Archivi del mese: marzo 2010

Fenomenologia della trota

Se vi dicessi che mi aspettavo una debacle della sinistra così clamorosa, compresa la disfatta della Bonino, non mi credereste. E’ brutto fare il giochetto del “ve lo dicevo io che andava a finire così”, eppure era prevedibile. Quando ho sentito la Bonino che andava contro la lobby dei tassisti romani, proponeva l’abbassamento dello stipendio dei dipendenti della Regione e che il Vaticano era sceso in campo contro di lei, ormai non c’erano più dubbi. E Emma deve ringraziare che c’è stato il casino delle liste e l’astensionismo che danneggia sempre la destra; altrimenti sarebbe stata una sconfitta devastante. Sul Piemonte era difficile prevederlo, non conosco bene la regione.

Alcune considerazioni generali: pochi si sono resi conto che pure la Puglia sarebbe potuta andare a Berlusconi se solo il PdL non avesse fatto il casino con la Poli Bortone. E infatti oggi arrivano le dimissioni di Fitto, colui che ha creato il casino. Anche la Liguria era in bilico e per poco sarebbe potuta andare a Mr B. La Lega trionfa un po’ dappertutto lambendo le regioni rosse del centro. In Romagna ci sono state punte del 14% e nel parmense (vicino al confine lombardo) si è arrivati quasi al 18%. Praticamente tolta parte dell’Emilia e Bologna (che sono rossissime), l’intera regione è destinata prima o poi a cadere. Non è un caso che i leghisti si stiano spendendo tantissimo sull’Emilia-Romagna. Da poco hanno proposto una legge per la secessione della Romagna dall’Emilia, così facendo leva sull’interminabile odio tra emiliani e romagnoli. Ricordo che è anche grazie alla Lega che alcuni comuni delle Marche sono stati annessi alla Romagna l’anno scorso. In Toscana poi la Lega arriva all’8%. In Lombardia mancano pochi punti percentuali per vedere la Lega sorpassare la roccaforte ciellina di Formigoni.

Ah vi segnalo questa chicca:

Gamal Bouchaib, presidente del movimento dei musulmani moderati, ha così commentato la vittoria di Renata Polverini nel lazio: “E’ stato un momento emozionantissimo, ha vinto una donna del fare, una persona che nel sindacato si è sempre battuta per i diritti dei lavoratori immigrati. Migliaia di nuovi cittadini del Lazio hanno sostenuto la sua candidatura come mai era successo prima – ha aggiunto – in particolare la seconda generazione di immigrati e ora italianissimi.”

Giusto per farvi capire a che livelli di demenza possa arrivare un cervello umano.

E per finire vi segnalo quella che secondo me è la migliore analisi del leghismo che ho trovato:

In questo scontro già così sleale la lega è entrata magnificamente, secondo l’accezione Cthulhiana del termine, prendendo questa reazione istintiva e trasformandola in programma politico, promettendo come tutti qualcosa in cambio del voto. Ad un livello terra terra quel qualcosa non è diverso da quanto offerto dagli altri, soldi lavoro sicurezza e righe di coca. La differenza sta in ciò che viene promesso ad un livello simbolico: la garanzia di essere tutelati nella propria normalità. Non la rivoluzione bolscevica, la pace nel mondo, il regno dei cieli, la Grande Serbia o il sogno americano, ma la banale, confortante pacca sulla spalla di chi ti rassicura che ehi, sei a posto così, non hai niente di sbagliato, sono gli altri che non ti capiscono. Alla gente piace sentirsi dire che è normale, così si evita la gran rottura di balle e lo sforzo spesso inutile di migliorarsi. I risultati si vedono.  (via Karmachimico)

Alla gente piace sentirsi dire che è ignorante e mediocre e che non c’è niente di male in questo. Anzi, bisogna essere orgogliosi della propria mediocrità. Votare un figlio di papà che è stato bocciato tre volte alla maturità (e non scomodiamo Lombroso per altri dettagli) significa votare uno di loro, sginifica vedersi allo specchio, significa votare se stessi.

30 commenti

Archiviato in anticlericalismo, Italia provinciale, politica, tristezze

Dove finiscono i vostri soldi

Ieri ho passato un po’ di tempo a guardarmi le spese della Camera. Sono saltate fuori cose molto curiose. Per prima cosa salta subito all’occhio che le consulenze sono tantissime e sono “d’oro”.

