[…]

http%3A%2F%2F41.media.tumblr.com%2F3b390cfb2530f9356c01f4ba91661c19%2Ftumblr_njicyl6W9K1qcgf4ko1_12801898070892muslim.si-891257276

Advertisements

7 commenti

Archiviato in anticlericalismo

7 risposte a “[…]

  1. Quella di Bergoglio non è stata una gaffe. E’ parte di una certa precisa strategia che vuole (re)introdurre leggi liberticide grazie alla scusa dei “sentimenti offesi”.

    La vera guerra culturale di questi tempi non è tra cristianesimo e islam, ma tra liberalismo e autoritarismo. Negli USA la cultura autoritaria della destra religiosa si allea con quella autoritaria della sinistra femminista contro il “sessismo nei media” mentre tutte le religioni urlano e strepitano per le “offese”.

    In Inghilterra Cameron blocca i porno grazie alle scuse del “pensate ai bambini!”, in tutta Europa su fanno leggi illiberali contro il “negazionismo dell’olocausto”, dappertutto si fanno “leggi anti-pirateria” etc.

    Fa tutto parte di un sentimento illiberale ed autoritario che combatte contro la grande innovazione dal potenziale libertario enorme: Internet.

    Internet è, o meglio era, terra di nessuno, una zona (relativamente) libera dall’influenza degli stati e dei loro alleati. Insomma una minaccia da neutralizzare.

    Grazie alla scusa delle battaglie contro “i pirati” “il porno” “l’hate speech” “il negazionsimo” “l’omofobia” e ora magari le “offese alla religione” Internet è di nuovo sotto la sorveglianza e la vigilanza degli stati che lo usano come strumento di controllo. E il popolo applaude perché pensa che a finire nella rete del Leviatano siano solo i “cattivi” di turno.

    Ma, parafrasando una poesia di Martin Niemöller:

    Quando i censori arrestarono chi metteva film in streaming,/ io non dissi nulla/ perché non guardavo film in streaming./ Quando chiusero i siti dei negazionisti/ io non dissi nulla/ perché non ero negazionista./ Quando limitarono i porno/ io non dissi nulla/ perché non guardavo porno./ Poi presero chi “offendeva la religione”/ e io non dissi nulla/ perché ero religioso./ Poi vennero a prendere me./ E non era rimasto più nessuno che potesse dire qualcosa.

  2. “La formula ‘Utile Idiota’, nel gergo politico, veniva usata per stigmatizzare l’atteggiamento di chi, all’interno dei paesi occidentali, simpatizzava per il sistema politico sovietico, e per definire l’atteggiamento del governo Sovietico nei loro confronti. L’espressione sottendeva l’implicazione secondo cui, nonostante le persone in questione pensassero ingenuamente di essere alleate dei Sovietici o di altri Comunisti, in realtà erano da questi ultimi tenuti in scarsa considerazione e sfruttati cinicamente”.
    Erano “UTILI IDIOTI”, appunto.

    Papa Francesco e’ l’ultimo “utile idiota” per antonomasia.

    Ovviamente Papa Francesco non si e’ convertito al “Maomettanesimo”: lui ama il suo profeta, Gesu’ Cristo, ma vuole proteggere la ” divinita’ ” dell’altro Profeta, Maometto, sperando che l’Occidente Laico faccia cosi anche con il suo Profeta.

    I Maomettani, utilizzando le “francescate” (sinomino di “cazzate”) per affermare i loro medievali “valori”, mettono il nostro “Papa” esattamente nella posizione dell’ “utile idiota” al tempo in cui in Europa c’era il “MURO”, i “Komunisti Occidentali” adoravano il “Capitale” di Marx e le sue implicazioni politico-economiche, e i “maomettani di quei tempi bui”, cioe’ gli Stalinisti di Mosca, fingevano di leccargli il kulo sfruttandone l'”utilissima idiozia”.

