A ghost fucking an embryo

Annunci

14 commenti

Archiviato in Uncategorized

14 risposte a “A ghost fucking an embryo

  1. Non è nemmeno da dire che faccia ridere, è una analisi sintetica e corretta.
    (Dice Gore Vidal, l’Italia è un ottimo esempio di avanguardia teatrale)

  2. Brooker è in gamba non vi è dubbio, ma ora quello che mi viene da chiederti è: da italiano residente a Bristol, quali sono le domande che ti vengono fatte più spesso su questo stato di cose? come rispondi, con imbarazzo o orgoglio d’essere comunque un italiano?

  3. bellissimo! Mi spiace per voi che siete all’estero e che dovete subire tutti i giorni le risate di compatimento di chi vi circonda e che soprattutto, se siete italian, siate come lui. ma pensate a noi che qui invece ci dobbiamo stare.

  4. Asmenos

    A me (altro italiano residente nel Regno Unito) viene comunicata spesso la profonda tristezza per il nostro paese, rovinato da un tale personaggio.

  5. Scusatemi, eccomi qua. Sono molto impegnato in questi giorni.
    Cosa mi dicono gli inglesi? Nel mio caso si mettono a ridere. Non si scandalizzano mica gli inglesi per queste cose. Per loro è una comica, come lo è l’italiano tipico in generale. Appena sanno che sei italiano in quel momento diventi un clown per loro. Questo indipendentemente da Berlusconi. Quindi diciamo che non associano Berlusconi agli italiani. Ogni volta quando gli ricordo che alle elezioni prende più del 50% dei voti si meravigliano: per loro Berlusconi è un errore, non è possibile che qualcuno possa votarlo.
    Su Berlusconi mi dicono: “Ma è vero che ha fatto questo e quest’altro al G8? Incredibile!” e giù a ridere. E’ una comica. E’ come Gianni e Pinotto: come puoi considerarli degni di critica politica?
    Qualsiasi cosa dovesse succedere in Italia, anceh di grave, gli inglesi (e credo anche tutti gli altri), semplicemente si metterebbero a ridere. Perché ormai si è tutto spostato sul piano della barzelletta. Prima gli inglesi parlavano di Berlusconi in termini di dittatore mediatico, mafioso ecc., ora non più. E’ solo un passatempo da leggere nella parte del gossip della BBC.

  6. Vincenzo

    scusa l’intromissione, questo post potrebbe interessarti! 🙂
    http://www.ilpost.it/2011/02/28/sulla-ricerca-scientifica/

  7. Fabri, letto questo aggirerò gli U.K stando attento che non mi si veda manco dai posti di vedetta.

  8. Emanuele

    L’eleganza del linguaggio usato da Brooker è in linea con quella delle televisioni di Berlusconi. E vedo che al superiore pubblico inglese questa eleganza piace.

  9. Per Vincenzo

    Bello! Sembra di sentire me stesso! 😀

  10. Per Emanuele

    Conosco questo atteggiamento. Accusare di volgarità chi fa dell’ironia sulle persone più volgari del mondo. Mubarak e Gheddafi accusano i rivoltosi di essere violenti per esempio. Oppure i preti accusano di intolleranza chi cerca di limitare la loro intolleranza. Berlusconi è volgare in tutto quello che fa e dice. Farci dell’ironia è il minimo. Meriterebbe ben altro.

  11. Emanuele

    La volgarità per far ridere si usa quando non si hanno i mezzi per evitarla. E in quanto alla volgarità di Berlusconi, chi se ne frega. Il mondo va avanti con governanti attentissimi alla forma e criminali nella sostanza. In quanto alla sostanza di Berlusconi è la stessa di decenni di malgoverno precedenti.

  12. Emanuele

    La volgarità per far ridere si usa quando non si hanno i mezzi per evitarla. E in quanto alla volgarità di Berlusconi, chi se ne frega. Il mondo va avanti con governanti attentissimi alla forma e criminali nella sostanza. In quanto alla sostanza di Berlusconi è la stessa di decenni di malgoverno precedenti. Solo che si stava attenti alla forma e il resto del mondo faceva finta di crederci.

  13. Vincenzo

    La volgarita’ delle televisioni di Berlusconi e’ gratuita ed e’ fondamento di qualsiasi programma trasmesso

    La volgarita’ del comico inglese nel video mira a colpire una persona specifica per i suoi comportamenti e si chiama SATIRA ed per questo e’ ben diversa dalla prima

  14. Emanuele

    Come si chiama non mi interessa. La volgarità per far ridere è sempre indice di pochezza di chi la usa dal momento che c’è chi fa ridere senza volgarità. Che sia per satira o per attirare pubblico l’obiettivo è quello di attivare gli istinti più grevi del pubblico.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...