Esempi? Consulenza per “il segnale audio” fatta dal prof. Giovanni Iacovitti 48000 euro delle vostre tasse.  Aggiornare il sito della Camera costa 30000 euro delle vostre tasse. Alla faccia del sito, signor Enrico Paradiso! Ma quello che le batte tutte è la consulenza sugli aspetti artistici e architettonici delle attività dell’Amministrazione di Cristina Mazzantini, solo 100.000 euro delle vostre tasse. Sarebbe interessante vedere in che quota sono questi ingegneri e tecnici.

Poi c’è il canone RAI la cui spesa complessiva è 3905 euro delle vostre tasse. Dividendo per 109 (cioè il costo del canone) veniamo a sapere che ci sono almeno 35 apparecchi televisivi alla Camera. A me sembra comunque una cifra forfeittaria perché non mi risulta che il canone si paghi per apparecchio ma per nucleo familiare. Divertente: lo stato tassa se stesso.

Altro dato inquietante è la somma sborsata dallo stato per la manutenzione delle linee telefoniche, circa 700.000 euro delle vostre tasse alla Telecom.

Interessanti sono anche i legami parassitari con aziende e privati. In pratica la Camera affitta le apparecchiature ad alcune ditte invece di comprarle direttamente. Esempi? Noleggio fotocopiatrici 600.000 euro delle vostre tasse solo nel 2010. Quante fotocopiatrici si sarebbero potute comprare con quella cifra? E chi ci guadagna? La Xerox. Chissà quanti amichetti hanno alla Camera quelli della Xerox. Manutenzione del “parco orologi” (chiedo lumi su questo) costa 23600 euro e Stefano Di Ninno mangia a sbaffo con i soldi delle vostre tasse.

Agende e agendine per i parassiti del parlamento? Solo 400.000 euro delle vostre tasse.

Quello che mi lascia più perplesso è “la manutenzione di apparecchiature a raggi X”. Significa che alla Camera c’è una “apparecchiatura a raggi X”, comprata con i soldi delle vostre tasse e che deve essere controllata ogni anno. Sai quante fratture in Parlamento con tutte le risse! Lascio perdere la ristorazione, i parcheggi, gli autisti, gli schiavetti, i servi che c’hanno famiglia e pagati con le vostre tasse. Anzi no guardiamoli in dettaglio: per il comparto medico sanitario la Camera spende 1.600.000 euro per il solo 2010. Sì avete letto bene. Un milione e seicentomila euro delle vostre tasse vengono tolte ad un ospedale di provincia, ad una sala operatoria, ad un centro trapianti per qualche centinaio di persone che siedono in un anfiteatro e che per la maggior parte dell’anno non stanno in quell’edificio.

Ristorazione? 7 milioni e 600 mila euro delle vostre tasse per queste zecche. E dire che c’è gente che pensa che lo stato distribuisce i soldi delle tasse per le fasce più povere della popolazione!

E questa è solo la Camera! Figuratevi tutti gli uffici, i ministeri, le regioni, le province, i comuni ecc. Tutto questo per dirvi che ogni volta che pagate allo stato le tasse, o tramite i soldi che vi rubano dalla busta paga, o tramite l’IVA e i milioni di altre tasse, balzelli medioevali e coercizioni varie NON state facendo del bene alla comunità per costruire strade, pensioni, scuola e sanità ecc. La maggior parte dei soldi va a nutrire il sistema mafioso e totalmente corrotto che vi parassita dalla mattina alla sera. Un sistema inefficiente e scandaloso che nutre una elite che a sua volta nutre una schiera di servitori che gli orbitano attorno tramite appalti, contratti e favori. Cioè sarebbe come dire che: per distribuire 100 panini alla mensa da 1 euro l’uno ci vogliono 1000000 di euro di organizzazione.

