maschile sul lato femminile quella continuerà a rimanere maschile!

4. Nuovi dati confermano che l’avvento dei dinosauri prima e dei mammiferi poi sulla Terra è avvenuto per casi fortuiti. Nel primo caso forse una intensa attività vulcanica portò all’estinzione dei rettili dominatori della Terra prima dei dinosauri, cioè i crurotarsi. Nel secondo caso nuovi studi confermano che fu un meteorite a far estinguere nel giro di alcune migliaia di anni i dinosauri, così lasciando spazio ai mammiferi.

7 commenti

Archiviato in scienza, spunti di lettura e scrittura