    Erano i tempi in cui Dario Fo, premio Nobel, celebrava la “Rivoluzione Culturale” di Mao e i 50 milioni di morti che l’accompagnavano. Morti totalmente inutili perche’ poi e’ arrivato il Capitalismo cinese, cioe’ il Capitalismo nella sua espressione piu’ primitica: quella “dickensiana”.

    I Maomettani, oggi, sbandierano il Corano.
    I Komunisti, allora, sbandiera-vano il Capitale.
    Poi e’ caduto il Muro e piano, piano, “trasformandosi”, i Komunisti sono diventati post-Komunisti e oggi, invece della Falce & Martello sbandierano lo Scudo Crociato della Nuova Democrazia Cristiana, il Partirto di Renzi, il “Partito della Nazione”.

    Chi l’avrebbe mai detto che sarebbe toccato a Papa Francesco diventare l’ “utile idiota” dell’ “ideologia islamica”? L’ideologia che gli imbecilli di oggi si ostinano a distinguere tra “fondamentalista” e “moderata”, ignorando che il “terrore” si serve sempre di due braccia: il braccio violento e il braccio politico, dove il braccio violento serve a tenere alta la “tensione” e quello politico a capitalizzarne gli effetti.
    Esattamente come dimostrano, a chi vuole leggerle intelligentemente (intus-lego), le foto pubblicate in questo post.

    Nelle foto pubblicate in questo post, infatti, di “moderato” non c’e’ una fottutissima minkia, ma Papa Francesco e tanti altri “utili idioti” non se ne accorgono.

    ,

  3. > La formula ‘Utile Idiota’

    Da alcuni decenni gli italici sono diventati i lacchè utili idioti per gli USA.
    Anche l’utile idiozia varia nel tempo.

    Ho citato un tuo precedente commento. 🙂

  4. @ Un uomo. InCammino.

    Non ci penso nemmeno a contraddirti. Anzi, sono portato a darti ragione. Ma con qualche puntualizzazione.

    Essere “utiili idioti” degli USA faceva anche gli interessi dell’Europa che doveva fronteggiare direttamente l’URSS la quale godeva nei confronti degli USA, l’altra super-potenza, anche del vantaggio strategico che gli derivava dal collaborazionismo “idiota” dei Comunisti Europei (specialmente gli “utilissimi idioti” Francesi e Italiani).

    Nessuna analogia con gli intellettuali “liberals” americani tormentati nel periodo del “Maccartismo” e che utili idioti dell’ “apparatchik” del Partito Comunista sovietico certamente non erano.

    In sintesi, l’Europa di De Gasperi, di De Gaulle e di Adenauer veniva alla luce avendo un nemico (vero e minaccioso) all’esterno e una moltitudine di utilissimi idioti che tramavano all’interno e che erano ammaestrati e finanziati da Mosca in funzione anti-americana, anti-capitalistica e, in generale, anti-occidentale. Fino alla caduta del Muro.

    “Smerdato” il Muro grazie all’intransigenza anti-comunista di Ronald Reagan e di Margareth Thatcher, coadiuvati da un politico intelligente di nome Michael Gorbacev che del Komunismo aveva ormai le pallozze strapiene e voleva “cambiarlo” con iniezioni cavalline di “glasnost” e di “perestroika”, non mi e’ ancora chiaro se gli Americani siano poi diventati “utili idioti” degli Europei, se gli Europei siano diventati utili idioti degli Americani o se Americani ed Europei si siano reciprocamente rimbecilliti diventando entrambi gli “utili idioti” dell’Islamismo: quello terroristico e violento e quello “moderato” e politico. Dimenticando completamente i propri interessi.

    In politica si devono fare i propri interessi perche’ se lasci che i tuoi interessi te li facciano gli altri rischi di ritrovarti con una supposta atomica puntata sullo sfintere anale e rimasto senza difese non puoi far altro che calare le brache e porgere le terga.

    In parole ancora piu’ semplici: l’Occidente ha cacciato i Komunisti dalla porta, ma ha lasciato che dalla finestra gli entrassero gli Islamisti.