21 commenti

Archiviato in libertarismo

E-lezioni

Open Camera è un nuovo e-project di Radicali Italiani. Per la prima volta vengono resi pubblici i dati segreti dei costi della Camera. C’è da rimanere a bocca aperta nello scoprire quanto la sola Camera dei deputati ci costa in termini di burocrazia. Lasciando perdere gli stipendi e i privilegi di ogni politico (per quello leggetevi La Casta di Stella), la Camera nel 2010 ci costerà quasi 140 milioni di euro. 140.ooo.ooo di euro di fogli, carta, burocrazia, commesse e commessi, pagati con le nostre tasse per il privilegio di una piccola elite votata da noi.  C’è una minoranza della popolazione fatta di politici, burocrati e parassiti che ci munge dalla mattina alla sera inventandosi leggi, regole e punizioni e a cui noi diamo il potere attraverso lo stato.

“La società umana è strutturata in modo da sottomettere la gran massa della popolazione ad una ristretta elite, e non ci sono modi per salvarsi da ciò. Ciò che prima si chiamava schiavitù e poi servitù delle gleba, ora si chiama democrazia, ma è sempre un’evoluzione del diritto di scegliere della propria vita verso qualcun altro.” 29settembre

Ricordatevelo quando metterete il vostro voto nell’urna.

7 commenti

Archiviato in Italia provinciale, libertarismo

Controllo totale

Prima Mentana con Mentana Condicio su Corriere.it, ora Santoro con RAIperunanotte. Diciamo che l’Italia finalmente si sta spostando sul web, in ritardo di alcuni anni rispetto ad altri paesi. Ma questo mi ha fatto pensare. Spostare l’informazione politica sul web significa evitare controlli, censure e coercizioni varie (compresa la tassazione). Non ci vorrà molto per lo stato per controllare l’unica oasi anarchica (leggi senza governo) del mondo. Vedrete che se ne inventeranno qualcuna delle loro, tipo che una diretta sul web equivarrà ad una trasmissione politica radiotelevisiva, o che per fare un dibattito bisogna essere giornalisti abilitati inseriti nell’albo, o che bisogna pagare la SIAE per i dibattiti sul web. Sarà curioso, perché vedremo lo stato all’opera per cercare di inventarsi coercizioni e controlli così come fece con la stampa libera, la TV, le radio libere degli anni 70.

22 commenti

Archiviato in libertarismo

I film che non potrò vedere (al cinema)

Nessun paese è perfetto e il Regno Unito è lungi dall’esserlo. Se l’Italia ha problemi che riguardano la distribuzione, il doppiaggio e la fantasia nei titoli inventati di film stranieri, il Regno Unito ha dei grossissimi problemi nella distribuzione di film non in lingua inglese. Ci sono tre film che non potrò vedere in UK (ma neppure in Italia eh):

1. Cargo, un Sci-fi thriller svizzero in lingua tedesca.

2. Vahlalla Rising, un film danese  oscuro e apocalittico ambientato nella Scandinavia vichinga.

3. Agorà, un film spagnolo che parla della figura di Ipazia di Alessandria, filosofa pagana uccisa dai primi cristiani.

God save the torrent.

10 commenti

Archiviato in Uncategorized

Bionotizie

1. La NASA ha perforato uno spesso strato di ghiaccio in Antartide e sorprendentemente ha scoperto vita complessa a 180 metri di profondità; nello specifico un crostaceo amfipode e una medusa. Vita complessa che secondo i nostri canoni non dovrebbe sopravvivere a quelle profondità sotto il ghiaccio, senza luce, nutrienti e a condizioni così estreme. Un’occhiatina a Europa, la luna ghiacciata di Giove?

2. La scoperta della doppia vita anfibia di una falena delle Hawaii getta nuova luce sulle straordinarie capacità di adattamento di molti artropodi. L’Hyposmocoma può compiere l’intero ciclo larvale sott’acqua o completamente “a secco” fuori dall’acqua, divenendo così l’unico insetto perfettamente anfibio al mondo. Molti insetti hanno uno stadio larvale acquatico (pensiamo alle zanzare o alle libellule), ma questo è l’unico insetto al mondo che può vivere sott’acqua senza avere mai contatto con l’aria sopra la superficie. L’approviggionamento di ossigeno è garantito dalla diffusione gassosa direttamente attraverso il sottile esoscheletro. 

3. Alcuni animali, incredibile ma vero, possono essere metà maschi e metà femmine. Tale patologia si chiama ginandromorfismo. In particolare il ginandromorfismo si sviluppa in maniera bilaterale. Cioè il corpo è simmetricamente diviso in femmina e maschio. Questo è particolarmente evidente in animali con dimorfismo sessuale, cioè dove maschi e femmine sono diversi morfologicamente. E’ comune tra farfalle, ragni, granchi e in alcuni uccelli. Tra gli uccelli il fringuello zebra e la comune gallina domestica. Nei mammiferi sono gli ormoni a decidere i caratteri sessuali secondari (negli umani peli, muscolatura, voce, barba ecc.) tanto che è possibile femminizzare maschi o mascolinizzare femmine con terapie ormonali. Ma una eccezionale scoperta sul ginandromorfismo getta nuova luce sulla determinazione dei caratteri sessuali secondari negli uccelli. Nelle galline ginandromorfe le cellule sono “ereditariamente” maschili o femminili. In poche parole non dipendono dagli ormoni sessuali e se trapiantate una cellula del lato maschile sul lato femminile quella continuerà a rimanere maschile!

4. Nuovi dati confermano che l’avvento dei dinosauri prima e dei mammiferi poi sulla Terra è avvenuto per casi fortuiti. Nel primo caso forse una intensa attività vulcanica portò all’estinzione dei rettili dominatori della Terra prima dei dinosauri, cioè i crurotarsi. Nel secondo caso nuovi studi confermano che fu un meteorite a far estinguere nel giro di alcune migliaia di anni i dinosauri, così lasciando spazio ai mammiferi.

7 commenti

Archiviato in scienza, spunti di lettura e scrittura

Grazie Ernesto

Trovo interessante l’articolo di Ernesto Galli della Loggia per due motivi. Il primo è che conferma il cerchiobottismo o terzismo del Corriere. Il secondo è che gli esseri umani usano il cervello in modo alquanto strano quando si parla di religione.

Per prima cosa ringrazio Ernesto per un lungo elenco di crimini che il cattolicesimo si porta alle spalle. Non avrei avuto la voglia e il tempo di elencarli e ci ha pensato lui:

“Il celibato, il maschilismo, la pedofilia, l’autoritarismo gerarchico, la manipolazione della vera figura di Gesù, l’adulterazione dei testi fondativi, la complicità nella persecuzione degli ebrei, le speculazioni finanziarie, il disprezzo verso le donne e la conseguente negazione dei loro «diritti », il sessismo antiomosessuale, il disconoscimento del desiderio di paternità e maternità, il sostegno al fascismo, l’ostilità all’uso dei preservativi e dunque l’appoggio di fatto alla diffusione dell’Aids, la diffidenza verso la scienza, il dogmatismo e perciò l’intolleranza congenita: la lista dei capi d’accusa è pressoché infinita, come si vede, e se ne assommano di vecchi, di nuovi e di nuovissimi.”*

Per Ernesto i crimini appena menzionati non sono sufficienti per andare contro il cattolicesimo. No, anzi peggio dei crimini della Chiesa c’è il crimine supremo: cioè andare contro la Chiesa perché ha commesso quei crimini.

Interessante, avevo letto delle difese ridicole da parte dei preti per ognuno dei crimini su citati ma mai avevo letto una cosa del genere. Aggiunge anche che “ai preti, alla Chiesa, alla vicenda cristiana non viene più perdonato da nessuno più nulla.”. E che diamine! Anche se i preti sono responsaibli di tutti i crimini su esposti non vogliamo chiudere un occhio, anzi due?

Un genio. Un nuovo Giuliano Ferrara.

*si dimentica l’alleanza col nazismo, col franchismo, con Pinochet, l’Inquisizione, le crociate, lo sterminio dei catari, dei pagani e delle popolazioni amerinde, le conversioni forzate, i roghi di intettettuali, eretici e streghe e l’elenco può andare avanti per sempre.

P.S.

Come vi dicevo qui l’alleanza si è rinvigorita. Sia Berlusconi che Ratzinger sono in difficoltà e si aiutano a vicenda. Berlusconi dà una mano sulla questione della pedofilia, mentre la Chiesa ha una settimana di tempo per far vincere il PdL nel Lazio e in Lombardia.

20 commenti

Archiviato in anticlericalismo, giornalismo di merda, tristezze