    Dire che questo passaggio ricorda quello che corre dalla padella alla brace e’ un generoso eufemismo.
    Se e’ vero infatti che i komunisti, quando avevano fame, “mangiavano anche i bambini”, questi Islamisti “fondamentalisti” dei nostri giorni i bambini, le donne e gli uomini li sgozzano come capretti pasquali, tra il delirio giubilante degli “Islamici Moderati” che fingono di prenderne le distanze. Quegli Islamici Moderati, ebbri di Corano, che nella foto di questo post inneggiano al nostro idiotissimo, ma utilissimo Papa Francesco.

    Com’e’ potuto succedere?
    Semplice, a mio modestissimo avviso.
    I “komunisti” (non quelli veri, e idioti, dei bei tempi moscoviti, ma quelli che dopo la caduta del “Murazzo” si sono lasciati abbagliare dalla luce della Cometa Rossa e non hanno saputo resistere alla sinistra tentazione di salire sulla sua lunghissima coda) hanno assunto nuove sembianze: sono diventati “Terzomondisti, Progressisti della Pace e del Dialogo fra le Culture, Pacifisti, Aperturisti, Multi-culturalisti”… e via elencando.

    Il paradosso e’ che “multi-culturalismo, pacifismo, dialogo inter-culturale e ottimismo progressista” sono valori bellissimi e degni del piu’ assoluto rispetto; ma anche l’utopia komunista era “bellissima” e poi fini’ che cercando “giustizia e progresso” si smarri’ nel buco del culo della Tirannia.

    La politica troppo idealista e troppo poco pragmatista si rivela sempre una politica minkiona

    Ma il paradosso dei paradossi e’ costituito dal fatto che i maggiori oppositori alla rozza, patetica e dilettantesca campagna americana della “esportazione della Democrazia” (le cose, per essere serie devono essere fatte seriamente) erano e sono gli stessi che accusavano i governi europei di essere i “poodles” degli Americani; gli stessi che oggi, aperturisticamente, aprono il culo all’Islamismo fondamentalista e a quello “moderato” diventando i “poodles” di Allah e il suo Profeta.

    E nella trappola della “Pace e del Progresso ad ogni costo” (compreso il costo di trovarsi un paracarro infilato nell’ano) e’ caduto un altro “progressista” e utilissimo idiota: il Presidente Obama: l’americano che influenzato dal “progressismo idiota” che ormai pervade tutto l’establishment occidentale, ha consegnato il Medio Oriente alle mattanze dell’ISIS, facendolo arrivare nel cuore dell’Europa e suscitando l’omertoso e tacito compiacimento dei “moderati” dell’Islam che per applicare la strategia politico/religiosa del Profeta sono felicissimi di potersi servire anche dei “nostri” utilissimi idioti della Pace, del Progresso e del Dialogo inter-Culturale che operano nei nostri Palazzi del Potere e che non si curano delle forze de-stabilizzanti che covano febbrilmente e minacciano di esplodere.

    Ora sono cazzi amarissimi perche’ sbrogliare questa matassa e’ diventata una faccenda estremamente complicata. E sappiamo che i “fascisti”, quando arrivano, il nodo non lo sciolgono: lo tagliano.

    P.S.
    Ovviamente si e’ liberi di dissentire dai miei “peculiari” punti di vista. Ma dissentire, a casa mia, va a vantaggio del dialogo democratico.

    Il dialogo inter-culturale preferisco lasciarlo agli utili idioti che non colgono la distanza che separa l’Illuminismo dal Medio Evo.
    E fanno delle due erbe un…”fascio”.

    Con stima e ammirazione per il tuo interessantissimo blog.

  5. Con il gentile permesso del padrone di casa vorrei inoltre far notare che nelle foto pubblicate nel post non si vede una donna.

    A difendere l’onore del Profeta, evidentemente, bastano gli uomini. E avanzano.

    Nel 1979 (36 anni fa!) per cacciare dall’Iran lo Scia’ Reza Palhavi, “servo degli americani”, l’Iman Ruhollah Khomeini organizzo’ da Parigi (cui quegli imbecilli della Liberte’, Egalite’, Fraternite’ avevano dato asilo perche’ andava di moda sintonizzarsi con l’isteria contro i “fascismi” totalitari che disturbavano i sonni delle menti “progressiste” di quei tempi), una manifestazione “oceanica” al cui confronto i “Raduni di Norimberga” del “Dodicennio” nazista e del “Ventennio” fascista fanno una colossale “figure de la merde”. (Je suis Charlie)

    Ben due milioni di donne iraniane, cui lo Scia’ e la moglie Farah Diba (femminista musulmana al cui confronto le nostre “boldrini” fanno una pietosa “figure de la merde”) avevano proibito l’uso del “velo” avviando un massiccio programma basato sui “women’s rights and cultural development” e che prevedeva, udite, udite!, l’istruzione obbligatoria delle femmine, vennero fatte sfilare, coperte dal chador, per le strade di Teheran su ordine del capoccione nazista della Iranian Revolution, il nazi-fondamentalista Khomeini. .
    Khomeini, stranamente, si era accorto che le donne potevano servire a qualcosa: perfino la Revolution!
    Se ne dimentico’ subito dopo come rivela, al di la’ di ogni ragionevole dubbio, l’intervista concessa alla nostra Oriana Fallaci.

    Quella oceanica sfilata di donne in chador fu il colpo finale: il nazi-fondamentalista Khomeini, dopo anni di resistenza anti-fascista condotta dalla capitale francese contro lo Scia’, leccapiedi “fascista” degli Yankees, vinceva finalmente la sua battaglia e con la corona del Guerriero di Allah sulla capoccia qualche giorno dopo atterrava come “liberatore” all’aeroporto di Teheran che nel frattempo era gia’ diventato: “the Teheran Imam Khomeini International Airport”.
    E ancora lo e’.

    I segnali, 36 anni fa, c’erano gia’ tutti. L’islamismo era nato e i suoi figlioli cominciavano a moltiplicarsi come conigli.
    Gli unici a non accorgersene furono, allora, come oggi, i soliti “Sinistrelli della Pace, del Progresso, del Dialogo inter-Culturale, i Boldrini, Quelli dell’Islam Moderato”.

    Non se ne accorsero neanche quando in tutto il mondo i “Musulmani moderati” si misero a bruciare “i Versetti Satanaci” dello scrittore Salman Rushdie; nemmeno quando il nazi-fondamentalista Khomeini gli lancio’ la sua “fatwa”: sentenza di morte, e le citta’ di tutta Europa si riempivano di “Musulmani Moderati” con cartelli perfino piu’ eloquenti di quelli che vediamo nelle foto pubblicate in questo post.

    Con un click su Google: (Protest against Salman Rushdie), ce se ne puo’ facilmente rendere conto.
    C’e’ un cartello con la scritta “Salman Rushdie dev’essere impiccato”
    E c’e’ anche una donna in chador con un cartello che dice:
    “Siamo pronti ad uccidere Rushdie!”. Sullo sfondo un ritratto di Khomeini.

    Era il 1988 !!! 27 anni fa !!!

    Oggi, nel 2015, stiamo discutendo di Charlie Hebdo.
    .

  6. @ Gustavo

    ottimi ultimi due commenti: allora come oggi è sempre stata la sinistra ad aiutare i fondamentalisti islamici. Basta guardare alla manifestazione antiisraele a cui alcuni miei colleghi sinistrorsi hanno partecipato a Londra qualche mese fa. Decine di migliaia di persone sfilavano contro israele insieme a migliaia di musulmani mentre nel frattempo l’ISIS avanzava in Iraq e massacrava gli yazidi e i curdi.

  7. > le nostre “boldrini”
    […]
    > la nostra Oriana Fallaci

    Ci sono
    donne con le contro ovaje e donne contro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...